Kosovo: ok di Belgrado all’accordo, ma senza riconoscere l’indipendenza

di CLAUDIO PREVOSTI

Il governo serbo ha dato il via libera ieri sera al piano di applicazione dell’accordo del 19 aprile scorso sulla normalizzazione delle relazioni con Pristina. Di tale decisione, il premier Ivica Dacic ha informato con una lettera Catherine Ashton, il capo della diplomazia Ue che fa da mediatore nel negoziato sul Kosovo. In tale lettera, ha riferito il governo in un comunicato, Belgrado insiste sul fatto che l’accordo con Pristina, raggiunto con la mediazione della Ue, non fa alcun riferimento e non influisce in nessun modo sullo status del Kosovo, del quale la Serbia non riconosce l’indipendenza. L’intesa sull’applicazione dell’accordo del 19 aprile era stata raggiunta da Dacic e dal collega kosovaro Hashim Thaci nell’ultimo incontro da loro avuto a Bruxelles il 21 maggio, insieme a Catherine Ashton. La Ashton aveva chiesto alle parti di dare una risposta finale sul testo concordato entro questo fine settimana, dopo consultazioni con i rispettivi governi e forze politiche. Pristina aveva dato ieri il suo via libera. Al centro dell’accordo sulla normalizzazione dei rapporti fra Belgrado e Pristina vi e’ la creazione di una Associazione delle comunita’ serbe in Kosovo, sia nel nord a maggioranza serba sia nelle enclavi serbe nel resto del Paese, che godranno di un largo grado di autonomia. Tale Associazione diverrebbe operativa dopo le elezioni locali che dovrebbero tenersi in ottobre.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

7 Comments

  1. silvia says:

    Ma secondo voi, le comunita’ serbe e quelle albanesi considerati gli usi, i costumi e le religioni diverse, dopo tutto quel che e’ successo, andranno d’amore e d’accordo? Un’altra cosa: Clinton ( e D’Alema non dimentichiamoci che ha dato il suo appoggio) ha fatto una gran bella cosa con i suoi bombardamenti umanitari: creare un corridoio ideale per i trafficanti di droga e di esseri umani

    • Salice triestino says:

      La tua soluzione? La Grande Serbia?

    • klodian says:

      quando l ‘albania fu occupata dagli occupatori italiani durante la seconda guerra mondiale, gli albanesi hanno fatto i salti di gioia, non perche gli italiani erano buoni, ma perche mussolini aveva intenzione di fare l’ albania etnica, riunire tutti i territori albanesi che dopo la caduta del impero ottomano le grandi potenze come inglesi, francesi, austriaci e tedeschi hanno diviso senza chiedere niente agli albanesi.
      quindi ora, se clinton e d’alema il kosovo l’hanno fatta diventare la via del traffico, chi se ne frega, importante è che il kosovo sara indipendente, la storia non si fermera oggi……
      ricordiamoci (non lo dice nessuno), gli albanesi sono il popolo più antico del europa, informatevi….i slavi possono tornare anche da dove sono arrivati, la siberia e infinita…

Leave a Comment