C’E’ UN RISCHIO “BOOM IPOETACARIO” IN SVIZZERA

di REDAZIONE

La Banca nazionale svizzera (BNS) stima «segnali tangibili di squilibri si accumulino sui mercati ipotecario e immobiliare in Svizzera». Il volume dei prestiti e i prezzi sono ancora aumentati fortemente negli ultimi tempi. L’istituto valuta ora misure volte ad arginare tale boom. Nel 2011 i crediti ipotecari sono aumentati del 5,2%, ovvero di una quarantina di miliardi, a quasi 798 miliardi, sottolinea la Bns nel rapporto sulla stabilità finanziaria, pubblicato oggi.

La Bns ripete dunque gli avvertimenti lanciati già due anni fa. Gli squilibri potrebbero accentuarsi ulteriormente e un simile andamento accrescerebbe il rischio di una «brusca» correzione a medio termine degli eccessi. Il profilo delle banche in Svizzera comprende maggiori rischi ora rispetto al 2007, in particolare per quanto concerne i prestiti ipotecari e possibili aumenti dei tassi di interesse, osserva la Bns.

I prezzi degli appartamenti in comproprietà a volte superano il livello giustificato dai fondamentali economici, ha affermato oggi a Berna Jean-Pierre Danthine, vicepresidente della direzione della Bns.

In alcune regioni, come l’Arco lemanico e sulle rive dei laghi di Zurigo e Zugo, il rischio di bolla immobiliare riguarda tutti i segmenti del mercato residenziale, secondo la Bns.Gli squilibri si esprimono in varie forme. Ad esempio il rapporto tra l’evoluzione dei prestiti ipotecari e quella del prodotto interno lordo (Pil) non ha cessato di aumentare, continua Danthine. Quali misure prudenziali la Bns valuta la possibilità di introdurre l’ammortizzatore anticiclico, ossia «cuscinetti» di capitale, una misura che il Consiglio federale ha autorizzato dal primo luglio.

La Bns potrebbe chiedere all’Esecutivo di prescrivere mezzi propri supplementari fino a un massimo del 2,5% delle posizioni commisurate al rischio. In caso di riassorbimento degli squilibri, i provvedimenti anticiclici nel campo dei fondi propri sarebbero disattivati, con effetto immediato o graduale. L’ammortizzatore anticiclico è un elemento importante di Basilea 3. Sarà introdotto nella maggior parte dei paesi nei prossimi anni. L’anticipazione della Svizzera «si giustifica con le preoccupazioni sugli squilibri ciclici sui mercati ipotecario e immobiliare», ha rilevato Danthine.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment