Il Sud ha politici che fanno i suoi interessi. E il Nodd ce li ha!?

di AGILULFO

Sono Longobardo, si sa, e quindi ho la testa dura, e, allora, mi fido poco. Anzi, visto che mi sono fidato, oggi non mi fido più. Il nemico non è a Roma, come sbraita (o finge di sbraitare) ancora qualche padanista rimasto solo sull’atollo del 2%, e non è nemmeno a Bruxelles o a Strasburgo. Il nemico ce l’abbiamo in casa ed è una classe politica che ci ha usato solo come riserva elettorale per garantirsi le cadreghe, andando, poi, d’accordissimo sia con Roma che con Strasburgo. La verità, amara per noi Longobardi, è che il Sud una classe politica che fa i suoi interessi, ce l’ha. E, infatti, piovono posti pubblici e soldi. Inutile che ce la prendiamo con le guardie forestali siciliane e calabresi. Sarà anche clientelismo, ma laggiù i loro interessi li fanno, eccome. I nostri? Il solito pietoso velolombardia, se pur verde, non basterebbe a coprirne le vergogne. I suddici votano compatti, i noddici si dividono tra destra, sinistra e cespugli. I suddici si nominano tra loro, i noddici, nominano quelli del Sud. Ve lo confesso: in questo momento sono pieno di ammirazione per il Sud, che la secessione l’ha già fatta. Ditemi un solo politico del Nord che sia mai stato eletto in un collegio elettorale calabro, io ve ne dirò qualche migliaio eletto quassù, persino sotto lo stemma di… Il Nodd si deve liberare, è vero, ma da se stesso, o, meglio, da chi ha detto di averlo rappresentato.

Print Friendly

Related Posts

5 Comments

  1. luigi bandiera says:

    I settentrionali NON hanno MAI avuto dei rappresentanti.
    Mai li avranno visti gli andazzi, salvo un radicale cambio di rotta.
    Bisogna VOLERE per avere il POTERE.

  2. FIL DE FER says:

    Non dimentichiamoci che in italia ha sempre comandato la mafia meridionale.
    Tutti i partiti, alla fine, se ne sono serviti per ottenere voti e poi lasciavano fare……gli omicidi di giudici, poliziotti, carabinieri, e chiunque si opponesse allo strapotere della mafia politico romana-siculo-calabrese-napoletana etc…etc…
    Dunque il nord si merita quello che non ha mai ottenuto, cioè un paese democratico, libero e prospero, ma tutto il contrario. Il Nord deve produrre e pagare la gabella allo stato mafioso perché inutile nascondercelo….è così. Se così non fosse non saremmo qui a parlare di Nord o Sud ma dell’italia……

  3. giancarlo says:

    Bella domanda a cui è d’obbligo rispondere che no, non abbiamo quasi mai avuto politici del Nord che tutelassero veramente le nostre regioni.
    Anche in Veneto, a parte i Rumor, i Bisaglia e qualche altro di minore notorietà, non ha mai avuto politici in grado di contare a roma come contavano i politici meridionali.
    Colpa nostra e del nostro modo di affrontare la vita che vede il lavoro e la famiglia ai primi posti.
    I meridionali invece hanno pensato bene che era meglio lasciare a noi il lavoro e tenere loro il comando.
    Stiamo assistendo alla fine dell’italia comandata e gestita da meridionali della prima e seconda repubblica, mentre la terza è la pessione mai avuta dal momento che da Scalfaro a Napolitano la democrazia in italia è stata persa per strada volutamente per i sporchi interessi dei politici e nulla più.
    Risultato : F A L L I M E N T O !!!!!
    WSM

    • luigi bandiera says:

      “I meridionali invece hanno pensato bene che era meglio lasciare a noi il lavoro e tenere loro il comando.”

      Infatti io ho sempre detto che l’art.n.1 va letto per bene e non preso per buono tout court.
      Lo riscrissi e ci aggiunsi: …fondata sul lavoro, MA DEGLI ALTRI.

      Piano piano vediamo le cose cosi’ come stanno. Come sono noi del settentrione diciamo.

      Peccato che siamo in pochissimi a vederle… ste trojate o furbate..?

  4. AVG Average Venetian Guy says:

    sottoscrivo ogni singola parola, anche la punteggiatura

Leave a Comment