IL TRIO LESCANO E LA FARSA DEI MINISTERI AL NORD. CHIUSI

di TONTOLO

«Le sedi di rappresentanza inaugurate nel luglio 2011, presso la reggia di Monza, non sono più operative dal giorno del giuramento del nuovo governo. Gli uffici competenti della Presidenza del Consiglio hanno provveduto tempestivamente a far cessare l’operatività delle sedi oggetto di contestazione attraverso la dismissione di tutte le utenze e il ritiro di quanto vi era stato destinato, come i beni mobili. L’immobile era stato messo a disposizione a titolo gratuito dall’ente proprietario, che ora ne ha riacquisito la piena disponibilità». Lo ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda nel corso del question time della Camera, certificando così la chiusura delle sedi distaccate dei ministeri aperte dal precedente esecutivo.

Ecco la giusta fine di una delle peggiori trovate inscenate da Bossi, Calderoli e da quel gran genio del loro amico, l’ex ministro Tremonti. Mi son Tontolo ma no tontolon, e non ho mai creduto che quella castroneria sarebbe servita a nulla. Mi spiace che i tre signori citati prima abbiano invece voluto prendere per i fondelli  la gente seria ma un po’ credulona, che riteneva i ministeri al Nord una tappa fondamentale verso la Padania. I primi ai quali veniva da ridere in privato erano quelli del Trio Lescano. Della rossa Brambilla non stiamo manco a parlare… (c’era anche lei quel giorno!!!).

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. Pao says:

    Caro Tontolo, una iniziativa che solo a proclamarla io avrei avuto vergogna. Ma ci rendiamo conto del livello a cui sono arrivati per tentare di mascherare la loro insipienza e salvare (dal loro punto di vista ) la faccia dietro iniziative senza capo né coda, mentre l’hanno inesorabilmente persa, la faccia, e stanno ancora lì a concionare di Padania… ma va da via i pé….

  2. berto says:

    Ma quando Calderoli il ballerino finirà di rompere i coglioni? Lasciato da tutte le donne che lo hanno frequentato adesso mostra la sua impotenza politica ogni giorno che passa…

  3. vanderbilt says:

    Caro direttore concordo con lei su tutto e a maggior ragione sulla beffa di Tontolo (fin troppa buona) per questi politici che prendono per il sedere il popolo (effettivamente bue a leggere certe mail….). Ma come si poteva credere alla farsa dei ministeri al nord, puzzava dalla testa, puzzava di carogna.E di carognata, di imbroglietto sottopolitichese, da inciucione schifoso per compiacerew quattro imbecilli e tre giornalisti servi che sui principali quotidiani fan finta di credere a certe cose ‘per avere le notizie e sapere in cambio le cose dall’interno..’. Che farsa ignobile, che scadimento di livello. I padani di una volta (prima della Lega che ha alteratogli equilibri…facendo passare per padani e milanesi gli scemotti) avrebbero risposto con una alzata di spalle e con il famoso ‘vadaviaiciapp’ (e non come dice quel cafone di Bossi vadavialcu).

  4. Marco says:

    Almeno abbiamo avuto l’idea di come roma e i politici di tutti gli schieramenti e di tutte le provenienze non siano disposti a cedere nulla del potere burocratico-parassitario là concentrato; si è visto come per degli uffici sfigati di rappresentanza le istituzioni romano-laziali, tra l’altro guidate da politici di centrodestra teoricamente alleati con la Lega allora forza di governo, abbiano dato una risposta compatta contro lo “scandalo” di una simile mossa politica.

    Altro che ottenere il federalismo o “snellire” uno stato così burocratizzato e centralista…

  5. luigi bandiera says:

    Caro Tontolo,

    non difendo chi e’ indifendibile, ma forse fu una prova di SECESSIONE. Kampa kavallo del west…

    Certamente sschei butai via… seben poki.

    Ma se nota da un toko ke in lega su e zo’ no ghe xe IDEE. Forse tanti pesi del tipo trote e troterellini… ankamasa yesman…

    Insoma, karo el me Tontoeo, no ghe xe VOEONTA’ de far…

    Ko i podea far i xe stai FERMI… deso i xe tuti inkaxai… ma contro ki..??
    De se stesi..?

    E ma ke kax posi far deso..??

    Soeo KIAGNERE come fa i teroni..!

    KO SE GA EL SETRO SE KOMANDA, NO PODOPO.

    KOMUNQUE METO NALTRA DEE MIE, me faso publisita’, CHE RESITA:

    DA SENPRE EL POPOEO SELIE BARABAS e MAI EL GIUSTO..!

    E da senpre ea justisia funsiona come a kel tenpo ea’… de Ponsio el de_Pilato.

    Smentiseme come e quando te vol.

    Salam e mortadellam…

  6. sciadurel says:

    solo degli idioti potevano credere che l’iniziativa potesse portare a qualcosa …

  7. Luca68 says:

    Con anche questo numero nel loro curriculum, quando uscirà dalla scena politica il trio lescano non avrà difficoltà a farsi assumere come clown in qualche circo itinerante della periferia romano-borgatara. Calderoli per esempio non ha nemmeno bisogno del trucco di scena… Sta benissimo cosi… 🙂

Leave a Comment