IL VESCOVO DI VERONA: QUI IL LEGHISMO E’ STEMPERATO

di REDAZIONE

«Non esito a dire che il dialogo con le amministrazioni veronesi della Lega è possibile, perchè si tratta di un leghismo stemperato e di buon senso, ma prendo le giuste distanze dal leghismo radicale». Lo ha detto il vescovo di Verona, monsignor Giuseppe Zenti, nel corso di una intervista al programma di Telechiara ‘Camper ovest’ che andrà in onda mercoledì e di cui è stata anticipata una parte. Il vescovo di Verona riguardo poi allo scenario politico nazionale e locale parla della necessità di una «svolta della corresponsabilità» contro il crescente «individualismo egoista» e giudica necessario che i cattolici impegnati in politica si possano ritrovare in una comune «area valoriale». Zenti si sofferma poi sulla nomina del nuovo patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, e sul prossimo convegno di Aquileia della chiesa triveneta «per focalizzare quanto la chiesa è capace di evangelizzare di fronte alle nuove sfide, prima di tutto il crescente paganesimo».

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Cosi’, tanto per far arrivare l’ora del PAJON,
    se tornasse il GIUSTO, dite, i primi a scappare dalla paura e dalla disperazione, chi sarebbero:

    I MISERABILI..?

    I POVERI..?

    I RICCHI..?

    GLI SCRIBA..?

    I VESCOVONI..?

    I FARISEI..?

    I DOTTORI..?

    A voi, sapiens per modo di dire, la sentenza.

    Amen

  2. luigi bandiera says:

    Celentano non ha tutti i torti, ha solo sbagliato pulpito: ha fatto come i giornali da lui criticati. A Sanremo si va per CANTARE, magari il te deum laudamus…

    Forse ha dimostrato quanto la carne sia debole ed ha approfittato del pulpito dato che aveva capito e visto che altrimenti e appunto non avrebbe avuto un altro pulpito per dire la sua politicamente parlando.

    E’ vero comunque che i giornali di ispirazione cattolica e i vescovi devoti a un unico Vangelo dovrebbero parlare di piu’ del Vangelo stesso e meno di politica e affari venali.

    Ma si sa, tra scegliere BARABBAS e il GIUSTO ne passa e la CARNE E’ DEBOLE, veramente molto debole. Per tutti gli appunti.

    E come scrivo spesso: …il popolo sceglie da sempre Barabbas e mai il Giusto.

    Beh, vivere come vuole Barabbas e’ piu’ facile. In quel mondo c’e’ anche la farfallina di Belen e certi bunga bunga…

    Vivere come vuole il GIUSTO e da SANTI. E di SANTI nel bel paese del kax oggi proprio, di Santi, nemmeno con il radiotelescopio li si trova..!

    Amen

    • luigi bandiera says:

      Avevo scritto su Celentano ma me lo sono trovato qua dal vescovo di Verona. Forse ho fatto una manovra sbagliata…

      Beh, direi che non e’ nemmeno fuori tema… vista la politica interessata e cioe’ la scelta del bene e del male o del Barabbas e del Giusto.

      Saluti

    • luigi bandiera says:

      Correggo:

      e’ da santi… e non e da santi…

      Il mio vizio e’ di sbagliare… come tutti gli altri… gli esseri umanoidi.

      Saluti

      LB

Leave a Comment