Inchiesta scuola lombarda dell’Indipendenza, interrogazione di Grimoldi sul direttore regionale

di ANDREA TURATINUOVI DEPUTATI

Ci siamo interrogati, per primi, nei giorni scorsi, su una vicenda inusuale che si sarebbe consumata nelle scuole della Lombardia. Il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale, a legge sulla scuola non ancora definitivamente approvata, avrebbe convocato i dirigenti, i presidi in buona sostanza, per votare una delibera sull’organico in applicazione dell’approvanda legge futura. Singolare. E’ vero che la Lombardia è sempre avanti e anticipa i tempi, ma anticipare le leggi è quanto meno curioso.

L’Indipendenza raccontava le voci di corridoio, poi, a seguire, il Fatto Quotidiano riprendeva la notizia, infine gli organi sindacali a loro volta, non potendo a questo punto non prendere la parola dopo essere stati anticipati dai due quotidiani, si ponevano altrettante domande.

Mentre i verbali sulle sedute mettevano nero su bianco quanto accaduto. A questo punto, il parlamentare del Carroccio Paolo Grimoldi, ha interrogato il ministro per capire i fatti e chiedere se corrispondano al vero. In questo caso, che spiegazioni potrebbero arrivare per comprendere la solerzia del provveditore regionale?

http://www.lindipendenzanuova.com/la-scuola-lombarda-a-guida-romana-si-porta-avanti-applica-le-leggi-prima-che-siano-approvate/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/06/09/scuola-ddl-aula-ma-miur-manda-gia-circolari-su-organico-cgil-illegittimo/1760032/  

Altri esempi: per l’estratto dal verbale del Liceo Crespi di Busto A.: http://www.liceocrespi.gov.it/verbali/

 Oppure, Istituto Pesenti, Bergamo:    Organico funzionale a.s. 2015/16 (NB: l’organico funzionale sarà legge solo con l’approvazione del DDL “Buona SCUOLA”).

E poi, ancora… http://www.istitutopesenti.gov.it/INFO/COLLEGI%20DOCENTI/449_Collegio%20docenti%20giugno%2015.pdf

 

 Ma ancora: ISIS EINAUDI DALMINE: . Convocazione Collegio dei DocentiMartedì 30 giugno 2015 alle ore 15.30 è convocato in Aula magna il … Proposte per l’organico funzionale dell’autonomia

 

www.isiseinaudi.it/index.php/le-classi/80-generale

Ed ecco l’Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-09727

presentato da GRIMOLDI Paolo

Martedì 7 luglio 2015, seduta n. 456

GRIMOLDI. — Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca . — Per sapere – premesso che:
il giorno 8 ottobre 2014, il Ministro interrogato ha nominato il nuovo direttore generale per l’ufficio scolastico regionale della Lombardia: la dottoressa Delia Campanelli, già dirigente di II fascia del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
sarebbero state completamente ignorate le indicazioni della regione Lombardia, che, a norma di legge, avrebbe dovuto poter esprimere un parere sulla scelta di una figura cui compete, tra l’altro, il collegamento tra il mondo della scuola e gli enti locali;
a quanto consta all’interrogante la dottoressa Delia Campanelli, il 5 giugno 2015, avrebbe convocato tutti i dirigenti delle scuole lombarde, chiedendo loro di far votare dai collegi dei docenti di tutte le scuole del territorio una delibera sull’organico funzionale «in previsione dell’approvazione del disegno di legge della Buona Scuola»;
la delibera sarebbe stata presentata ai dirigenti come «parere preventivo», preventivo rispetto all’approvazione del disegno di legge «Buona Scuola», evidentemente dato per scontato;
i verbali di numerosi collegi docenti della seconda metà di giugno, pubblici e facilmente reperibili in rete sui siti istituzionali delle scuole lombarde, avrebbero introdotto il punto in questione;
alcuni dirigenti invece avrebbero ignorato la richiesta, molti altri si sarebbero sentiti opporre un rifiuto all’irrituale richiesta;
irrituale perché gli uffici scolastici e i dirigenti, a giudizio dell’interrogante, devono applicare, non anticipare gli effetti di norme non ancora divenute legge;
tutto ciò negli stessi giorni, in cui la Commissione affari costituzionali del Senato esprimeva un parere di costituzionalità contrario al disegno di legge della «Buona Scuola» –:
se, quanto indicato dalla dottoressa Campanelli, rispondesse ad una precisa richiesta del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca;
in caso affermativo, per quali ragioni sarebbe stato richiesto di approvare una direttiva relativa ad un disegno di legge che, per definizione, non essendo ancora divenuto legge, non può ancora produrre effetti di alcun tipo. (4-09727)

Print Friendly

Related Posts

Leave a Comment