ISLANDA: BASTA EURO E PENSA AL DOLLARO CANADESE

di REDAZIONE

Tutti convinti che Reykjavík stia guardando a oriente, verso l’Europa, verso l’Euro; e invece il colpo a sorpresa potrebbe essere dietro l’angolo perché l’Islanda – alla ricerca di una moneta stabile su cui inchiodare la sua economia in ripresa – starebbe pensando di girarsi dall’altra parte. Vale a dire verso il Canada e verso il dollaro canadese.

Precisiamo subito che da parte dei diretti interessati non arriva nessuna conferma in merito: niente dalle autorità islandesi, niente dall’ambasciata canadese.E aggiungiamo pure che lo scenario di un dollaro canadese nei portafogli dei cittadini islandesi a oggi appare ancora molto lontano, nonostante una voce del genere fosse circolata già la scorsa estate. Eppure la notizia c’è e fa parlare. L’instabilità finanziaria dell’Islanda è una delle ragioni che impediscono all’isola di rimettere in moto la propria economia: la corona è letteralmente crollata negli ultimi anni, Reykjavík ha bisogno di una valuta stabile.

Esigenze di questo tipo hanno finito per convincere anche molti islandesi, pronti a rinunciare alla loro amata indipendenza per adottare l’euro.

Ora però spunta quest’altra ipotesi, il dollaro canadese: e pare che da Ottawa sia arrivata anche una disponibilità generale a parlarne. Secondo i giornalisti islandesi del Ruv, l’ambasciatore canadese sull’isola avrebbe detto che il governo di Ottawa è pronto a discuterne con le autorità di Reykjavík qualora queste ne faranno richiesta.Se l’adozione dovesse davvero farsi, l’Islanda perderebbe il controllo sulla propria politica monetaria che sarebbe evidentemente gestita dalla Banca Centrale Canadese. Per Ottawa potrebbe essere l’occasione per diffondere la propria valuta nelle regioni Artiche.

di Antonio Scafati

FONTE ORIGINALE: http://www.direttanews.it/2012/03/03/e-se-lislanda-decidesse-di-adottare-il-dollaro-canadese/

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Simone Tretti says:

    L’islanda fa fatica a riprender fiato economico poichè è soggetta all’embargo europeo. Tradotto: o si sottomette o non commercia con l’europa.

  2. Giacomo says:

    Cosa vuol dire “diffondere la propria valuta nelle regioni Artiche”? Diffonderanno la loro moneta in Islanda, nelle tasche di 320mila Islandesi. Oppure i canadesi pensano a orsi bianchi, foche e orche assassine? Vi raccomando, state alla larga almeno voi dalle scempiaggini dei giornalisti italiani. Siete il mio raggio di sole mediatico… 🙂

    • luigi bandiera says:

      BISOGNA STAR LONTANO DA TUTTO QUEL CHE SA DI ITAGLIANO… LO STATO a TRE COLORI E’ LA PESTE DEL TERZO MILLENNIO PER NOI..!!

      LB

  3. luigi bandiera says:

    Solo una domanda:

    in Spagna ci sono gli euro e gli euros. (non so in altri stati).

    In italia ci sono solo gli euro.

    Qualcosa non funziona oppure sono io che non funziono..??

    il mio primo commento fu: ci fregano anche sul plurale e che veloce la cruscona o semoeona accademia a sentenziare…!!

    Ma se da euro si passava, al plurale, a euri non era piu’ chiaro..??

    Per me ci fregano sempre e comunque…

    Si dorme..?

    LB

Leave a Comment