In nome della libertà cresce la tirannia

Senato - legge stabilita' - fiduciaPlatone  è attuale…
«Quando un popolo, divorato dalla sete di libertà, si trova ad avere a capo dei coppieri che gliene versano quanto ne vuole – fino ad ubriacarlo – accade allora che, se i governanti resistono alle richieste dei sempre più esigenti sudditi, son dichiarati tiranni».
E avviene pure che: «Chi si dimostra disciplinato nei confronti dei superiori è definito un uomo senza carattere, un servo; il padre impaurito finisce per trattare il figlio come un suo pari, e non è più rispettato; il maestro non osa rimproverare gli scolari, e costoro si fanno beffe di loro; i giovani pretendono gli stessi diritti, la stessa considerazione dei vecchi, e questi – per non parere troppo severi – danno ragione ai giovani».
«In questo clima di Libertà – nel nome della medesima – non vi è più riguardo né rispetto per nessuno. E in mezzo a tanta licenza nasce e si sviluppa una mala pianta: la tirannia».
Platone – 427/348 Ac -Libro VIII de La Repubblica

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. giancarlo says:

    Sotto i sorrisi, le belle parole, i comportamenti in stile istituzionale, el tuto va ben madama la marchesa…..si nasconde ai cittadini la vera essenza del potere dittatoriale.
    La verità è che anche il debito pubblico è aumentato un’altra volta di 4 miliardi….ma ci dicono che nei prossimi anni inizierà a diminuire.
    Non ci dicono come e soprattutto non ci dicono quali sacrifici verremo chiamati per l’ennesima volta a sopperire al completo fallimento della politica italiana.
    Ecco quindi la necessità per banche, finanziarie, illuminati, BCE, e chi più ne ha più ne metta, di soppiatto,tenere insieme tutto e tutti affinché nessuno possa andarsene e creare magari uno stato nuovo indipendente che metta a nudo la cialtroneria sia dell’italia che dell’europa.
    La Catalogna insegna. Il Veneto sta seguendo un’altra strada…ma vedremo cosa succederà.
    L’Inghilterra, grazie alla sua vera democrazia interna ha potuto votare la BREXIT e manco a dirlo è uscita dall’europa. E’ chiaro che una dittatura a questo punto si impone. Non una dittatura di vecchio stampo ma una dittatura più subdola, più nascosta, più furba, più incredibilmente impositiva.
    Siamo alla merce delle varie nomenclature dei vari paesi e specialmente dei burocrati europei.
    Dove ci condurranno questi signori non lo sappiamo ancora. Una cosa è certa poiché questa europa non sta in piedi e lo si vede benissimo, anche se le forzature sono palesi, cosa escogiteranno per evitare altre uscite che metterebbero con le spalle al muro i nostri padroni, parola nel significato più deleterio possibile ?!
    Esiste una libertà limitata, controllata e quando viene esercitata per cambiare le cose e sempre per il meglio, mai per il peggio…allora va proibita.
    Quando il potere sarà dei Popoli veramente, quando i diritti dell’uomo saranno applicati alla lettera, quando l’autodeterminazione dei Popoli verrà riconosciuta a qualsiasi popolo, solo allora avremo la democrazia.
    Quindi è vero siamo sotto dittatura “democratica” !!!!
    WSM

  2. luigi bandiera says:


    Assolutamente vero..! Mi suona male la fonte… se posso osare.

    Come quella che si fa nelle sale di ingiustizia nei tribunali.

    Sentite la formula, a parte la scritta IPOCRITA, dietro i giudici: in nome del popolo italiano ti assolvo o ti condanno a…

    Tipico modo di fare dei romani sotto impero medesimo. Va aggiunto che il diritto romano nasce per perpetuare l’impero stesso e si applicava solitamente contro i nemici e mai contro gli amici. Per cui rispecchiava non il diritto universale ma quello delle mafie di ogni dove.

    Oggi, ripetendoci tanto da farci svenire, che siamo in democrazia abbiamo (chi non lo vede vada dall’oculista) che siamo uno stato di diritto e democratico e che la sovranita’ appartiene al popolo: ce lo prendiamo in tel posto e ne andiamo fieri. Alla fin fine siamo tutti CONTENTI. O meglio GAI e GAINE..?

    Quindi siamo davvero in una DITTATURA DEMOKRATIKA DI STAMPO MAFIOSO..?

    La verita’ e’ nei fatti.
    Impariamo a leggerli per non soccombere.
    No per avere ragione, ma solo per non soccombere.
    Amen

    Art.N.1 della carta piu’ bella del mondo che kax recita..?

    Non ho letto, sentito e visto nessuno che in qualche modo l’abbia visto DIETRO LE RIGHE perche’ non si legge nemmeno tra le righe, per tutti gli appunti, che nessun uomo e’ sovrano e men che meno il popolo (inesistente poi in italìa…).

    E i laureati in costituzione e o affine ad essa che kax dikono..?
    A proposito di scuola… e tutti gli sfornati da essa… (mi sa tanto di KST).

    A questo punto ridico:
    MEGLIO L’ANALFABETISMO CHE LA SOTTOCULTURA..!
    E cosi’ sia in aeternum amen.

    Preghiamo, nel frattempo puo’ venir avanti un’altra… no barca o gommone ma di storiella del bosco…

    Vero, al confronto di oggi Caporetto e’ davvero stata una vittoria.

    Salam

Leave a Comment