Italia in guerra con l’Isis? Ma se li scortano sui gommoni?

di GIANLUIGI LOMBARDI CERRImigranti-sbarco-porto_interna

Il ministro Gentiloni e il ministro Pinotti  hanno dichiarato guerra! Che paura!

A prescindere dal fatto che eccetto i paesi dittatoriali la guerra non viene mai dichiarata senza l’autorizzazione di un Parlamento. Ma qui siamo un paese criptodittatoriale….

L’Italia sta dimostrando, ormai in troppe occasioni, che la cosiddetta democrazia è un fastidioso optional che frena la fantasia e la velocità del premier.

Transeat  Il bello della vicenda , anzi i BELLI anche se diversi sono molteplici:

1.-Prescindiamo per il momento dal fatto che i due ministri luminari, illuminati non sanno distinguere un cannone da una scacciacani, eccoli peraltro pronti a fare quattro conti per dire quanti uomini necessitano per bloccare gente votata alla morte.

Hanno fatto i conti con precisione. Mancava solo che dicessero all’ISIS dove avrebbero attaccato e che giorno e con quanti uomini.

Sanno tutto loro, i bravi! E sanno così tanto che per difendere i confini nazionali, unico scopo delle forze armate italiane che, grazie alla costituzione più bella del mondo, non dovrebbero mai  fare una guerra offensiva, invocano l’ONU, Putin, l’Europa, la NATO e anche la nonna, il nonno e lo zio materno.

Penso che abbiano anche previsto come mandare ben due portaerei (tipica espressione di potenza) a guerreggiare nel deserto.

Manca solo che invochino l’aiuto anche dell’India dicendo che se venissero in nostro soccorso lasceremmo i due marò alla loro mercè dimenticandoseli totalmente.

2.-Il secondo lato ameno è dato dal fatto che l’ISIS continua a mandare rinforzi in Italia mescolati con le donne e i bambini, camuffati da disperati.

Lo vogliono capire i soloni dei mezzi di comunicazione, che il sistema più sicuro per trasferire non quattro scalmanati attentatori, ma alcune migliaia di combattenti è quello di mascherarli da migranti?

E i dirigenti dell’ISIS, ben consci che per invadere l’Italia, non dispongono di una adeguata marina, usano la marina militare italica. Quindi li spostano con tanto di scorta armata.

E la marina da guerra (si fa per dire) italica continua a far loro da traghetto gratuito.

I servizi segreti (che sono stati dichiarati da Governo e Stampa i più efficienti del mondo), hanno solo ora scoperto che, FORSE, tra i migranti si potrebbero celare potenziali attentatori.

3.-In occasione di questo trambusto è stata pure mostrata “a faccia firoce “ con il guardia coste (guardia de che) che avendo tentato di impadronirsi del battello dei “disperati” si è vista imporre il “molla l’osso” da quattro tagliagole montati su un gommone contro il quale sarebbe bastata una cerbottana per sgonfiare lo scafo.

Forse perchè così prescrivono  le “regole di ingaggio” della Forze Armate, che sarebbe il caso ormai di chiamarle con il loro vero nome : forze disarmate.

4.-Dopo tutto questo parlare, parlare  senza risultati, a sorpresa  Renzi  ha pomposamente dichiarato : “ragazzi, abbiamo scherzato, non è il momento di fare …… (le cose serie), ma di trattare”.

Per carità, non sono un guerrafondaio ad oltranza , ma penso che in certe situazioni o si tace totalmente o si opera (dicendolo dopo),  sino alle estreme conseguenze. Almeno così ha scritto Klausewiz.

Previa un grande ponderatezza con relativa valutazione dei mezzi a disposizione, del loro reale valore, nonché dei pro e dei contro.

Cercando di non dimenticare mai la bella figura fatta in occasione dello sbarco sulle spiagge del Libano con la “faccia firoce “ e lo slalom tra le sedie a sdraio dove erano mollemente adagiate deliziose fanciulle in bikini, altamente sorprese dall’atteggiamento dei “mascalzoni latini”.

Soprattutto per dignità (parola ostrogota per chi ci comanda e sfrutta).

Allora il buon Renzi ha deciso di trattare ! Chi ci manda a trattare? La Mogherini, Gentiloni i quali all’estero sono considerati un po’ meno di niente? O ci manda la Maria Elena Boschi che però , in questo momento, è impegnata a trattare cose ben più urgenti ed importanti come quella di salvare il padre dai problemi giudiziari?

Insomma le palle sono finite perché mai come ora “ i ball in bun de fa bröd”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment