Mi son fatto l’Ape-camper, così non pago l’Imu, tié!

di TONTOLO

Ci sarebbe bisogno di un po’ di rivolta fiscale, sana rivolta fiscale. Smettere di mantenere milionate di parassiti che ci stanno riducendo alla fame è un dovere morale… in un paese civile però. I giorni passano e la scadenza fiscale più temibile dell’anno si avvicina. Io non è che me la passo tanto bene e entro il 17 dicembre, insieme ad oltre 25 milioni di italici pennuti, dovrò pagare l’ultima rata 2012 dell’Imu, la più odiata fra le nuove tasse introdotte dalla squadra fallimentare di Mario Monti.

Il saldo, tra l’altro, avrà un peso maggiore rispetto all’acconto di giugno, perché (oltre alla rivalutazione del 60% delle rendite catastali) si pagherà con le nuove aliquote stabilite dai Comuni, che nella quasi totalità dei casi sono superiori a quelle standard fissate dal Governo per la prima rata. La banda di ladri che risiede tra Palazzo Chigi e Montecitorio ha proliferato su tutto il territorio, trasformando i borgomastri in sanguisughe capaci solo di piagnucolare. La stangata arriverà soprattutto sulle seconde case, su cui gli amministratori locali hanno calcato la mano in modo più deciso. Conto più caro nelle grandi città, quassù sulle mie montagne qualche legnata arriverà dalle località turistiche.

Io non mi faccio fottere però e, piuttosto che pagare, ho deciso di attrezzarmi diversamente. Ecco per voi, la mia nuova “abitazione-ufficio” ambulante. Ho venduto la vecchia Ape-cross e mi son fatto l’Ape-camper. Domani la ritirerò in concessionaria a Monaco, la intesterò a una zia bavarese e non pagherò né le multe e nemmeno il bollo. Perchè adesso ne ho piene le scatole per davvero…

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Carlo says:

    Purtoppo la legge dice che non puoi istigare a non pagare le tasse…..non aspettiamo che ce lo dicano gli altri facciamolo subito da soli..io ho iniziato.
    Siccome non ho nessuna intenzione di suicidarmi…prima penserò alla mia famiglia poi se avanza qualcosa gli e li posso pure dare…..daltronde qualcuno deve pur iniziare. 🙂

  2. Bresà öm liber says:

    tranquil! Chei spurchigù de Roma i te farà pagà apo chel!

  3. Bacchus says:

    Appena letto:
    «FIRENZE – Oltre 100 multe, 104 per la precisione, in neanche un anno. È questo il tutt’altro che invidiabile record raggiunto a Firenze da una Volkswagen Golf con targa svizzera che dal 2011 allo scorso novembre, quando la Polizia Municipale ha infine individuato e sequestrato il veicolo «ricercato», ha collezionato oltre un centinaio di verbali per varie violazioni al codice della strada: dai transiti non autorizzati in zone a traffico limitato e nelle corsie riservate ai mezzi pubblici al superamento dei limiti di velocità sanzionati da autovelox, dalle soste in zona a traffico limitato a quelle in aree pedonali.
    Dagli accertamenti condotti dai vigili della zona centrale con la collaborazione degli uffici delle dogane di Firenze, Chiasso e Tirano, è emerso che la conducente, una signora olandese residente in Italia, oltre al codice della strada aveva violato anche il testo unico delle leggi doganali importando illegalmente il veicolo in Italia. L’agenzia delle dogane, oltre ad una sanzione pecuniaria, ha disposto la confisca dell’auto. Da parte sua la Polizia Municipale ha provveduto a notificare alla signora tutte le 104 violazioni per un importo complessivo di oltre 10’000 euro.
    »

  4. fracatz says:

    sì, però se non vi foste messe idee strane in testa nel 1848 ribellandovi, oggi non dovresti da fa tutta sta fatica de mantenè pure una zia in baviera

  5. Dan says:

    Ma invece di ironizzare e consigliare cose carine quanto improbabili (comunque sia bella l’idea dell’ape camper non pensavo qualcuno avesse provato sul serio a farli) perchè non si dice chiaro e tondo alla gente per strada oltre che sul blog di tagliare i viveri a questo stato ladro, delegittimarlo e prepararsi a respingerlo con le brutte ?

Leave a Comment