Innalzamento pensioni fino a 70 anni. L’aumento per l’aspettativa di vita lo votò il governo della Lega

leganord

di ROBERTO BERNARDELLI – Tanto clamore, tanto scandalo sull’innalzamento costante dell’età pensionabile che non si ferma a 67 anni e più. Se tanto mi dà tanto, l’adeguamento dei requisiti di pensionamento all’aspettativa di vita venne introdotto tra il 2009 e il 2010. Io al governo non c’ero e neanche voi, mi pare. Governava Forza Italia con la Lega. O no?

Entro l’anno il governo in carica deve decidere se proseguire su questa strada dei balzelli fino a 70 anni, oppure bloccare la follia. I sindacati chiedono di intervenire per evitarlo. Una volta tanto si svegliano. E sostengono la necessità di superare gli automatismi legati alle aspettative di vita poiché «non è pensabile ipotizzare ulteriori aumenti dell’età pensionabile, dal momento che già oggi le norme italiane sono fra le più penalizzanti in Europa», come riporta Il Sole 24 Ore. Infatti in base agli scenari demografici Istat a gennaio 2019 l’età per la pensione di vecchiaia sale da 66 anni e 7 mesi a 67 anni. Poi da 67 anni e 3 mesi nel 2021, passa a 68 anni e 1 mese nel 2031, a 68 anni e 11 mesi nel 2041, fino a 69 anni e 9 mesi nel 2051.

Meglio andare a passare il tempo in un Laogai.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Devo averlo scritto ancora tempo fa: questi “governanti” sembrano una banda di magna magna a tradimento.
    Oh, si. Dispiace dirlo ma dai fatti li riconosco tali.
    Tutti li’ per curare i nostri interessi ma in NEGATIVO.
    Mi chiedo quando si fermeranno o andranno in pensione loro con i loro stramaledetti atti contro i cittadini..?
    Davvero abbiamo dei poteri (dicono siano solo tre. Hai voglia…) che non averli sarebbe un TERNO AL LOTTO.
    E tutti li’ come dei spasimanti per poter occupare le poltrone che sono solo FONTE DI GUADAGNO A GRATIS, per loro.
    Una volta seduti su tale scanno pontificano e defecano leggi contro di noi.
    E noi instupiditi e insemenii dal loro verbo andiamo ancora a votarli. Facciamo la fila per poterlo fare. CREDULONI..!!
    Cosi’ una parte di potere viene (per quel che vale) eletto e una parte no, sempre nominato d’ufficio.
    Le loro paghe sono fatte dai loro menestrelli.
    L’e’ tutta una famiglia. O cosca..?
    Un potere cosi (tre re uno piu’ furbo dell’altro) e’ destinato a sopraffarci. Senza se e senza ma.
    Beh, lo si e’ visto in 150a cosa ha partorito la cosiddetta repubblika demokratica italiana e non solo, direi europea.
    Adesso ti stangano anche dalle parole usate. Poi guai se non accetti di essere OCCUPATO o INVASO dagli africani.
    Un tempo mettevano all’indice i libri ed erano arretrati e tanto analfabeti e tanto cattivi. Non c’era la demokrazia.
    Oggi mettono in black list le parole: siamo o no progrediti e liberi..?
    Avete capito bene: noi siamo nella black list non loro e le loro leggi e sproloqui quotidiani, e mi penso ad una certa signora che si sente legittimata a dire certe cavolate che sappiamo e che rendono l’idea di come siamo presi.
    Siamo ormai nel BARATRO..!!
    LE FOIBE SONO QUIiii..!!!
    Auguri a tutti…

Leave a Comment