Indipendenza Noi Veneto, risoluzione in Regione per la Catalogna

guadagnini catalognaIl Consiglio Regionale del Veneto ha approvato nella seduta di martedì 12 gennaio, una risoluzione del consigliere Antonio Guadagnini (Indipendenza Noi Veneto) di “pieno sostegno all’iniziativa del parlamento catalano finalizzata all’indipendenza della Catalunya” con 28 voti a favore a 12 astenuti.

“Profonda soddisfazione” è stata espressa dal consigliere Antonio Guadagnini per questa ulteriore manifestazione di condivisione e di solidarietà nei confronti del processo indipendentista catalano da parte del parlamento veneto che giunge in contemporanea alla nomina del nuovo governatore catalano Carles Puigdemont e del conseguente rilancio del percorso indipendentista.

“E’ la terza volta che il parlamento veneto esprime la propria solidarietà alla nazione catalana che sta portando avanti una rivendicazione che non è solo catalana, ma di tutti i popoli europei che riconoscono il diritto all’autodeterminazione e che lottano affinché questo diritto naturale sia sempre applicato dagli stati, senza se e senza ma” ha ribadito il consigliere Guadagnini.

Print Friendly

Recent Posts

3 Comments

  1. Benevento says:

    La Catalogna ha un Popolo unito,compatto e guerriero…il Veneto ha 4 gatti che appena i marocchini che spacciano a Padova indisturbati urlano “Allah u Akbar” se la fanno letteralmente sotto

  2. luigi bandiera says:

    Ma che bravi a pensare sempre ai foresti: quando si muoveranno per il popolo veneto..?

  3. caterina says:

    patetico…uno che sta sempre con chi vince!… e non gli viene in mente di riflettere sulla mossa di Zaia che l’ha inglobato nella sua lista civetta per mascherarsi dietro la propria figuraccia di fronte ai Veneti!
    li avrebbe potuto condurre lui all’indipendenza tre anni fa, tranquillamente quando aveva un’amplissima maggioranza di consensi…purtroppo gli mancava la statura, al seguito com’è sempre stato dei capi del suo partito di riferimento, che nel frattempo si orientava sempre più a Roma, e indistintamente tutti con l’occhio alla propria tasca…

Leave a Comment