Se fai l’imprenditore rischi solo multe e galera!

di ALTRE FONTI

Gentile direttore, chi come me vive a contatto con le imprese prova il dolore, lo sgomento, di assistere a un paese che si divora nella lotta del tutti contro tutti. Lei ha presente cos’è divenuta oggi l’amministrazione finanziaria italiana? Un potere gigantesco, sfrenato, che infila nel burro della corrività italica la lama della propria cieca forza.

Sa quante aziende ogni giorno vengono vessate? E non è questione di aliquote. No. È questione di una legislazione ipertrofica, dedalica, scritta nei taxi, cialtrona. Ieri si licenziava la dichiarazione di una bella azienda che sta andando in malora perché nessuno più paga e le banche ormai chiedono il 10 per cento, e c’è una norma, piena di acronimi provinciali, che impedisce di dedurre gli interessi passivi se questi superano una quota del margine operativo lordo, cosicché quel 10 per cento diviene il 14 per cento. Pagare le tasse sulle perdite! Ma si rende conto?

E che dire di una serie di regole laterali, in materia di privacy, di antiriciclaggio, sicurezza sul lavoro, che appesantiscono oltre ogni dire la vita degli operatori, consegnando a chi controlla un potere tremendo? Le imprese soffocano sotto questa inutile burocrazia. Inutile, del tutto inutile. Anzi, peggio che inutile, mortale.

E i tribunali che dovrebbero difendere gli imprenditori dalla voracità di una pubblica amministrazione che se ne impippa del principio di imparzialità ma persegue per codice segreto, oscuro istinto di conservazione, la lotta contro il ceto produttivo (mors tua vita mea, pagami gli stipendi finché puoi, perché di questo parliamo), i tribunali arrivano sempre tardi e spesso giudicano distrattamente e male, o peggio son dalla parte delle “istituzioni”. Oggi l’amministrazione finanziaria dispone dell’arma nucleare dell’accertamento esecutivo: cioè tu paghi il 50 per cento delle imposte accertate subito, quando lo dico io, non quando lo dice il giudice terzo. Pazzesco.

Il mostro che è stato creato ormai non lo domina nessuno, non lo conosce nessuno. Ogni giorno semina morti, e la gente ha paura. Certo, genera lo spettacolo infame degli scandali, il velenoso spettacolo degli scandali di cui si nutre il ventre degli ignoranti: i Riva cui sequestrano tutto, mandando in malora la siderurgia italiana, i Dolce e Gabbana, cui danno di evasori, i Marzotto, cui danno di evasori, Berlusconi, ovviamente, e via continuando (e spesso, mi creda, è solo questione di arbitraria interpretazione di norme “in or out”). Per non parlare di quelli che tacciono, maledicono a denti stretti, pagano e dicono mai più, mai più in questo paese…

Il paese è spaccato da questo. Chi gode della caduta del borghese e chi ha paura, e non consuma, non investe, non scommette. Oggi fare l’imprenditore è il mestiere a maggior rischio di galera che ci sia, lo sa?

Ci vuole un atto di riconciliazione, un’amnistia e un condono. Dell’amnistia sa già lei. Io le dico che ci vuole soprattutto un condono tributario.

FIRMATO P. B. avvocato e commercialista in Milano

FONTE ORIGINALE: http://www.tempi.it

 

Leggi di Più: Fisco e burocrazia, imprenditori a rischio galera | Tempi.it
Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. carlo says:

    sono un commerciante ho una casa di proprieta e stò pagando il mutuo….ho un contenzioso con equitalia di circa 15.000 euro un contenzioso con l’inps di 50.000 euro e spiccioli vari… vi posso garantire che non gli dò un cazzo.
    Mi venissero a cercare ..e non ho nessuna intenzione di suicidarmi…per me,si possono attaccare letteralmente al cazzo……….BASTA.

  2. luigi bandiera says:

    Kazzo,

    scrivevo proprio l’altro giorno, uno piu’ uno meno, che lo stato e’ servizio… e ecc..

    Poi e’ stato preso d’assalto dai noti piu’ o meno mafiosi ed e’ diventatpo RE.

    Quindi ha smesso di fare il suo servizio. Non e’ piu’ il nostro SERVO. E il nostro SOVRANO..!!!

    E il RE non si fara’ mai e poi mai legge contro..!!

    Quindi..?

    Dobbiamo subire e se piove o se soleggia… sono KAZZI AMARI PER TUTTI..! No intendevo per i soliti..!! I MONE..!

    Stentiamo di capirla e cosi’: chi e’ causa del suo male (per negligenza e altre prerogative tipiche azimuthali) pianga se’ stesso..!

    Ma penso che pochi sappiano cosa sia lo zenith…

    Se lo sapevano o lo sanno se lo sono DIMENTICATO…

    Dal ieri ad oggi… DIMENTICATO..!

    Il prodotto a kilometro zero era un prodotto allo ZENITH.

    Kaxxo…

    Come le vacanze no..?

    Invece la propaganda patriottica ha fatto che, per scambi loro venali ma passati di CUUltura, hanno fatto si che invece di andare a Jesolo, a Bibione, a Lignno (sabbie de oro kazo) andavano nelle isole dei CONQUISTADEROS…
    Volevano rifare la stessa stronzata per kaxo..?

    Nell’incoscio sicuramente si..!

    Brave persone ne’ sti talibani. Beh, si sento tutti compagni dalle ALPI alle piramidi..?

    Basta che abbiano, con mutuo o no, quindi un po’ di soldi e diventano conquitaderos… poveretti…

    Ma cosa non seminano i noti BRIGANTI, RAPINATORI E MANTENUTI…

    Senza le loro malefatte, in tutti i sensi, non vivrebbero.

    Quindi..??

    Sono i nostri nemici numero UNO..!

    Altro che fondata sul lavoro… e lo starnazza uno che il lavoro non lo ha mai visto e ne subito..!

    Merrrddd… bianca rossa e verde kax..!

    La mia pensione e’ ferma da “MILLENNI” ormai..!!!

    Politici se ci siete date un ocio a noi poveri che vi manteniamo..!!!!!!!!!

    RIVOGLIO LA SCALA MOBILE che non e’ quella del super mercatone del west.

    LAZZARONI… da Lazzarone (nel senso familiare) al plurale..!

    Io ho un rimedio: VOTARE NULLA..!

    E’ un voto quello di annullare la scheda.

    Non lo dicono i presunti sapiens perche’ tutti vogliono che la MASSA IGNORANTE, SEBBENE CON ALLORI IN TESTA, VADA LI’ A VOTARE… A OCCHI CHIUSI..!

    VOTIAMO SECONDO PROGRAMMA E POI FANNO QUELLO CHE VOGLIONO..!!

    In pratica, non appena hanno il nostro mandato (non si sa per dove, ma dopo diventa chiaro) FANNO IL BELLO ED IL CATTIVO TEMPO… avete visto la pioggia..?
    Tutta la primavera ci hanno ROVINATO.

    Si si… ridete voi… che non avete capito l’antifona.

    Questi bell’imbusti ci stanno fregando alla grande e noi: in posizione islamica… testa bassa e culo alto… li’ pronti per loro che goderanno come dei cammelli kaxxo..!

    Pero’ ci si sente tranquilli e beati non che sicuri: sono li’ a CURARE I NOSTRI INTERESSI E A TENER LONTANI I RAPINATORI O I MALEINTENZIONATI… GIA’: MA COL KAZZO..!!

    Quindi..??

    Se tutto va bene siamo rovinati..!!

    AMEN

  3. Amedeo says:

    Il pagamento del 50% dell’accertamento, è stato introdotto durante l’ultimo governo del “nano”.
    In Italia, lo stato è diventato un centro d’estorsione mafiosa. Hanno ragione gli stranieri, quando affermano “Italia Mafia”. Il pizzo, è diventato legge di stato per garantire gli stipendi agli statali della Repubblica che nonostante la “crisi” non ha avuto morti o licenziamenti. L’Italia è uno stato che uccide una parte della popolazione per garantire i privilegi all’altra metà. Contro gli assassini di stato, per legittima difesa, il nord deve fondare una nuova nazione, invece di porgere l’altra guancia e far finta di niente. Ormai, non avete più niente da perdere, questi criminali vi distruggeranno tutti.
    Chi percepisce seicentomila euro di pensione o di stipendio, mentre c’è gente che muore di fame, e per mantenere il suo privilegio rovina la vita a milioni di persone, è un malvagio criminale di stato, non ci può essere nessun’altra spiegazione.
    Tutto quello che è scritto nell’articolo, corrisponde a verità, andate a trovare chi gestisce un’impresa e confermerà quanto scritto.

  4. Albert1 says:

    Scommettiamo che con la rinazionalizzazione della siderurgia tornerà tutto come prima: della salute pubblica non fotterà – nuovamente – più niente a nessuno!

  5. Carlo says:

    Sottoscrivo tutto l’articolo, sono un imprenditore e ormai mi viene il batticuore ogni volta che apro la casella della posta, tutto ciò è assurdo. Anche andando da un commercialista bravo, anche pagando tutto quello che lo stato ti chiede svenandoti e chiedendo spesso un prestito alla banca per pagare le tasse (perchè a questo siamo arrivati) arrivano sempre puntuali avvisi bonari, intimazioni di pagamento, cartelle esattoriali, tutte pratiche contro cui fare opposizione non serve a nulla se non a spendere più soldi in parcelle di professionisti anticipi e interessi… spesso arrivano più volte le stesse cartelle, anche se già pagate… adesso si sono inventati pure il DURC, altra idiozia che serve solo a far perdere tempo agli sportelli dell’INPS, e quando vedo certi politici che vanno in televisione a parlare di lotta all’evasione fiscale quando si lasciano banche, telecom e altri grossi gruppi patteggiare cifre irrisorie col fisco senza battere ciglio mi viene il voltastomaco…

    • luigi bandiera says:

      Carlo,
      quando a certi imprenditori dicevo: voi siete piu’ dipendenti dei vostri dipendenti, mi ridevano addosso.

      Li stavo mettendo in guardia..!!!!!!!!

      Non la capirono come non capirono i dipendenti di aziende multi nazionali quando li chiamai o definii ILOTI.

      Queste con la politica ci vivono assieme…

      Il piccolo o l’artigiano: non ha tempo e mezzi per farlo e perche’ deve pensare 24h su 24h solo al LAVORO..!!
      Tanto che dissi prima dell’Umberto: i venethi (parlo per loro) sono primi sul laorar ma ultimi sul poidegar..!

      Piu’ centrata non ci fu… a parte poi le altre che si centrano da sole..!

      Beh, se si dorme non si piglia pesce..!!

      Salam e mortadellam…

  6. Raoul says:

    Ho letto attentamente le lamentele su descritte.Pazzesco!Se solo la metà corrisponde a verità,sarebbe il caso domani mattina presto di prendere il fucile e iniziare la rivoluzione.Siamo marci.Stiamo diventando un popolo di quaquaraqua,!

    • Leonardo says:

      Più della metà corrisponde a verità, TUTTO!!!

      • Giancarlo says:

        Toh, c’è anche il Banana nell’elenco. Ma, mi domando ingenuamente, in venti anni lui ha preso una valanga di voti dai lavoratori con partita Iva e dai piccoli imprenditori, ha fatto e disfatto, ha comprato il comprabile, ha corrotto il corrompibile, com’è che non ha fatto prendere uno straccio di provvedimento per mettere il bavaglio all’amministrazione finanziaria? O meglio, ha fatto due o tre condoni, che più che altro sono serviti a sanare (si fa per dire) l’abusivismo al Sud, e uno scudo fiscale, che più che altro è servito per lavare con Perlana capitali di dubbia origine in Svizzera. E com’è che lui tiene in scacco da anni magistratura, cassazione e quant’altro grazie al suo imponente parco avvocati nonché al potere politico? Mentre invece il piccolo imprenditore guardando una cartella Equitalia arriva a pensare al suicidio? Eppure il suo elettorato è quello. Mah, c’è qualcosa che non torna… e questo avvocato PB? Andreotti buonanima diceva che a pensar male ecc. ecc.

    • Dan says:

      “sarebbe il caso domani” ?

      Non “è il caso che già da oggi” ?

      Avanti con i condizionali che tanto quelli mica la smettono di rubare. Più hanno e più ne vogliono. Fino a quando non verranno mozzate loro le mani e tappata la bocca con la terra come si faceva con i cadaveri dei vampiri in Prussia non si risolverà mai niente.

Leave a Comment