INSUBRIA FESTIVAL 2017, un’edizione più ricca che mai. Dal 22 al 25 aprile a Marcallo con Casone

insubria
MARCALLO (Milano) – Le radici profonde non gelano, scrisse il grande J.R.R. Tolkien, e sono queste le parole migliori per introdurre l’edizione 2017 del Festival Celtico dell’Insubria del Ticino (ormai conosciuto come Insubria Festival), che si tiene dal 22 al 25 aprile 2016 nell’area del parco Ghiotti (tensostruttura e aree attigue) a Marcallo con Casone (MI).
Come ogni anno, le lancette del tempo torneranno ai tempi in cui fioriva e prosperava la cultura degli Insubri, che proprio nel cuore della Lombardia si è sviluppata nel corso dei secoli.
Concerti, mercatini celtici, rievocazioni storiche, mostre, stage di danze e molto altro ancore, il tutto accompagnato da cucina e birra artigianale (ed altre bevande provenienti da Bretagna, Belgio ed altre parti d’Europa).
Ogni giorno, dalle 9 a tarda sera, si aprirà il mercatino celtico, con decine e decine di espositori da Italia ed Europa. Spazio come sempre agli accampamenti storici (riproposti secondo la pura tradizione dei Celti), conferenze di approfondimento (sabato 22, alle 16, quella sulla spiritualità celtica; domenica 23, alle 17, musica identità e lingua;  martedì 25, da non perdere, Paolo Gulisano tratterà gli elementi celtici nel Signore degli Anelli), mentre come ogni anno dalle 20- sul palco del Festival- saliranno alcuni dei nomi più importanti della musica etnica ed identitaria. Si parte sabato 22 coi due concerti dei piemontesi Keily’s Folk (alle 21) e dei lombardi Dirty Bastards (22.30), una band che ripropone la tradizione irlandese e vanta ormai centinaia di concerti nei festiva di Italia ed Europa. La prima serata si concluderà, dopo la mezzanotte, col rito dei fuochi di Beltane. Domenica 23, dalle 16 alle 17, rievocazione della storica battaglia del Ticino, mentre dalle 21 saliranno sul palco gli occitani Autre Chant e a seguire il ritmo irresistibile (e sempre dall’Occitania piemontese) dei Lou Tapage. Lunedì 24 si esibiranno dalle 21 i Dark Lunacy (dall’Emilia), mente alle 22.30 un appuntamento da NON perdere con il folk metal degli Arkona, epica band formatasi in Russia con all’attivo diversi album registrati in studio e l’esibizione in decine di festival in tutta Europa. Il festival si chiuderà il 25 aprile con musica folk dialettale e, dalle 18 e poi dalle 21, con i balli di gruppo dei Gens D’Ys.
INFO LOGISTICHE E DI ALTRO GENERE
Come ogni anno, il ricavato della manifestazione sosterrà le attività culturali dell’associazione Terra Insubre. La ristorazione sarà garantita per tutti e 4 i giorni dal pub celtico, dalla birra e dai prodotti agricoli a km zero (anche per vegetariani) che saranno distribuiti in tutto il Parco Ghiotti.
Tutto il programma sul sito www.insubriafestival.org o alla pagina https://www.facebook.com/insubriafestival
Parcheggio
Numerosi parcheggi gratuiti sono disponibili nelle immediate vicinanze del Parco Ghiotti.
Per la giornata del 25 aprile, festa del patrono di Marcallo, nella mattinata e fino al tardo pomeriggio è prevista la chiusura di alcune strade adiacenti e un’affluenza di pubblico particolarmente elevata.
Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment