In Senato Pdl sul “recupero” dei jihadisti. Contro 5Stelle, Lega, Forza Italia, Fdi

isisGli attentati  a Barcellona e Cambrils, costati la vita a 14 persone, riportano l’attenzione sulla minaccia terroristica e sulle strategie di prevenzione del fenomeno della radicalizzazione e della diffusione dell’estremismo jiahadista. A luglio la Camera dei deputati ha approvato, in prima lettura, un provvedimento che prevede l’introduzione di misure volte a prevenire proprio questi fenomeni, nonche’ a provvedere al recupero umano, sociale, culturale e professionale di soggetti cittadini italiani o stranieri residenti in Italia gia’ coinvolti in casi di radicalizzazione. Il provvedimento, che si compone di 12 articoli, e’ passato con i voti favorevoli della maggioranza, e di alcuni deputati del Gruppo Misto. Contro Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e 5Stelle. Astenuti i rappresentanti di Si e Possibile. Ecco, in sintesi, cosa prevede il testo, attualmente all’esame del Senato: Rispetto alle nuove misure introdotte dal decreto Minniti sul contrasto al terrorismo, si legge nella relazione tecnica che accompagna il provvedimento, il testo privilegia l’attivazione di strategie di prevenzione e di recupero, in linea con le indicazioni emerse anche a livello di Unione europea. RADICALIZZAZIONE – Ai fini della legge, la “radicalizzazione” e’ individuata nei fenomeni che vedono persone simpatizzare o aderire manifestamente ad ideologie di matrice jihadista, ispirate all’uso della violenza e del terrorismo, politicamente o religiosamente motivati. CENTRO NAZIONALE RADICALIZZAZIONE – E’ prevista l’istituzione del Centro nazionale sulla radicalizzazione (CRAD) presso il Dipartimento delle liberta’ civili e dell’immigrazione del ministro dell’Interno, con la finalita’ di promuovere e sviluppare le misure, gli interventi ed i programmi diretti a prevenire fenomeni di radicalizzazione e di diffusione dell’estremismo violento di matrice jihadista nonche’ a favorire la deradicalizzazione dei soggetti coinvolti. Il CRAD elabora annualmente il piano strategico nazionale di prevenzione e di recupero. Con il compito di dare attuazione al Piano strategico nazionale, sono istituiti i Centri di coordinamento regionali sulla radicalizzazione (CCR), presso le Prefetture dei capoluoghi di regione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Ric says:

    Come può un operaio , un padre di famiglia , un impiegato un ceto sociale che conservi ancora brandelli di buon senso poter trovare conforto “progressista” nelle farneticazioni di questi dissociati ?

Leave a Comment