Italia, dal Pd nel caos al tribunale che parla di indipendenza come precursore di reato

indipendenza venetaUna giornata italiana in sintesi. Con lo sfondo dello scandalo tesseramenti della principale forza di governo, viene indagato sulla vicenda CONSIP Tiziano Renzi, padre dell’ex-Primo Ministro ed attuale segretario del PD. Un ministro ad oggi in carica (Lotti) viene coinvolto nella medesima inchiesta. Intanto è condannato a 9 anni in primo grado un’altra colonna (Verdini) del precedente governo. Durante il medesimo governo il Presidente della Repubblica è stato eletto da un parlamento che Mattarella stesso ha contribuito a giudicare illegittimo quando operava alla Corte Costituzionale. Il sistema fiscale asfissiante in Veneto, è letteralmente deriso in Sicilia.

Secondo l’Unione Europea 1,2 milioni di migranti, molti  dei quali arrivati in Italia, non ha i titoli per essere considerato rifugiato e stare sul territorio nazionale. Questo sistema è una disumana e perversa associazione a delinquere che vogliamo correggere col nuovo Veneto indipendente.

Indipendenza che, sempre oggi, il Pubblico Ministero di Brescia ha dichiarato essere un concetto “precursore di reato” poiché attenterebbe all’integrità dello stato. Premesso  la legislazione italiana in essere (vedi L.85/2006!),   il rivendicare indipendenza attiene al diritto all’auto-determinazione dei Popoli, sancito da ben 5 trattati internazionali (tra i quali la Carta delle Nazioni Unite all’articolo 1)… che l’Italia ha sottoscritto!

Tutto ciò, in una sola giornata: questa disgraziata contemporaneità deve far riflettere su quale sia la profondità del baratro morale e sostanziale nel quale sta precipitando la ormai presunta democrazia italica. Si deve prendere atto che serve una rivoluzione culturale ed istituzionale che ci conduca quanto prima ad un vero rinascimento sociale. Nella scelta tra indipendenza veneta o deriva italiana si gioca in concreto il nostro futuro.

 

Massimo Vidori

1° Consigliere Nazionale di Indipendenza Veneta

Print Friendly

Related Posts

6 Comments

  1. Ric says:

    Ancora , se chiamate le pompe funebri come minimo c’é giá il morto ;
    se , con tutto rispetto per la professione , chiamate avvocati per essere “difesi” , anche in questo caso c’è già il morto , voi .
    Se insegnassero ai figli cosa significa lavoro , già ci sarebbero idee più chiare sul concetto differenziato da sovrastruttura , in tante circostanze si arriverebbe presto al sodo e la realtá risulterebbe più facile ed in automatico anche giusta , anche se di giustizia è necessario relagare come conseguenza del capire , comprendere , più che issarla a valorialitá tipicamente terrene .
    Provate ad immaginare e vi verrà sicuramente un sorriso pensando che esiste un ministero della sic. giustizia , addirittura una corte suprema sic .
    È inutile siamo nell’allevamento dei vinti , chi sale sul ring è giá sconfitto in partenza , comunque vada sarà amara disperazione o vittoria di Pirro .
    Vincono sempre le sabbie mobili in quanto ci ostiniamo , lasciando che terzietá mettano interesse in una vita che non è la loro ; se è davvero nostra la vita bisogna essere in grado di prendercela e proteggerla .

  2. Ric says:

    La legittimazione come sempre la fornisce l’inconsapevolezza , figlia dell’ignoranza , parente dell’illusione . La cosiddetta democrazia ha una trama fitta di poteri collegati e complici utili idioti rappresentati da fedeli credenti . Perciò il complice va anche ricercato nelle debolezze individuali , nella mal riposta concezione di bontà, di mitezza , di moderazione , di cultura . Contenuti, concetti , parole , valori svuotati di significato per essere sostituiti con le droghe dell’inganno , con le leggi dei mafiosi , col sangue infetto di razze predone e necrofile , con infiltrazioni di rancore odio invidia disprezzo . Assolutizzati dall’ego malato tragicamente solo a fare i conti con i mostri famelici senza freni e senza colpo ferire ci spolpano in diretta e nel più assoluto assordante silenzio . Requiem .
    O forconi o morte .! Amen .

  3. Ric says:

    Siamo dominati da uno stato invasore , oppressore , straniero per civiltá e razza ; pertanto ogni azione su cittadini è da ritenersi un crimine contro l’umanità , dal momento che non previene , nè persegue reati veri ma a scopo intimidatorio e razziale applica stillicidio ed esproprio materiale .
    Il procedimento è uguale al regime nazista che istituisce reato legiferando in funzione di razza , esegue deportazione in campi di morte , espropria di ogni bene .
    Il procedimento è uguale al tribunale d’inquisizione ove la persona indicata era giá di fatto condannata al rogo .
    Il procedimento è uguale ai tribunali di guerra legittimati ad uccidere con formula del “processo ” sommario .
    Logico che nazisti e comunisti si avvalgono di questi tipi di tribunali e come strategia favoriscono l’invasione delle loro razze alle quali affidano denari previlegi e cariche espropriate ai legittimi proprietari . Fino alla completa estinzione razziale non ci sarà tregua a burocrazia , tasse , gabelle , tribunali , e processi . Il destino è già lì da vedere ; le pecore tosate e sgozzate anche . Domanda : Non fabbricano più forconi o il genocidio di massa non fa nascere più uomini liberi ?

  4. FIL DE FER says:

    Un discorso a parte meriterebbero i magistrati che non hanno di meglio che correre dietro agli indipendentisti Veneti che sino ad oggi non hanno mai fatto male a nessuno !!!!!!!!!!!!
    Al contrario di coloro che invece di lavorare per la giustizia sprecano il loro tempo in vane accuse o invenzioni giuridiche di scarso valore.
    Questi signori sembra non conoscano i diritti internazionali che l’articolo ha già citato e quindi vanno contro loro stessi, cioè contro lo stato che li ha sottoscritti ed accettati.
    Non so se sia malafede o ordini ricevuti da qualcuno a roma che ha interesse di mantenere unita l’italia e non di trovare soluzione per salvare la baracca.
    Gli interessi sono sicuramente personali e non generali. Se l’italia è ancora in piedi lo si deve solo ed esclusivamente agli italiani, ( i Veneti meriterebbero un elogio a parte) quegli italiani che tutti i giorni lavorano e fanno PIL…..tutto il resto è un alveare di parassiti passivi che non producono PIL, ma lo divorano a quattro ganasce per fornire sostentamento a tutti i parenti, amici, etc…etc..etc.. lo vediamo tutti i giorni……lo sappiamo da tanto tempo.
    Se tornassi indietro negli anni avrei dovuto denunciare un numero incredibile di dirigenti, impiegati, divise con o senza stellette, con o senza gradi delle innumerevoli ruberie a cui ero costretto a vedere senza poter fare nulla, pena non so quali conseguenze.
    Oggi non perdonerei più a nessuno. Oggi non sono più disposto a dover subire alcun che da questi parassiti che hanno mandato in malora l’italia ma specialmente il mio VENETO.
    W San Marco sempre !!!!

  5. giancarlo says:

    L’associazione a delinquere che si cita sappiamo tutti che appartiene alla casta per eccellenza.
    Chiamo Dio a testimone che la responsabilità di tutti i morti in mare che negli anni hanno trovato la loro tomba è solo ed esclusivamente dei politici che l’hanno sostenuta.
    Infatti bastava andare nei paesi del Nord Africa e trovare una soluzione più umana.
    L’O.N.U. è l’atra responsabile….come dire tutti i paesi del mondo…..insomma siamo in mano ad una banda di personaggi dediti a giocare con gli esseri umani anziché tutelarli e valorizzarli.
    Il nuovo schiavismo è sotto gli occhi di tutti e provo vergogna ogni volta che leggo, sento e vedo notizie di sopraffazioni, angherie e quant’altro a danno di questi poveri esseri umani trattati….sicuramente meglio degli italiani.
    Lo stato italiano, quindi i politici tutti che lo dirigono a parole ma non nei fatti, è diventato uno stato illegale, corrotto e mafioso. Basta leggere i giornali, vedere le tv ma specialmente assistere alle miserevoli diatribe o battaglie personali dentro i vari partiti italioti.
    Partiti diventati non solo delle botteghe, ma veri arsenali di scontri sociali e partitici che non fanno altro che avvicinare il DEFAULT dell’italia.
    Quando DRAGHI sarà costretto ad interrompere il Q.E……cosa pensano succederà all’italia i politici lungimiranti, illuminati o meglio fulminati che abbiamo???????????
    SARA’ LA FINE………e stavolta veramente !!!
    La ripresa, dopo la batosta della crisi che non finirà prima di altri 10 anni, quindi dentro una nuova crisi finanziaria e bancaria che sta già maturando, e sarà peggiore, allora chi si metterà a piangere o gridare al disastro o altro…ricordatevi saranno gli ipocriti che oggi dicono che tutto va bene, oppure che c’è la ripresa, oppure che pur lentamente ci stiamo muovendo o risollevando……tutte bugie per tirare a campare.
    Sono 20 anni che la crisi è incominciata, forse 25 anni, ma tutti hanno fatto finta di non accorgersene. Quando le fabbriche, anche qui nel Veneto , chiudevano e se ne andavano all’estero a produrre…..nessuno le ha fermate. Nessuno si è interessato di capire perché ciò avveniva. Che dire di più se non imprecare contro chi ha fatto della cosa pubblica la loro azienda d’affari personale ????????!!!!!!!!!!
    WSM

  6. Giancarlo Pagliarini says:

    Bravo !!!! Giancarlo Pagliarini

Leave a Comment