IMU, per il ministro Fornero non si può abolire

di REDAZIONE

“Abolire l’Imu non è oggi a portata di mano, non è realizzabile ed è inutile dirlo. La Comunità internazionale ci punirebbe immediatamente e si dovrebbe fare subito marcia indietro”: così il ministro del Lavoro Elsa Fornero a Ballarò.

BERSANI: ALLEGGERIRLA E IMPOSTA SU GRANDI PATRIMONI – “L’imu si può alleggerire, renderla più equa, e affiancarla con una imposta personale sui grandi patrimoni mobiliari”: è la proposta lanciata da Pier Luigi Bersani segretario del Pd a Ballarò”.

FORNERO: UNA PATRIMONIALE? SERVE ANAGRAFE PATRIMONI   Istituire la patrimoniale? “Bisogna essere seri e conseguenti: si dovrebbe istituire una anagrafe dei patrimoni in modo che le ricchezze non sfuggono”: lo ha detto il ministro del Lavoro Esa Fornero che a Ballarò ha sottolineato anche come le riforme debbano essere “ispirate all’equita”.

BERSANI:  RIDUZIONE TASSE TUTTA SU LAVORO E INVESTIMENTI  – Se tocca a Bersani andare a palazzo Chigi quale priorità? ” Se tocca a Bersani – ha risposto il leader Pd alla domanda di Floris a Ballarò – tutti i margini di riduzione fiscale devono andare sul lavoro e sugli investimenti che danno lavoro”.

FORNERO: BASTA VENDERE SOGNI, POLITICI LO RICORDINO  – Gli italiani “hanno già passato un lungo periodo con persone che cercavano di vendere sogni improbabili e illusioni: credo che ora dovrebbero ricordarselo tutti i politici” anche in vista delle prossime elezioni. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Elsa Fornero a Ballarò ricordando che c’é ancora “un debito pubblico elevato”. La Fornero ha aggiunto che il Governo, quando ha messo l’Imu, ha fatto qualcosa che era “il più possibile vicino ad una patrimoniale”.

BERSANI A FORNERO: ANCHE NOI POLITICI SIAMO UN PO’ TECNICI  – “Dico al ministro Fornero che dopo un po’ di anni siamo tecnici anche noi e se fossimo stati ascoltati un po’ di più qualcosa si poteva fare meglio”: così il leader del Pd Pier Luigi Bersani a Ballarò.

FORNERO: GOVERNO TECNICO SIA DI ESEMPIO PER I PARTITI  – “Io sono un ministro tecnico e non voglio entrare in competizioni elettorali. Sarebbe un peccato se l’esperienza del governo tecnico lasciasse una competizione elettorale e i partiti esattamente nella condizione in cui li ha trovati”: Così il ministro del Lavoro Elsa Fornero a Ballarò.(ANSA).
BERSANI: NON SONO QUELLO DELLE TASSE MA NON RACCONTO FAVOLE – “Io non sono quello delle tasse”, ma neanche “racconto favole”: così Pier Luigi Bersani che a Ballarò ha detto che l’Imu “non si può cancellare. Certo – ha aggiunto – noi l’avremmo fatta più leggera e un po’ più equa. Ma tutti i paesi dell’occidente hanno una imposta sugli immobili. Se è stata congegnata male si può alleggerire e rendere più equa”.

FORNERO: SIAMO IN CAMPAGNA ELETTORALE, NON VENDERE ILLUSIONI  – “Siamo già entrati in campagna elettorale”: così il ministro del Lavoro Elsa Fornero a Ballaro. Per il ministro la campagna non dovrebbe essere indirizzata alla vendita delle “illusioni”. “Tutti ormai vedono che di illusioni non si può più vivere”.

LAVORO: BERSANI, NON E’ PIU’ TEMPO DI SPOT. FORNERO, MAI FATTI  – Sul lavoro “non è più tempo di spot”: lo ha detto il segretario del Pd Pier Luigi Bersani a Ballarò. Gli ha fatto subito eco il ministro Elsa Fornero: “come ha detto Bersani non è più ora di spot. Ma – ha aggiunto – il governo non ha mai usato spot ma sempre una coerenza di impostazione”. Quanto allo Spread – ha ribattuto il ministro a Bersani – “ha condizionato la vita degli italiani, e non è un caso che si sia ridotto”.

BERSANI: MONTI PUNTO DI NON RITORNO, MA POI TOCCA A POLITICA – “L’immagine di Monti nel mondo è un punto di non ritorno. Siamo soddisfatti di aver contribuito a quella svolta, poi data quella credibilità bisogna inserire più equità e più lavoro e questo tocca alla politica”: così il segretario Pd Pier Luigi Bersani a Ballarò.

FORNERO: NON MI CANDIDO,PERIODO SUFFICIENTEMENTE FATICOSO  – “Ho detto e lo ripeto: non mi presento alle elezioni politiche. Posso dire che ho considerato sufficientemente faticoso questo periodo”. Così il ministro del Lavoro Elsa Fornero a Ballarò Comunque – ha aggiunto – “abbiamo ancora sei mesi, il nostro lavoro non è finito”.

FONTE ORIGINALE: ANSA

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

3 Comments

  1. santo says:

    Se non si può abolire, pur essendo una tassa che sconfina nella requisizione da parte dello Stato di una porzione di casa, quantomeno lo Stato preveda l’ esenzione dalla requisizione per chi non ha i mezzi per pagarla perchè chi non ha i soldi nemmeno per mangiare e và alla Caritas come deve fare a pagare la tassa ? Ci sono tanti immobili che non danno nessun reddito e nemmeno si trova da venderli ,di proprietà di persone senza reddito o con redditi molto bassi:
    disoccupati, cassintegrati, pensionati al minimo come possono fare a pagare?
    Vista la vicenda del Lazio, e penso la cosa sia generalizzata, e poi ci sono altri sprechi statali, ma questa di dare soldi provenienti dalla requisizione di un pezzo di casa a persone indigenti, a allegroni da spendere in festini è proprio il colmo. Lo Stato si comporta da brigante in quanto ruba a povera gente per dare soldi per festini.
    L’ IMU va abolita in quanto sul reddito degli immobili si paga già l’ irpef ; la requisizione può essere giustificata solo in casi eccezzionali non certo per dare soldi ai vari approffittatori. In attesa che qualche tribunale o la corte Europea condannino il governo Italiano per brigantaggio, quantomeno si preveda la possibilità per gli indigenti di donare allo Stato quota dell’ immobile oggetto di tassazione lasciandolo in usufrutto al proprietario, perchè è improponibile che lo Stato se chi non ha i soldi e non può pagare, possa pignorare il bene mandando fuori casa il proprietario, per poi dare i soldi ad allegroni per i loro festini. Anche Gabriele D’ Annunzio non potendo (o non volendo) pagare le tasse sul Vittoriale lo ha dato allo Stato tenendo l’ usufrutto ,cioè la possibilità di usare la casa finchè vivente per questo è noto come il Vittoriale degli Italiani. Tanti saluti.

  2. Dan says:

    Non si può togliere l’imu perchè è il primo cavallo di battaglia delle banche per rubare la casa alla gente

  3. Pierluigi says:

    Naturalmente non si preoccupano di recuperare I 98 mld di euro dell’evasione delle società concesionarie di slot machine tra il 2004 e 2007,scoperti dalla gdf e confermati dalla corte dei conti.

Leave a Comment