Berlusca-Lupin: manda lettere agli elettori con scritto come riavere l’IMU

di TONTOLO

Ricordate Arsenio Lupin? E’ un personaggio di fantasia nato dalla penna di Maurice Leblanc nel 1905. È il ladro gentiluomo protagonista di numerosi romanzi da cui sono stati anche tratti dei telefilm di produzione francese.

In Italia, abbiamo la sua controfigura: fa il gentiluomo, gli piace parlare e cantare in francese e, soprattutto, adora fregare milioni di persone a suon di promesse e fandonie. Volete l’ultima controprova? Eccola nella fotografia. Me l’ha mostrata un amico su Facebook, che sulla mia Apecar è sempre collegato. Sotto la fotografia, c’era questa scritta: “Utilizzo questo spazio (Facebook appunto) per denunciare pubblicamente un tentativo di corruzione giunto oggi con regolare posta a mio padre. Nella lettera si promette un rimborso di una tassa già pagata dai contribuenti in cambio di un voto. Chi ha subito lo stesso ricatto come può denunciarlo in modo efficace?”.

Bella domanda! Ma c’è da poco da denunciare, semmai c’è da biasimare il comportamento scorretto del più grande venditore di pentole che l’Italia abbia mai conosciuto. Un comportamento che, però, non è una novità, visto che da vent’anni il “cavaliere-mascarato” racconta più balle di un cacciatore a valle. Oggi, Angelino Alfano (il nulla fatto segretario del Pdl) ha dichiarato: “Non si può votare chi racconta bugie”! Il riferimento è ad Oscar Giannino, che ha millantato credito per un master mai preso, facendo la figura del bischero. Ma Giannino è un dilettante allo sbaraglio se paragonato ai “miracoli da illusionista” che il Berlusca ha mostrato in due decenni. La sua storia politica è lì da vedere, gli alleati con cui s’è accompagnato per tanto tempo (ed ancora oggi) sono una garanzia. Oggi, però, scopriamo che lo psiconano non solo è ammaliato dal crapone di Mussolini, ma forse anche dell’Hitler politico, visto che il Fhurer amava dire “che le masse sono abbagliate più facilmente da una grande bugia che da una piccola”. Per cui lo slogan più naturale per Arsenio da Arcore non poteva che essere “Più rimborsi Imu per tutti”. Con tanto di lettera con su scritto “Avviso importante”! Ciumbia che ganassa!

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Mauro Cella says:

    E’ arrivata anche a mia madre (anziana signora) e ho sottratto questa gemma all’ignominia del cestino della spazzatura.Ora è nella mia collezione privata, insieme (tra le altre cose) all’articolo di giornale in cui Tremonti e Berlusconi promettevano l’abolizione del bollo auto entro la metà del 2011.

    Cosa dire… se c’è qualcuno che da ancora credito a quest’uomo mi contatti subito perché ho dei magnifici cuccioli di unicorno da vendere.

    Voglio attirare l’attenzione su come Berlusconi e i suoi vogliono finanziare l’intera operazione: un accordo fiscale colla Svizzera.
    Qui non so se Berlusconi sia stato mal consigliato o se sia alcora depresso, e quindi distratto, perché Don Verzé è passato a miglior vita senza prima prepargli l’elisir dell’immortalità.

    Già dieci anni fa le banche svizzere “consigliarono” ai loro clienti più importanti (in sintesi chi aveva più di 100000€ depositati) di trasferire il denaro su conti presso fliali delle stesse banche fuori dall’Europa: Bahamas, Aruba, Hong Kong, Singapore… negli ultimi anni il “consiglio” è stato ripetuto più volte in seguito a preoccupanti avvertimenti da parte delle autorità confederate, che hanno messo in guardia le banche su “oscure manovre” da parte dei servizi segreti di alcuni paesi UE (in primis la tanto lodata Germania) per ottenere dati sui clienti che ancora usufruiscono dei vecchi conti cifrati. Lo scandalo Liechtenstein e il rifiuto della Germania di consegnare il “dipendente infedele”, per cui i magistrati di Vaduz hanno emesso un regolare mandato di cattura internazionale hanno fatto suonare più di qualche campanello d’allarme.

    In sintesi le camionate di miliardi che dovrebbero coprire le promesse (perché di questo si tratta) del Cavalier Olio di Serpente, se davvero esistono, hanno già da anni preso la via dell’Asia e dei Caraibi. E lì, a differenza della Svizzera, non si possono picchiare i pugni sul tavolo e minacciare la Confederazione, come la UE fa da oltre un decennio.

    In Svizzera restano i piccoli conti di quella tanto disprezzata borghesia, che già deve pagare tasse ben più alte di quelle riservate ai residenti e tra poco si beccherà pure la patrimoniale. Sono forse questi conti su cui Berlusconi vuole mettere le mani? Quasi lui e i suoi “compagni di merende” (da Tremonti a Monti) non si siano già serviti abbondantemente in passato e continueranno a servirsi in futuro dalla stessa fonte?

    Questa è l’alta finanza di Berlusconi, che non differisce da quella di Monti se non nelle parole: subdolamente, inserendo la parola “Svizzera” farà scattare nel cervello di tanti italiani l’immagine del riccone che banchetta a caviale e champagne a St Moritz mentre il povero pensionato fa la fame a Mondovì.

    Il nuovo AD di Porsche Italia, intervistato recentemente da La Repubblica, non ha avuto paura di dire “Ciò che temo di più in questo paese è il diffuso clima di invidia sociale”. Parole sante. Ma per un certo Cavaliere (lui sì vero riccone) l’invidia sociale è un utile strumento come tanti per vendere il prossimo “miracolo”.

  2. Dan says:

    Sinceramente non vedo bugie in questa manovra: l’imu potrebbe anche restituirla, basta che non siano titoli del tesoro a scadenza oltre l’anno.

    Anche la corruzione non la vedo in fin dei conti tutti i politici promettono soldi in qualche modo.

    Il punto è che il nano sta solo guardando all’immediato domani e niente sta dicendo di fare per quanto riguarda le tasse sul lungo periodo.

    Le attività chiudono solo in parte per equitalia: gli studi di settore dove li lasciamo ? L’irpef anticipata l’anno prima ? Le aliquote minime pretese dal inps ? L’enormità di spese burocratiche per avviare le attività ?

    Passa tutto in cavalleria ?

  3. Giobatta says:

    per maggiore chiarezza:
    Stiamo proprio grattando il fondo del barile se cerchiamo questi mezzucci per dire male di Berlusconi; gli argomenti sul tappeto sono ben altri. Prendiamo un esempio concreto, andiamo a cercare argomenti tipo l’IMU gravata come seconda casa sugli immobili dei nostri Emigrati.
    Come “seconda” se quella è l’unica che hanno in Patria?
    Lo sapete che il d.l. 201/211 pone l’immobile lasciato in Italia dai nostri Emigrati come “altri fabbricati” e altrettanto fa per le abitazioni di anziani e disabili costretti a trasferire la loro residenza in ospedali o case di riposo? Per poterle assimilare ad abitazione principale occorre inserire un’apposita variazione nel regolamento sull’IMU votata dal consiglio comunale. Grazie per l’attenzione.

  4. Giobatta says:

    “Tentativo di corruzione”? Con tutto rispetto verso il Padre di chi Le ha scritto è palesemenrte strumentale il commento del Suo amico. E’ una lettera con il simbolo del PDL (non dell’Agenzia delle Entrate) ed è a firma Silvio Berlusconi.
    Basta leggere il testo e si capisce tutto subito, oltretutto siamo in campagna elettorale all’indomani di questa promessa, non all’indomani delle elezioni…
    Vorrei sapere quali e quante reazioni hanno avuto le varie lettere scritte dalle aziende che ti sparano, a caratteri cubitali, LEI HA VINTO QUESTO O QUEST’ALTRO, salvo poi, in formato ben minore, leggi che sei il “potenziale” vincitore.
    Orsù, se abbiamno da dire male di Berlusconi, come di altri, potremmo avere ben altri argomenti tipo l’IMU, com,e seconda casa, sugli immobili dei nostri Emigrati.

Leave a Comment