Il sindaco di Bondeno “sfratta” i profughi dagli alberghi. “Prima i nostri terremotati”

TERREMOTO

Azione di ‘disobbedienza’ del sindaco leghista di Bondeno (Ferrara), Fabio Bergamini, per scoraggiare l’accoglienza degli immigrati: ha dato mandato agli uffici di cancellare dall’albo pretorio del Comune l’avviso di manifestazione di interesse che la prefettura di Ferrara ha inoltrato. Dagli uffici territoriali del governo era stata avanzata alle Amministrazioni locali la richiesta di ‘darne massima diffusione’, spiega Bergamini. La cancellazione dei documenti dall’albo pretorio sarà completata in 24 ore, tempo che il server rimuova i file inviati dalla prefettura, che solitamente vengono caricati di ‘default’.
“E’ partita l’operazione-dissenso. Più che un gesto di disobbedienza, il nostro è un gesto di civiltà – spiega -. Vogliamo impedire allo Stato di spezzare il legame di solidarietà tra terremotati e Amministrazione. Non lasceremo che qualche privato si arricchisca alle spalle delle 634 persone ancora fuori dalle loro abitazioni originarie (rese inagibili dal sisma)”.

Print Friendly

Articoli Collegati

Lascia un Commento