Il senatore veneto “assenteista” campione di 3142 missioni

europarlamento 1di TOMMASO MINETTI

SU: VALERIO ALBERTI
Un curriculum di tutto rispetto per il fratello dell’ex sottosegretario alla giustizia Elisabetta Alberti Casellati. Prima direttore sanitario dal 1987-1999 in aziende ospedaliere a Padova, Pordenone e Verona, successivamente direttore generale dell’Azienda ospedaliera scaligera, dell’Ulss 20 e dell’Ulss3 di Bassano del Grappa. Nel 2012 viene nominato presidente di FIASO (la federazione Italiana delle aziende sanitarie e ospedaliere). Il manager bassanese riceve ora il prestigioso incarico di Commissario straordinario degli Irccs Regina Elena, San Gallicano e Lazzaro Spallanzani (Ifo-Inmi).

GIU’: ANTONIO DE POLI
Il senatore centrista figura nella classifica dei parlamentari veneti più assenteisti con un tasso di presenza del 25.4%. Peggio di lui, tra i rappresentanti veneti a Palazzo Madama, solamente l’avvocato di Silvio Berlusconi, Nicolò Ghedini (0,40% di presenza pari a 11 voti su 4.642). Il perito industriale nato a Vicenza ma padovano d’adozione, ricopre incarichi politici dal lontano 1995 (consigliere regionale, assessore regionale, eurodeputato, in parlamento dal 2006). Dopo aver abbandonato l’UDC, di cui era stato per diversi anni segretario regionale del Veneto, è stato eletto in Senato nel 2013 con la Lista Monti-Scelta Civica. Poche presenze in aula per lui, ma in compenso la bellezza di 3142 missioni istituzionali ….

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Certi on o sen vanno rivotati perché sono furbescamente intelligenti.
    Cureranno di sicuro i nostri interessi.
    Viva la sciarpa e il tabarro tricoloriti.

    Ma quanto invidio mio nipote che è andato a vivere negli USA.

Leave a Comment