Indipendenza: ICEC porta al Parlamento Fiammingo e al Parlamento del Belgio l’autodeterminazione catalana

 

ICEC CAT FLEMISH PARLIAMENT

ICEC CAT BELGIUM PARLIAMENT

di ANNA ARQUE’* – L’organizzazione ICEC non sono certo volti nuovi al Parlamento Fiammingo e al Parlamento Federale del Belgio. Anni di buoni rapporti con il movimento sociale VVB e con il partito politico NVA hanno dato luogo a collaborazioni con i due Parlamenti in molte occasioni. Quest’anno, come portavoce catalana di ICEC ho invitato Constituïm, un pool di 17 giuristi che ha scritto la Costituzione del nuovo stato catalano, e l’ANC (Assemblea Nacional Catalana), l’organizzazione sociale più popolare in Catalogna, per intenderci il motore che ha portato a più riprese in piazza due milioni di catalani, ma anche  uno dei principali attori che ha sposato lo scorso anno la battaglia di ICEC sul come portare di nuovo il referendum ufficiale all’ordine del giorno della politica catalana, referendum ora annunciato per settembre 2017.

Peter De Roover, capogruppo NVA al Parlamento belga, Peter Luykx, capo della Commissione degli Affari Esteri di NVA e Rita Bellens della Commissione delle relazioni Esteri, hanno ricevuto la delegazione catalana al Parlamento del Belgio.

Come Icec Catalogna abbiamo spiegato l’attuale scenario politico catalano e le ragioni per cui il referendum è tornato ad essere il principale obiettivo politico. Jordi Domingo, portavoce di Constituïm e Toni Fitó, membro dello stesso gruppo, hanno consegnato il testo della Costituzione catalana. Montse Daban, responsabile delle relazioni internazionali della ANC ha spiegato il lavoro attualmente svolto dalla sua organizzazione e dal Governo catalano per permettere ai catalani all’estero di votare al referendum catalano ufficiale per l’indipendenza del settembre 2017.

Il Vicepresidente delle relazioni esterne per il governo fiammingo, Jan Van Esbroeck, ha organizzato un l’incontro al Parlamento fiammingo con la delegazione catalana che è stata accolta dal Vicepresidente, Wilfried Vandaele, dal Ministro Ben Weyts, dal senatore Karl Vanlouwe, e dai membri del Parlamento fiammingo Lieve Maes, Marc Hendrickx, Karim Van Overmeire, Paul Van Miert e Kris Van Dijck.

Constituïm  ha avuto un ulteriore incontro con Steven Utsi del VVB per discutere ulteriormente del processo in atto in Catalogna e per approfondire i prossimi passi previsti per rendere il progetto di Costituzione catalana una realtà.

* portavoce di ICEC Catalogna

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. giancarlo says:

    Dove sono i Veneti ?
    Guadagnini non lo vedo……………come mai ?

Leave a Comment