ISTRUZIONE, ARRIGHINI (GRANDE NORD). NO ALLA TRANSUMANZA DEI DOCENTI: IN LOMBARDIA SERVE FORMAZIONE AL TOP 

scuola-materna-suore-940x500

«Un’autentica autonomia scolastica, con assunzione da parte di Regione Lombardia della gestione diretta di tutte le scuole pubbliche lombarde: questo l’impegno di Grande Nord per garantire agli studenti la certezza di un corpo insegnante selezionato e un livello di insegnamento e formazione di prim’ordine. Unregione produttiva, europea e industrializzata come Regione Lombardia non può permettersi di compromettere la formazione di base di generazioni di studenti a causa della rigidità obbligatoria dei programmi e dei libri di testo, della negazione di ogni principio meritocratico, della transumanza andata e ritorno di decine di migliaia di docenti provenienti dal sud con cattedre al nord, che all’inizio di ogni anno scolastico rimangono sistematicamente scoperte» dichiara Giulio Arrighini, candidato di Grande Nord alla presidenza di Regione Lombardia.

«L’azione di Grande Nord – chiarisce Arrighini – sarà volta a trattare alla pari con lo Stato centrale per la gestione delle scuole attraverso concorsi distrettuali su territori di circa 200.000 residenti e 20.000 studenti in età di obbligo scolastico, l’abolizione del trasferimento nazionale a domanda degli insegnanti, l’introduzione del vincolo di appartenenza al territorio degli stessi tramite la clausola delle liste regionali e per finire, il diritto di nomina dei dirigenti scolastici distrettuali e i voucher scolastici che garantiscano alle famiglie la libertà di scegliere fra formazione pubblica e privata. Quella dell’istruzione è una partita fondamentale per Regione Lombardia e per tutti i lombardi, a cominciare dai più piccoli».

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. caterina says:

    plaudo…la formazione dalla prima infanzia è fondamentale e merita il massimo dell’impegno!

  2. sergio bianchini says:

    vedo che gli obiettivi da me sostenuti da tempo sono ripresi. Bene. Rimane il tema delle supplenze da esternalizzare. Così non si creano crediti fasulli per assunzioni in sanatoria.

Leave a Comment