Intimiditi, in attesa di essere sottomessi

renzi2

di MARIO DI MAIO – Renzi :”non ci lasciamo intimidire “. Mattarella :”non ci piegheranno”. La realtà è che da un bel pezzo tutta la popolazione è sotto intimidazione in attesa di essere piegata rigorosamente in due. L’Isis per ora si astiene dall’organizzare attentati a Roma, dove potrebbe sfruttare il giubileo, o altrove, perché il nostro governo lavora per l ‘Islam, secondo i desiderata dei cattoprogressisti dialoganti e dei centri sociali. Gli islamici clandestini, prelevati dalle coste africane, vengono infatti distribuiti capillarmente specie tra i borghi montani del Nord, da La Tuile a Drenchia, e così quando decideranno di passare “all’azione” avranno in pratica il controllo del territorio e creeranno anche problemi di sopravvivenza alle popolazioni padano /alpine. Naturalmente nessuno li fermerà con le armi perché non facciamo “guerre di religione “. Piuttosto, usando la nostra cultura, che francamente nessuno ci invidia,  realizzeremo finalmente la sospirata convivenza “pacifica “.

Print Friendly

Recent Posts

One Comment

  1. caterina says:

    “non ci lasciamo intimidire”… e per dimostrarlo avanzano alla testa del corteo in settata sottobraccio l’uno all’altro in rappresentanza di altrettanti paesi dopo la strage al Bataclan… infatti dopo le stragi sono finite!… solo scena… ai politici non importa altro!

Leave a Comment