Krankenhaus Meran: Arzt weigert sich Deutsch zu sprechen – Skandalöser Vorfall Ospedale di Merano: Un medico si rifiuta di parlare in tedesco. Un caso scandaloso.

tiroloKrankenhaus Meran: Arzt weigert sich Deutsch zu sprechen – Skandalöser Vorfall. Ospedale di Merano: Un medico si rifiuta di parlare in tedesco.  Un caso scandaloso.

 

Im Krankenhaus Meran hat sich am Samstag wieder ein bedenklicher Zwischenfall ereignet. Laut Medienberichten (unsertirol24.com) soll ein Arzt der Pädiatrie mehrmals den Wunsch einer Tante zur Auskunft über den Zustand ihres Neffens in deutscher Sprache ignoriert haben. Auch soll sich bei der medizinischen Versorgung des Kindes eine Fahrlässigkeit des Arztes zugetragen haben. Für den Bezirk Burggrafenamt der Süd-Tiroler Freiheit ist der Umgang des Arztes mit einer hilfesuchenden Tante und deren Neffen mehr als besorgniserregend. Bezirkssprecher Dietmar Weithaler stellt fest: „Das ist das Ergebnis der SVP-Sanitätspolitik!“.

Presso l’ospedale di Merano si è nuovamente verificato sabato un inquietante contrattempo. Secondo resoconti di stampa un medico del reparto pediatrico avrebbe ignorato ripetutamente la richiesta di informazioni effettuata in lingua tedesca da una zia circa lo stato di salute di suo nipote.Anche per l’assistenza medica al bimbo ci sarebbe stata negligenza da poarte del sanitario. Secondo la Süd-Tiroler Freiheit del Burgraviato l’atteggimento di questo dottore nei confronti di una parente in cerca di aiuto e il di lei nipote e particolarmente preoccupante. Il portavoce locale Dietmar Weithalter osserva:”Questo è il rusultato della politica sanitaria della Südtiroloer Volkspartei!”.

 

Ärzte müssen sich mit Patienten mühelos verständigen, Krankengeschichten erheben und über Vor- und Nachteile von Behandlungen aufklären können. Eine gelungene Kommunikation ist entscheidend für den Behandlungserfolg. Soweit die Theorie, in der Praxis sieht es anscheinend anders aus. Fehlende Sprachkenntnisse führen nicht nur im Dialog mit den Patienten zu schwierigen Situationen. Auch gegenüber Fachkollegen müssten sich Ärzte klar ausdrücken können, damit Fehldiagnosen und falsche Therapieentscheidungen aufgrund von Verständnisfehlern ausgeschlossen sind.dell’assistenza di un paziente deve essere garantita

I medici debbono interloquire agevolmente con i pazienti. Essivantaggi e  debbono rilevare i decorsi ed essere in grado di spiegare i pro e contro dei trattamenti sanitari. Una comunicazione esauriente è decisiva per l’esito favorevole dell’assistenza. Questa è la teoria. La pratica  si presenta evidentemente in tutt’altra maniera. Le carenze linguistiche non determinano difficili situazioni soltanto nei rapporti con i pazienti. I medici dovrebbero essere in grado di esprimersi chiaramente anche nei confronti dei colleghi specialisti, affinchè siano escluse diagnosi sbagliate e decisioni terapeutiche errate a causa degli errori di comprensione.

Für den Bezirk Burggrafenamt der Süd-Tiroler Freiheit steht fest, dass die Qualität der Versorgung eines Patienten genauso garantiert werden muss, wie die Kenntnisse des behandelten Arztes in der Umgangssprache. Eine Kostensenkung im Gesundheitswesen darf nicht zu Lasten gewährter Patientenleistungen gehen. Die Verantwortlichen Stellen müssen Farbe bekennen und eine garantierte Vorsorgepolitik im Gesundheitswesen verwirklichen.

Per il territorio del Burgraviato la Süd-Tiroler Freiheit insiste che la qualità dell’assistenza debba essre garantita da parte del medico curante anche con la conoscenza della lingua parlata. Una riduzione dei costi nel sistema sanitario non deve penalizzare le prestazioni consolidate ai pazienti. Le Autorità responsabili debbono mettere le carte in tavola ed attuare una politica di garantita assistenza nel sistema sanitario.

Dietmar Weithaler
Bezirkssprecher der Süd-Tiroler Freiheit im Burggrafenamt/Portavoce della Süd-Tiroler Freiheit per il Burgraviato.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Rodolfo Piva says:

    Mi associo al commento di Paolo. Normalmente la conoscenza di più lingue è spesso un desiderio delle persone che lavorano perchè ritengono, correttamente, che ciò le favorisca nel lavoro. In Sudtirolo, dove c’è la possibilità di parlare la lingua tedesca e di praticarla quotidianamente (pensate che fortuna), in parallelo a quella italiana, sembra che ciò invece non vada bene. Cose da fuori di melone o da fascistoidi rimbecilliti e fuori dal tempo. Chi opera in strutture pubbliche in Sudtirolo deve essere bilingue; se ciò non gli sta bene può tornarsene al suo paesello e la Provincia Autonoma può attingere a risorse austriache o germaniche.

  2. giancarlo says:

    Ho frequentato per oltre 30 anni il Sued-Tirol ( ALTO ADIGE) e posso assicurare che come Veneto-italiano i loro Ospedali sono assolutamente efficienti. Il personale sempre molto cortese ed attento e parlano all’italiano in italiano.
    Quel medico è in assoluto un’eccezione negativa del sistema e andrebbe sanzionato.
    Il bilinguismo è stata una conquista da parte di Maniago, famoso politico Sued Tirolese il quale è riuscito a strappare a roma tutto quello che aveva chiesto e fermato le bombe dei più determinati patrioti Tirolesi. Quindi lasciamo che la loro speciale autonomia rimanga inalterata e chi non la sopporta dia le dimissioni o si trasferisca altrove.
    WSM

  3. luigi bandiera says:

    Dove entra la politica, l’ideologia, entra il disordine e l’odio.
    Parlare di razzismo poi e’ e sara’ normale.

    Quelli la’, vogliono il multi tutto in teoria ma in pratica cercano il tutto kompagno: dall’Alfa all’Omega.

    Invece di essere pronto a spiegare in tutti i modi e lingue che lui conosce fa l’ignorante passandosi per mono lingua come fosse un prigioniero politico.
    Puo’ essere che uno sappia solo l’italiano per cui e’ giustificato, ma in quei posti la’, meranesi, c’e’ da tempo il bilinguismo.
    Non come qua in veneto, regione italiana: si parla sempre o quasi in veneto ma poi si usa anche l’italiano, un italiano risultato da una feroce colonizzazione per cui a volte ci si rifiuta di parlarlo anche qua.
    Ci stanno portando ad odiare e non ad avere misericordia. Amare e’ impossibile.
    E sono tutti impegnati ne’..? Povera intellighenzia, tse se ha bisogno di cure…

    Certo e’ che lo stato italia e’ da un bel po’ di tempo in CAOS… politico sen’altro; istituzionale pure; Kulturale meglio non parlarne; Scrivevo: il nome della regina d’italia si chiama CONFUSIONE.

    Forse sono andato vicinissimo alla verita’..? Fuocherello o FUOCO e basta..?

    Concludendo, se siamo ancora a questi livelli tra noi e poi vi si aggiungono anche quelli degli INVASORI (La Piave mormoro’…) che ci spennano assieme allo stato, dite, brava gente: che fine prossima avremmo..??
    At salüt

  4. Padano says:

    Gli amici sudtirolesi non si devono scandalizzare: in buona parte d’Italia, spesso, i medici non sanno parlare italiano!

  5. Paolo says:

    Se la notizia fosse vera quel medico dovrebbe essere rimandato al suo paesello a fare un corso di tedesco. Dal momento che la provincia gode di un’ ampia autonomia perché non assumono personaleTedesco oppure Austriaco!

Leave a Comment