Pensioni d’oro, rimborsate dall’Inps le trattenute imposte da Monti

di REDAZIONE

La norma, dichiarata illegittima dalla Corte costituzionale con la sentenza 116/2013, prevedeva che, a decorrere dal primo agosto 2011 e fino al 31 dicembre 2014, i trattamenti pensionistici, corrisposti da enti gestori di forme di previdenza obbligatorie, i cui importi risultassero complessivamente superiori a 90mila euro lordi annui fossero assoggettati ad un contributo di perequazione pari al 5% della parte eccedente l’importo fino a 150mila euro; pari al 10% per la parte eccedente 150mila euro; e al 15% per la parte eccedente 200mila euro. Le famigerate “pensioni d’oro” insomma.

La Consulta ha giudicato questa norma in contrasto con gli articoli 3 e 53 della Costituzione, rispettivamente sul principio di uguaglianza e sul sistema tributario. A seguito della sentenza, fa sapere l’Istituto di previdenza, ”l’Inps ha interrotto l’applicazione della trattenuta del citato contributo di perequazione e provvede alla restituzione dell’importo trattenuto nell’anno 2013”.

La variazione dell’importo della pensione e la restituzione delle trattenute avviene in occasione dei pagamenti di pensione di luglio e agosto nel modo seguente, spiega l’Inps: per le pensioni delle gestioni dello sport e spettacolo, con il pagamento del 10 luglio e’ stato aggiornato l’importo e restituito quanto trattenuto nel primo semestre dell’anno; per le pensioni delle gestioni pubbliche, l’importo della pensione e’ stato aggiornato con il pagamento del 16 luglio, mentre la restituzione delle trattenute effettuate da gennaio a giugno avverra’ in occasione del pagamento di agosto; per le pensioni delle gestioni private, il primo agosto sara’ aggiornata la rata in pagamento e restituito l’importo trattenuto da gennaio a luglio 2013.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

8 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Franco,
    ABOLIRE L’ITALIA…

    Ma ormai siamo gia’ ISLAFRITALIANI e il perche’ da italia si e’ passati a ISLAFRITALIA..! E’ gia’ stata abolita e nessuno lo sa..!

    Oggi e’ uno, il ministro venuto dal continente nero, ma domani..??

    Forse uno di bianco rimarrà perche’ se no qualcuno potrebbe ribellarsi e non sta bbbene..!

    Dire sveglia passi per razzista.

    Quindi..?

    BUON SONNO A DUDDIs..!!!

    PS:
    da notare che sono gli intellighenti a fare DANNI a josa..!

    I PEONES subiscono in religioso silenzio. Ma durera’..??

  2. keres says:

    Che restituiscano a tutti i lavoratori tutti gli anni dopo il
    trentacinquesimo i contributi versati e la pensione
    non percepita!

  3. Franco says:

    Abolire la corte!

  4. Dan says:

    Colpa nostra che continuiamo a far scendere acqua al mulino.

  5. Gian says:

    altra domanda: vista la composizione della corte costituzionale, vista l’età dei giudici, non è che questi signori sono già in pensione e stavano già versando il contributo di solidarietà visto che l’età media è di 70 anni???

    speriamo che paghino tanto di IMU così aboliscono anche quella…

    di sicuro invece c’è che solo 2 su 15 sono nati in Padania, di Firenze c’e n’è uno e tutti gli altri son t… … trentuno?

  6. Gian says:

    domanda: quale sarà la pensione dei giudici della corte costituzionale tra qualche anno quando andranno in pensione? sarà più o meno di 90.000 euro anni? sarebbero stati soggetti al prelievo in questione?

  7. luigi bandiera says:

    Ve lo ho scritto in tutte le salse: la costituzione e’ carta igienika e serve a pulire loro KULO..!!

    Salam

Leave a Comment