“Islam uguale pace”. E chi se ne frega se l’ha detto il Papa. Quando non parla ex cathedra non è infallibile

Pope Francis

di MARIO DI MAIO  – Fortunatamente non è necessario un “certificato di santità” rilasciato in bollo dalla parrocchia di nascita o di residenza per criticare il papa quando non parla “ex cathedra” da solo o insieme con l’episcopato.

Pertanto è pienamente lecito condividere il pensiero degli opinionisti convinti che in fatto di Islam si stia sbagliando e non di poco. In effetti i suoi giudizi, notoriamente molto rilevanti per gli orientamenti di una vastissima platea internazionale, nel caso specifico dell’Isis, possono aumentare la già pericolosa dose di confusione dei fedeli nelle materie “delicate”.

Proclamare che non c’è nessuna guerra di religione perché l’Islam vuole la pace e che i conflitti li scatenano solo “i capitalisti” assetati di maggiori guadagni è fuorviante. Le crociate sono state organizzate per motivi ben diversi ad esempio. Oggi papa Bergoglio è in Polonia, ospite di un episcopato che conosce per esperienza la sottomissione alle dittature e anche le persecuzioni religiose. Auguriamoci che acquisisca informazioni utili.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Leave a Comment