Expo, Gibelli si avvale della facoltà di non rispondere

di REDAZIONEgibelli

Il segretario generale della Regione Lombardia, Andrea Gibelli, accusato di turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente nell’inchiesta milanese che vede indagato, tra gli altri, per lo stesso reato e per induzione indebita anche il Governatore lombardo Roberto Maroni, si è avvalso della facoltà di non rispondere nell’interrogatorio davanti al pm di Milano Eugenio Fusco.

Dopo Gibelli, Maroni

Gibelli aveva ricevuto, nei giorni scorsi, un invito a comparire da parte della Procura, assistito dal legale Olivo Rinaldi, si è presentato davanti al pm e ha scelto di non rispondere. Prima della chiusura dell’inchiesta gli inquirenti hanno intenzione, tra l’altro, di interrogare anche Maroni e il capo della sua segreteria, Giacomo Ciriello, anche lui indagato.

Al centro dell’inchiesta ci sarebbero presunte pressioni di Maroni per un viaggio a Tokyo nell’ambito del ‘World Expo Tour’ al quale avrebbe dovuto partecipare una sua ex collaboratrice, Maria Grazia Paturzo, e per un contratto ottenuto da un’altra ex collaboratrice, Mara Carluccio, con la societa’ regionale Eupolis.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment