Immigrazione, profughi in Veneto. Zaia: il governo li porti a Bruxelles

di REDAZIONE

«Tutto deve avere un limite, che è quello del buon senso e di una strategia complessiva che invece non c’è, nè a livello nazionale nè, tanto meno, a livello Comunitario. I profughi sbarcati qui con il servizio taxi Mare Nostrum, il Governo li porti a Bruxelles, con cui condivide la colpa di una gestione scoordinata, pasticciona e debole di un problema grave che si vuole scaricare sui territori». È lo sfogo del presidente del Veneto Luca Zaia alla notizia che arriveranno nella regione oltre 100 profughi nordafricani provenienti dalla Sicilia. «Abbiamo il diritto, lo hanno i nostri cittadini – aggiunge il governatore – di sapere sulla base di quale prospettiva dovremmo gestire questi arrivi di esseri umani che, dopo essere stati trattati come carne da macello dagli scafisti, rischiano di essere considerati scomodi pacchi postali da distribuire ovunque possibile dallo Stato italiano, mentre l’Europa gira la testa dall’altra parte e ci lascia ogni giorno più soli». Sarebbe disonesto nasconderselo, prosegue Zaia, questa situazione rischia di innescare «problemi di ordine pubblico di difficile gestione. Questa povera gente sbarca qui perlopiù convinta di poter raggiungere altri Paesi europei, che però non li vogliono e, con la complicità dell’Unione Europea, li respingono o si preparano a farlo – conclude -. Questo a lungo andare li renderà delle mine vaganti di sofferenza e, magari, li indurrà alla clandestinità o peggio alla criminalità».

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

11 Comments

  1. Riva on mucio de pori migrà e xa li veneti i torna a vivar ente le caverne o grote o cave de pria:

    http://www.filarveneto.eu/wp-content/uploads/2014/02/site_logo_2.jpg

  2. Max says:

    Zaia.. lascia perdere i problemi dell’italia… e corri molto velocemente ad approvare il disegno di legge n.342….. che forse, così, qualcuno si ricorderà di te nel futuro Stato Veneto!

  3. mikivr says:

    Se cuele pore persone le vegnesse portè a turno a casa de cuei politici de roma, in italia non vegnarea pì nessun…
    Te vedi alora come i politici i se darea da far par catar na solusion!

  4. Marino says:

    Zaia ha ragione

  5. Marcoghin says:

    Basta organizzare un paio di corriere e portarli fino in Belgio, in una giornata e con un pieno di gasolio si fa!

  6. luciana says:

    quale sarebbe il piatto dove mangia Zaia ?

  7. Boniver says:

    ZAIA, PENSA AD APPROVARE IL DL 342 E BASTA

    OGNI COSA CHE DICI CONTRO IL GOVERNO ITALIANO E’ COME SPUTARE NEL PIATTO IN CUI MANGI OGNI GIORNO CHE PASSA !

Leave a Comment