Italia ridotta come gli ultimi giorni di Pompei. Ma non sembra bastare

di GIANLUCA MARCHI

Er Batman, le feste tra ancelle, gladiatori e maiali, la presa per il culo di tutti i cittadini comuni che non arrivano alla fine del mese al suon di “tanto noi siamo politici e sappiamo bene quanto guadagnamo”: questo è lo spaccato che sta emergendo dal Pdl del Lazio, quello controllato in buona parte dal commissario europeo Antonio Tajani e alla cui cloaca (maxima) si era tentato di dare una copertura con la faccia relativamente nuova e pulita di Renata Polverini (tra l’altro accreditata e lanciata nell’empireo politico dalle trasmissioni di sinistra della tv pubblica e non solo). Adesso da Roma e dintorni viene fuori tutto lo schifo, ma si persegue a prendere per i fondelli la gente per bene e indignata, con la governatrice che sembra sul punto di dare le dimissioni ma non le dà perché Berlusconi la ferma – il Cav teme che venga giù tutta l’impalcatura della sua creatura politica, che si sta squagliando come il suo cerone al caldo rovente dei riflettori – il capogruppo Battistoni viene fatto dimettere da… capogruppo, ma continuerà a percepire i circa 13 mila ero al mese da consigliere. Insomma, si cerca di dare una ripittata al bordello cercando di farlo passare se non per convento almeno per rifugio di olgettine (o orgettine?) caste e pure.

Sulla graticola ci sta ora il Pdl che, come il suo leader fondatore, quando si tratta di esagerare esagera in tutto. Ma non dimentichiamo gli scandali della sinistra, anche se più apparentemente più “sobri” e al massimo accompampagnati da spaghetti all’aragosta e cozze pelose e il malcostume (per non dire di peggio) venuto a galla nell’ambito leghista, dove almeno, seppur con tutti i limiti del caso, si è provveduto a mettere alla porta i principali protagonisti. Sono tutti episodi che non fanno che alimentare l’antipolitica, come si suol dire, e portare acqua al mulino di Beppe Grillo e del Movimento 5 Stelle, i quali ringraziano per il favore e possono tirare quasi un sospiro di sollievo dopo i momenti non facili che hanno passato nelle ultime settimane, complici i fuorionda e non solo. Ma se vogliamo estremizzare è reazione antipolitica anche quella di chi, davanti a uno spettacolo tanto decadente, abbraccia la speranza di un Monti bis, pensando che una riedizione del governo dell’attuale premier e di un manipolo di tecnici che almeno non rubano e non danno di sé uno spettacolo inverecondo sia meglio che tutto il resto. E non ragionano sul fatto che questo è un esecutivo eterodiretto non certo messo lì per fare i loro interessi.

Lo spettacolo che questo Paese continua a offrire anche di fronte alla pesante crisi che attanaglia la maggioranza delle sue famiglie è da ultimi giorni di Pompei. Eppure non sembra ancora abbastanza per ribaltare il tavolo. Forse anche perchè molti degli italiani che oggi si indignano per er Batman e compagnia cantante, sarebbero i primi, se ammessi, a buttarsi nei festini fra ancelle e gladiatori. E probabilmente non solo da Roma in giù.

Un terremoto ideale,  morale e politico è quello che servirebbe nel profondo per poter riprendere un camino accettabile. Un sisma che cancelli l’Italia per come è oggi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

21 Comments

  1. Veritas says:

    Roma dopo Milano, a livello regione. Ma non vi sembra strano??

  2. Dan says:

    Dite quello che volete ma i musulmani sono gente con le palle. Leggete questo comunicato trasmesso al Ansa riguardo il film cretino.

    “Chiediamo al governo italiano, al ministro della Cultura,di cancellare il film contro Maometto su internet in tutta Italia entro 24 ore.Se non accadra’ andremo avanti.

    Tutti noi musulmani del mondo siamo pronti a morire per questo. E’ stato un attacco a tutti i musulmani del mondo. Noi non vogliamo che succeda qualcosa in Italia. Ma ci vuole un decreto per fermare quel film”.

    Notare il tono stringato.
    Notare la pesante affermazione che sono loro che comandano e la garanzia che presto passeranno ai fatti (per inciso non si daranno fuoco).
    Notare anche il vago tono mafioso giusto perchè loro sì che hanno capito come trattare con lo stato italiano.

    Magari gli italiani facessero così per scacciare questo governo e questa politica di ladri ! A prescindere dal fanatismo religioso sono questi i modelli che la gente deve seguire se vuole cambiare veramente le cose.

    • Flit says:

      Basterebbe che gli indigeni padani, che sono molti ma molti più dei musulmani immigrati, inviassero all’Ansa un comunicato di questo tenore:
      ” Chiediamo a i musulmani di riflettere bene ! Loro affermano di essere pronti a morire per contrastare la proiezione di un film? Noi siamo disposti ad accontentarli, purchè ai funerali non richiamino i parenti maghrebini” !

      Scumètem ?

  3. sciadurel says:

    tranquilli hanno già risolto tutto…. dimissioni di un consigliere (percependo però ancora lo stipendio) e andranno avanti come prima…. stando un po’ più attenti però

  4. Luca Podestà says:

    Il degrado morale e reale di questo stato italiano ricorda le atmosfere dei nobili imparruccati chiusi nella reggia di Versailles impegnati nei loro bagordi, sprezzanti e ciechi della rabbia popolare…come finì allora ce lo dice la Storia. Purtroppo la capacità d’ indignazione e reazione degli abitanti della penisola italiana (che qualcuno ancora ha il coraggio di chiamare “popolo”) del 2012 rasenta quello dei pennuti da pollaio. Polli ed anatre non hanno mai fatto rivoluzioni, al massimo possono sperare di finire per ultimi sul piatto del loro carnefice. Il tradimento leghista ha la stessa valenza del gallo che invece di difendere il proprio popolo ovaiolo (come tanto evidenziato da un famoso manifesto storico del periodo pre-romanizzato della Lega) col becco e le unghie nei limiti delle sue forze, apre invece alle volpi la porta del pollaio stesso.

  5. Giacomo says:

    In ogni caso, è più scandaloso che dei parassiti professionali amino figurare e comportarsi da maiali, oppure che un intero popolo continui a tollerare di essere governato dai suddetti, abbassando lo sguardo e lasciandosi derubare per decenni senza mai alzare la testa? In altre parole, meglio i maiali o gli schiavi codardi dei maiali?

    • Dan says:

      La gente continua a pagare le tasse ? Sì, allora vuol dire che è soddisfatta, che il sistema, nonostante i pochi alti ed i molti bassi, funziona bene e non necessita cure particolari, che politici non rubano abbastanza ecc.ecc.ecc.

      • liugi II says:

        Secondo me la gente, cresciuta con l’idea di vivere in una potenza mondiale, non riesce a credere che l’Italia sia uno stato più inefficiente dell’Unione Sovietica e corrotto come una nazione sudamericana. Qualcuno coltiva la speranza che queste cose passino da sole alle prossime elezioni.

  6. mario milanetto says:

    L’antipolitica, caro lei, nasce dal fatto che ci sono ancora in giro dei pirla che sono venuti a raccontarci che democristiani e socialisti eranno corrotti e marci e hanno pure messo in giro i cappi in Parlamento! E dopo la gente si accorge che quelli che gridavano hanno preso il posto e le abitudini di quelli messi in corce prima. Così il popolo non ctrede più a niente, quindi l’antipolitica mica è Grillo sono i cornuti che ci hanno ingannato. Grazie, saluti, Mario.

  7. Dan says:

    Qui ci vuole altro che il Vesuvio. Dovrebbe saltare il Marsili (una robettucola nel tirreno al cui confronto i vulcani emersi sono dei petardoni)

  8. giannattasi says:

    Va bene voi criticate Roma ladrona ma cosa dire delle gironaliste Rai, quindi pagate con denaro pubblico, che vanno a fare le interviste e sono ospiti a tavola dei potenti locali che vengono intervistati? Ho letto proprio su questo blog di Rai Parlamento e delle trasmissioni sullai Sicilia e mi chiedo come dobbiamo giudicare questa cosa e che credibilità hanno le cose che ci raccontano…oltretutto fatta da gente della Lega che diceva di condannare la corruzione in rai, le raccomandazioni e il sistema romano e invitava a non pagare il canone Rai!

  9. Lorenzo Caprara says:

    Perchè non c’è nessun giornale denuncia l’unico fatto rilevante?
    Tutti a fare gossip e basta… troie, mignotte, champagne… solo gossip.

    Il fatto rilevante è che non c’è nessun reato!!!

    Belsito, Lusi, Batman… hanno agito nella piena legalità!!!

    Sono accusati di peculato, ma…. in questi casi il peculato non si configura!
    Questa è lo scandalo!

    I soldi non erano più “pubblici”, erano a tutti gli effetti dei rimborsi forfettari già erogati dallo stato ed elargiti ad organismi di diritto privato, che in quanto tali ne potevano disporre in piena libertà.

    Dove sta scritto che io non posso sputtanarmi i mie soldi?
    Questa sarà la sofisticata linea difensiva che alla fine li scagionerà tutti.
    Alla fine dovremo anche ringraziare che quei soldi ricevuti a titolo di rimborso non li hanno bruciati in un pentolone, ma che, almeno. tra troie, suv e ostriche, hanno fatto girare l’economia e tenuto alti i consumi.

    Ci risiamo…i socialisti andavano in discoteca consumavano (quindi reimmettevano nel circuito)… c’erano altri che invece si imbottivano i puff di soldi e ci si sedevano sopra.
    A distanza di 20 anni siamo qui che dobbiamo continuare a scegliere se è meglio un De MIchelis o un Poggiolini.

    ???

    Macroeconomicamente non c’è dubbio.

    Un altro fatto rilevante che la stampa omette di evidenziare è il codice di condotta usato tra partiti:
    mai denunciare gli avversari!
    Il palazzo diventerebbe un enorme campo per la faida tra organismi putri-marciscenti.

    Le denunce vengono sempre dall’interno… da parti/correnti che pensano di non mangiare abbastanza (o che temono di non farlo a sufficienza nel futuro)

    Del Bono a Bologna è stato tradito dai suoi cugini compagni…lui era in quota Prodi, Prodi si è defilato e i compagni ex botteghe oscure l’hanno fatto fuori temendo di non avere più un amministratore affidabile e ligio alla spartizione della torta in quote predeterminate.
    Un organismo efficiente l’avrebbe fatto assoldando un sicario e sarebbe finita lì.
    Invece gli onesti compagni lo hanno fatto mettendo in modo la macchina dello stato (pagata da tutti) e lo hanno accusato di aver malversato qualche migliaio di euro!!!
    Fu un accusa così grave che anche la procura di Bologna dovette rivedere in quattro e quattro otto tutte le sue priorità!!!!
    In mezzo secolo di gestione del comune non si era mai visto un amministratore così disonesto e così ingordo da causare un danno erariale stimabile intorno ai DIECIMILA EURO!!!

    Grazie al tempestivo intervento della giustizia, con una modesta rivisitazione dei parametri imu (all’ora ici), un modico incremento delle addizionali irpef, delle tariffe comunali e con tanto spirito emiliano, Bologna si è potuta riprendere, questo nonostante tutti quei soldi illecitamente spesi solo per dilettare la prosperosa amante di un ex amministratore.

    Lusi? … si è trattenuto da buon padre di famiglia solo la commissione prestabilita sulla gestione (4-5% su gestione fondi leciti + gestione fondi fuzzy).
    Qualcuno all’interno della margherita non si è più accontentato dei suoi pochi denari e lo ha denunciato, Che lo abbia fatto per invidia o per bulimia non lo so, ma sicuramente non l’ho ha denunciato per senso di morale o del bene comune.

    Belsito? … altra faida interna con un’unica eccezione… in questo caso la lega, non essendosi allineata all’operazione “mercati sicuri”, era diventata scomoda per il sistema e quindi? …giù con le mine-indignazione da tutte le parti!

    Morale… fra qualche mese/anno si scoprirà che Belsito, Batman, Lusi e tutti gli altri hanno agito come cittadini modello, nel pieno rispetto della legge (legge che peraltro si sono ricuciti loro).
    Al massimo restituiranno parte delle somme che si sono trattenuti…ma a favore di chì? Dei cittadini o degli stessi partiti per i quali hanno lavorato in attesa di una nuova redistribuzione dei rimborsi?

    Meno male che c’è Renzi che ne farà sicuramente un buon uso.

    Ultima cosa… noi si parla della punta dell’iceberg… quanti pesa il finanziamento pubblico alla politica?
    200?400?800 milioni l’anno?

    Ma se lo stato intermedia più del 50% di economia (circa 800 miliardi euro l’anno) e se è palese che la commissione degli amministratori (nomina politica) è almeno del 4%… non sono tanto gli 800 milioni che preoccupano… sono i restanti 32 miliardi di euro che fanno paura (paura anche perchè sono coodamente il doppio)
    Non è forse per questo che si vuole evitare certificazioni esterne della gestione dei fondi di partito?
    Non è che i vari tesorieri magari hanno fatto un po’ di confusione tra fondi leciti e fondi fuzzy e che quindi ci sarebbe qualche problemino a riconciliare qualche conto estero dove ci va di tutto e un po’?

    Ripeto….Renzi, salvaci tu!

    • Dan says:

      “Meno male che c’è Renzi che ne farà sicuramente un buon uso.”

      Renzi “Gira la ruota, ye ye, così potrai rubare anche tu, se ti impegni un po’ di più tà tà taa”

    • Ferruccio says:

      Renzi il nuovo che avanza

      Chi è Matteo Renzi !!!

      Matteo Renzi è figlio di Tiziano Renzi ex parlamentare D.C. e gran signore della Margherita e della MASSONERIA in TOSCANA
      Il padre controlla fin dalla metà degli anni 90 la distribuzione di giornali e della pubblicità in Toscana, fa affari con la Baldassini & Tognozzi (costruttori in Firenze)
      ha ottime entrature in Comunione e Liberazine, è da sempre stato lo sponsor politico del figlio fin da quando faceva il segratario giovanile del P.P.I.(partito popolare italiano) !!!!
      Quando si dice volti nuovi e DISINTERESSATI in politica !!!

  10. Ferruccio says:

    Anche l’indagato Davide Boni viene fatto dimettere da presidente del consiglio regionale della Lombardia ma come il Battistoni continua a prendere il suo lauto stipendio……

    Vero dott. Marchi ????

    Mi scusi sa io sono un pò ignorantello, ma secondo Lei aver fatto pulizia vuol dire aver cacciato la Rosy e aver fatto finta di accantonare il Bossi ????

    Alla fine dei conti l’unico forse che ha avuto un minimo scatto di dignità anche se tardivo può considerarsi Renzo Bossi che ha dato le dimissioni da consigliere regionale….

    • Alessandro P says:

      Nessuna pulizia… sono degli zozzoni e tali restano anche nella lega (magari leggermente meno fangosi ma alla fine sempre dello stesso letamaio).
      Purtroppo Renzo ha dato le dimissioni si ma ha preso una buona uscita quasi pari agli stipendi che doveva ancora percepire quindi niente dignità nemmeno per lui…

Leave a Comment