Il terremoto è razzista: colpisce i poveracci. Muore solo la brava gente

gianni4

di STEFANIA PIAZZO – Ti guardi in giro e lo pensi. Muore solo la brava gente. Quella che lavora, che non campa sulla pelle degli altri. Muoiono i disoccupati, i lavoratori, quelli che si fanno la casetta col mutuo, e se non finiscono sotto delle macerie, muoiono per perdita di dignità. Il suicidio, a volte, è un diritto, l’unico modo per chiudere la porta in faccia a chi ti manca di rispetto perché hai bisogno. A volte, per morire, ci pensano le calamità naturali, altre volte ci pensano le calamità umane: tenere in povertà e sottomissione chi lavora.

Crepa l’Italia per bene. Gli sciacalli che twittano le loro foto o frasi moraleggianti, dal tronetto politico od economico, campano più degli altri. La gente grama non muore mai. Anzi. Fa crepare prima te. Per la malta marcia messa nelle fondamenta, per un ponte costruito male, per  la situazione in cui ti fa vivere, chino a 90 gradi, accettando tutto pur di prendere il pezzo di pane. Muore solo la brava gente. L’Italia della legge Fornero, del Job’s act. Dei contratti inesistenti. Del “fuori c’è la fila se ti lamenti”. Della speculazione da morti di fame. I terremoti,  sono razzisti. Come il potere politico ed economico che porta al delirio di onnipotenza. Per questo, muore solo la brava gente.

 

Print Friendly

Articoli Recenti

4 Commenti

  1. Ric says:

    Muore la brava gente ma non la stupidità e sicuramente l’idea inculcata del finto sacrificio come redenzione , altra balla cosmica sulla quale campano ancora alla grande !
    Si è tutto vero se non fossero razionalizzazioni funzionali alla nostra debolezza genetica , al nostro esistere a scadenza .
    Questa rassegnazione da vinti , questa filosofia dell’impotenza sotto scacco continuo al dio del male , da contrapporre al dio del bene troppo svogliato e assente spesso ingiustificato , fa santi tutti coloro che sanno esprimere riflessioni intelligenti e o considerazioni plausibili .
    Ma è illusione , panacea , sofismi , distrazioni sistemiche come le religioni , i sistemi sociali , le droghe ; tentativi , scorciatoie per alleggerire la morsa delle sofferenze . Chi adotta metodi razionali e li applica cinicamente ha potere e non si toglie la vita , ma al contrario sfrutta la tua . Ed i metodi sono accesso al sapere vero ed ai mezzi che contano che , per coloro che li posseggono , stabiliscono tutti i fini .
    Carissimi , la buona educazione , il politicamente corretto , la preghiera , la speranza , sono indicative del grado romantico , reliquato del tratto caratteriale pre adolescente : chi muore giace , chi vive si dá pace .
    Non può esistere equilibrio in queste condizioni , tutto ciò che viviamo è comico se non fosse tragico : ma avete presente la stupida inutilitá ( a loro insaputa) per i martiri che combatterono per Trento e Trieste , sul Piave , per il Duce , per le varie libertá coi più svariati vessilli , ve lo immaginereste il pianto del milite ignoto quando svuotano di organi vitali un bambino per trapiantarli ad un altro , buttando la carcassa in discarica ?
    Ecco perché ci sono tutti questi gioppini che sulle macerie delle disgrazie arrivano a benedire , si abbracciano con le fasce tricolori , e promettono ai beoti ed ai disperati un pò di linfa derivata dal sacrificio di altri !
    “È un mondo di fradicia letizia che assolve tutto pure l’ingiustizia “ .
    Allora se non siamo tutti anestetizzati , proviamo un vero esercizio evolutivo alla condizione unica possibile che è libertá di vivere , smettiamola con la paura , con la correttezza , coi formalismi , cominciamo da subito l’indipendenza senza vergogne e falsi pudori .

  2. Claudio Sicurbet says:

    Si puo’ commentare la Verita ?

  3. luigi bandiera says:

    Carissima Stefania,
    e’ proprio vero, purtroppo.
    Lo scrivevo anch’io anni fa che la natura e’ la prima razzista al mondo inteso universo.
    Pero’ sai no, se lo dico io, un “Ulisse” o un Nessuno, e’ una stronx mentre se lo avesse detto la M. Hack (riposi in pace)… apriti cielo.
    E’ cosi’, comunque, da sempre.
    Mi scappa di dire che adesso si parla tanto di terremoto e di terremotati, ma intanto gli INVASORI SBARCANO: che sia che anche il PADRETERNO E’ CONTRO DI NOI E A FAVORE DELL’INVASIONE..? Successe (una fotocopia circa) verso le americhe…
    I maomettani stanno sovrastando i cristiani e non solo su tutti i fronti.
    Sembra che anche i komunisti, detti demoniokratici, stanno per essere scansati… poi magari deguellati. Si vedra’ a breve che fine finiranno loro, sebben collaborazionisti, e i loro protetti che li votano giulivamente..!!
    E’ certo: un periodo cosi’ lo stivalon di emme non lo ha mai avuto.
    Auguri

    • luigi bandiera says:

      Ecco una prova del nove:
      SPRESIANO – Un operaio di 47 anni, Michele Piovesan, è morto nella tarda mattinata in seguito a un malore mentre si trovava al lavoro nella ditta “Volpato” di Spresiano. Piovesan era impegnato nelle operazioni di imballaggio quando si è accasciato, colpito con ogni probabilità da un infarto. (da il Gazzettino.it e per saperne di piu’).
      Ogni volta che sento che un lavoratore ha rogne mi viene da piangere specie se muore… proprio per quel senso che hai espresso tu cara Stefania.
      Feci il sindacalista perche’ spinto dagli eventi e perche’ non ne potevo piu’ di certe cose. Ocio pero’, non ho mai messo l’azienda quale colpevole di questo o di quello: ma gli uomini che credevano di essere filopadronali solo perche’ avevano certe cariche in azienda per l’appunto: non so, direttore o responsabile di questo o di quello.
      Spesso li ritenevo briganti nel tempio.
      Oggi, di quella specie o razza, ne abbiamo a bizzeffe… pure strapagati.
      .

      E in politica e in magnarie varie: BANDA DEI QUATTRO, cara Stefania, sono.
      .
      Lo so, a volte le prove mancano ed ecco perche’ spuntano I GIUSTIZIERI DELLA NOTTE..!
      Come faremo a difenderci e dagli INVASORI e dalla BANDA DEI QUATTRO..??
      .
      Pensa che con tute ste kax de disgrassie ke subimo no semo boni de vegnergane fora.
      Kossa mai gavara’ da sucedar mo, par svejarne un fia’..??

      Bona fine setimana a tuti.

Lascia un Commento