In Svizzera stanati frontalieri falsi invalidi, certificati dai medici di Varese

di BRUNO DETASSISfrontalieri

Storie da Striscia la notizia, made in Campania. Invece no, è roba di Varese. La Compagnia della Guardia di Finanza di Luino ha concluso l’operazione “EFFATA” che ha portato a verificare la presenza di 18 falsi invalidi (totali e parziali) che lavoravano in Svizzera come frontalieri. Con certificati di medici varesini. Complimenti alla mamma.

La storia va avanti dal 2013, con una attività di verifica delle liste degli invalidi. E, facendo la spunta… sono stati beccati in pieno  due falsi ciechi, un falso invalido al 100%, 15 invalidi parziali che hanno indebitamente beneficiato di assegno mensile di invalidità, omettendo di comunicare lo svolgimento di attività prestate all’estero.

Lavoravano in Svizzera come idraulici, muratori, piastrellisti e collaboratrici domestiche. Tre  i medici  segnalati alla Procura. Uno scherzo costato   oltre mezzo milione di euro. Bene, ora avanti un altro. A quando nuovi controlli?

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment