Islam 3/ Le responsabilità della Germania nella fine dell’Europa

Merkel_Europadi ALDO MOLTIFIORI – Coloro che nel mondo occidentale si affannano ad autoflagellarsi e a flagellare la nostra storia devono dare le dimissioni da questa società e sono fortemente incoraggiati a lasciare l’Occidente e finire i loro giorni come schiavi nella regressione e nella barbarie, ossia in Oriente, ma non in quello persiano, bensì in quello islamico. Il primo leader che occorre incoraggiare a fare una tale scelta di dimissioni, e lo dico con grande sofferenza è proprio la Cancelliere Angela Merkel. Da sempre ho visto in Lei la grande erede di Margareth Tacher. Nella sua gestione della crisi Greca ho rivisto alcuni tratti della regina Vittoria. Poi a cavallo dello scorso autunno di fronte ad una vera e propria invasione di quei ceffi musulmani così stupidamente chiamati migranti è crollata sotto una miriade di scelte autodistruttive sia per la Germania che per l’Europa. Parigi e Colonia sono solo le due ultime tappe di un processo di invasione e di distruzione che è in atto ormai da anni. Oggi i musulmani che a vario titolo scorrazzano liberi di fare ciò che vogliono in Europa sono più di 35 milioni! Ripeto 35 milioni. Si dice che molti di essi si siano in qualche modo europeizzati. Personalmente non ci credo; basta vedere come vivono nelle nostre città, dove interi rioni non sono più accessibili agli europei.  O, come allevano i loro figli nella più pura tradizione islamica e quando non vi si uniformino li uccidono.

Ciò però che ha reso il caso della Germania un vero e proprio baratro verso la sua autodistruzione e con essa quella dell’Europa è che a fronte di una popolazione giovanile tedesca di poco più 10 milioni di unità nel breve volgere di pochi mesi sono arrivati in quel Paese più di un milione di giovani ventenni, altri 200.000 sono attesi nel 2016. Il che significa l’assoluta impossibilità di assorbire l’impatto demografico che una tale popolazione in età riproduttiva provocherà sulla natura stessa della Germania. Voglio dire che nel giro di qualche anno metà della popolazione tedesca sarà costituita da Medio Orientali e Nord Africani tutti rigorosamente musulmani. Sembra che la nemesi vendicatrice questa volta si rivolga contro i tedeschi e contro gli europei piuttosto che contro gli Ebrei i nostri fratelli maggiori . Ricordate quella immane “soluzione finale” ordita dall’ariano Hitler contro gli infedeli e traditori Ebrei, allora tanto osannata dal gran Muftì musulmano di Gerusalemme e oggi ancora richiesta a gran forza dalla teocrazia musulmana dell’Iran? Ebbene allora gli anglo-americani la resero impossibile processando i responsabili di quel terribile olocausto avendo, nel contempo cura di modificare irreversibilmente il DNA belligerante dei tedeschi. Oggi quella “Soluzione finale” non solo diventa possibile ad opera dei musulmani nei confronti della Germania, ma di tutto il continente europeo, Ma non attraverso i carri armati o i forni a gas. No! Solo attraversano gli inesistenti confini dell’Europa, installandosi nelle nostre città, costruendo la nostra fine e badate bene: il tutto a nostre spese! Credo che non esista altro caso nella lunga storia dell’uomo di un suicidio di popoli così ben pianificato, organizzato e condotto a termine con teutonica precisione. Questo è il disastro storico che Merkel e compagni stanno producendo.

(3 – segue)

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment