Il vertice europeo che Monti vuole contro i populismi è una vaccata

di FABRIZIO DAL COL

Ricordo di aver già scritto a suo tempo, proprio su questo giornale,  di un Monti sempre più proiettato verso l’Europa.  Più il tempo passa,  più mi convinco che questa ipotesi  si stia avvicinando alla realtà e che, con i continui vertici europei (alcuni richiesti) a cui ha partecipato e partecipa tutt’ora sempre molto attivamente il premier italiano, si rendono sempre più evidenti  le sue maggiori preoccupazioni indirizzate verso l’Europa e la fine della corsa del suo mandato al Governo. Con le dichiarazioni rilasciate al  Forum  Ambrosetti di Cernobbio, in accordo con il presidente del Consiglio Van Rompuy,  Monti ha proposto la convocazione di  un vertice europeo straordinario ad  hoc da tenersi a Roma per contrastare il crescente populismo che, a suo dire, si trasforma in rigetto verso l’Europa  in un tentativo di “dis-integrazione” dell’Unione. In sostanza appare evidente che lanciare l’idea di un vertice straordinario europeo ad hoc  proprio in questa fase delicata della unificazione europea altro non è che propaganda  gratuita e fuori luogo, volta solo ad intercettare il consenso necessario a rivendicare il ruolo di leadership della futura Europa. Questo perché accusare di populismo gli euroscettici è equivalente ad ammettere una certa paura per la mancata costituzione politica europea.  Voler a tutti i costi difendere, come sta facendo Monti, un’Europa costruita su una moneta unica quando invece si sarebbe dovuto  pensare a costruire prima una Europa politica, è stato, ed è ora, un errore irreversibile.  Oggi se ne stanno rendendo conto tutti i popoli d’Europa  mentre Monti, ben sapendo che la buona parte delle sovranità popolari di ogni singolo Stato è già stata ceduta all’Europa, continua a bollare i fatti negativi che accadono e continuano a susseguirsi  come semplici percezioni degli euroscettici.

Un errore quello sopra citato che, se visto da un’altra angolazione, rende evidente come la crisi sia invece prima di tutto politica e solo dopo economica, questo perché l’impoverimento e gli attacchi finanziari subiti dai Piigs sono stati volutamente causati dalla stessa Europa. Non intendo con questo difendere qui ora  gli Stati del bacino del mediterraneo in quanto è un dato certo che il loro regime unitario centralista ha generato nel corso degli anni l’incremento della  corruzione e della spesa pubblica, facendo lievitare così i loro costi oggi non più sostenibili; ciò nonostante intendo far presente che: tutti gli stati virtuosi d’Europa hanno speculato per anni sui loro debiti pubblici con il risultato che, pur di costituire una Europa politica, nata già morta per essere sorta da una moneta unica e, per non ammettere il fallimento dell’intero progetto di unificazione Europea, dovuto anche per aver ricompreso gli Stati non federali nonostante si sapesse che costavano troppo, dicevo i Paesi virtuosi ora hanno deciso invece di far partecipare i Piigs all’Europa abbattendoli prima finanziariamente per poi gestirli comodamente.

Quindi il vertice proposto da Monti più che di facciata è una bella stronzata, infatti il premier nelle dichiarazioni al forum di Cernobbio evidenzia come necessario un intervento “dei capi di Stato e di governo per arginare, con la loro leadership, una deriva pericolosa. Forse anche attraverso una maggiore solidarietà  visto che, come riconosce lui stesso replicando a Renato Brunetta, a volte i governi sono costretti a “spremere” Paese e Parlamenti per ottenere l’aiuto dell’Europa”.  Percezioni o realtà dei fatti ?

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Roberto Porcù says:

    OK – condivido amaramente.

  2. Yuppy says:

    Invece del ragioniere Mario Monti vogiamo Fantozzi al governo!Almeno farebbe politiche migliori del bocconiano della Sachs!

  3. Johnny says:

    Assolutamente d’accordo sull’articolo.Vi segnalo sul tema questi due interessanti art trovati in rete :”il dogma europeista” http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2012/09/il-dogma-europeista.html e “Un nuovo ordine europeo” http://www.cadoinpiedi.it/2012/09/07/un_nuovo_ordine_europeo.html#anchor .

  4. Dan says:

    Una volta, almeno in democrazia ed in quel periodo che precedeva l’incollatura delle natiche sulla sedia, “populismo” si scriveva e si leggeva come “volontà popolare”.
    Adesso ci manca poco che venga tradotto in “i sudditi osano lamentarsi”.
    E’ proprio vero che in natura non esistono maggiori diritti di quanti non si è disposti a combattere per ottenerne

  5. Salvatore Giannasso says:

    Più passa il tempo e più mi convinco della pericolosita’ delle scelte, o decisioni gia’ prese, del governo Monti. Sino ad ora, il premier disceso dall’alto ha solo messo in pratica i dettami della Triade, se ne compiace e non disdegna apprezzamenti, veri o falsi che siano, riconosciutigli dalla Ue(leggasi Bce). Per l’Italia, invece, ha fatto molto di piu’, nel senso di danni: ci ha massacrato di tasse dirette ed indirette, ha disseminato tutto il territorio italiano di mine anticrescita e, per finire, ha fatto una notevole quantita’ di annunci, di concerto con gli orchestrali di governo, di cui nessuno, dico nessuno, messo in pratica. La sua figura e il suo operato mi ricordano Chaplin che giocava col mondo(era la parodia di Hitler che lanciava in alto un mappamondo gonfiato)che avrebbe voluto dominare. Qui, invece, si tratta di Europa e Monti non vi comanda ma ubbidisce. Insomma, un condottiero sbagliato che, pur di avere premio, lascia a terra morti e feriti. Adesso si e’ messo pure in testa, ma anche qui prende ordini, di arginare, se non di confinare in un budello, la democrazia di popolo perché questa rappresenterebbe un pericolo per il disegno diabolico architettato dai burocrati della Ue. Che democrazia lo colga.

  6. DOLFINI BRUNO says:

    FABRIZIO HAI RAGIONE: LA CASTA CERCA DI DEVIARE IL PENSIERO E L’ATTENZIONE DEL
    POPOLO E LA CASTA MANIPOLA ANCHE LA LEGA NORD PER MEZZO DI ROBERTO MARONI,IL
    “BUON SAMARITANO DELLA LEGA”.
    —LA MACROREGIONE EUROPEA DI MARONI & Co. !
    — IL MICRO STATO EUROPEO ITALIANO DI MONTI !
    = cancellare il popolo italiano e la sua storia per salvare
    LA CASTA !
    L’inganno degli inganni :infinocchiarci tutti !
    Saluti. Grazie.

  7. lory says:

    tutto quella che fa Monti è una vaccata, mi sembra che quel personaggio sia in permanente stato di ebbrezza !

  8. Antonino Trunfio says:

    da un parassita travestito da ragioniere, si ottengono due risultati : perdere sangue per mantenerlo, ascoltare vaccate
    http://www.youtube.com/watch?v=2S4al9TVQqk&feature=plcp

Leave a Comment