Il quasi “colpo di Stato” per limitare i nuovi alle elezioni

di GIANLUCA MARCHI

Il nostro collaboratore Daniele V. Comero, nel recente convegno che abbiamo tenuto all’Hotel dei Cavalieri di Milano, l’ha definito un “colpo di mano”. Se volessimo essere anche più espliciti, potremmo bollarlo quasi come un “colpo di Stato” sui generis, complice il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Stiamo parlando delle indizioni delle elezioni politiche nazionali per il 17 o al massimo per il 25 febbraio: meno di due mesi di tempo e, quindi, pochissimi giorni per raccogliere la montagna di firme (con l’annesso e connesso delle procedure bizantine perché siano valide) necessarie a supportare la presentazione di un simbolo e le relative candidature. Attenzione, però: le firme sono necessarie solo per i movimenti e i partiti politici non rappresentati in Parlamento. Questi ultimi, infatti, non devono fare nessuno sforzo e possono dedicarsi da subito alla campagna elettorale.

Tutto questo è previsto da quella immonda legge che si chiama Porcellum, firmata sì con il nome e cognome del senatore leghista Roberto Calderoli (sempre abilissimo a realizzare i desiderata della casta al potere), ma ispirata da tutti i vertici dei partiti maggiori, che con quella norma hanno in pratica cercato di blindare il Parlamento. Considerate inoltre che, a circa due mesi dalla probabile convocazione delle urne, la data vera del voto ancora non è ufficiale e la decisione finale sta sempre nelle mani di chi dentro il palazzo ci sta già.

L’unico che ha lanciato urla pesanti contro questo scandalo è stato Beppe Grillo: il Movimento 5 Stelle, infatti, non è rappresentato in Parlamento e dunque deve raccogliere le firme. Nonostante la capacità di mobilitazione dei grillini, il comico genovese è  preoccupato per un risultato comunque non facilissimo da raggiungere per il suo movimento e praticamente impossibile per qualsiasi altra formazione che non vada a legarsi a qualche partito o a qualche parlamentare già insediato alla Camera e al Senato. Va comunque detto che il governo ieri sera ha varato un decreto che un po’ ammorbidisce la situazione. E” stato infatti  adottato un testo che prevede uno ‘sconto’ di oltre la meta’ delle assurde 120 mila firme da raccogliere per chi – come appunto l’M5S o Sel di Nichi Vendola – non e’ attualmente rappresentato in Parlamento. A questa riduzione si aggiunge un ulteriore 60% in meno per i partiti che – alla data di entrata in vigore del decreto – sono costituiti in gruppo parlamentare almeno in una delle Camere. E’ il caso dell’Udc di Pier Ferdinando Casini (te pareva…), che quindi si vede riconoscere un consistente taglio delle sottoscrizioni da raccogliere. Comunque siamo ancora in presenza di un sistema, questo, che spesso ha inoltre innescato una compravendita immonda e di certo la necessità che forze maggiori si impegnino a raccogliere firme per movimenti minori coi quali poi intendono allearsi.

Non stiamo a entrare nei meccanismi della legge, ma la morale è una sola: la casta dei politici presenti in Parlamento per perpetuare se stessa – come ha scritto più volte su L’Indipendenza l’amico Dal Col – è pronta a tutto, anche a limitare gli spazi di democrazia, nascondendosi dietro norme assurde inventate appositamente.

E c’è un altro “colpo di mano” che si è ormai consumato nell’indifferenza generale, giustificato dalla necessità di un doveroso risparmio: parliamo dell’election day (previsto dallo stesso decreto di ieri), che abbinerà le elezioni regionali con quelle politiche nazionali, finendo per oscurare mediaticamente le prime a vantaggio delle seconde. Converrete che in Lombardia nelle urne si potrebbe giocare una partita decisiva – quantomeno in prospettiva medio-lunga – per la tenuta della stessa Italia e per l’offerta indipendentista, ma sui media e soprattutto in tv di ciò si parlerà poco o nulla. Aggiungiamo a ciò il meccanismo di un’onerosa raccolta di firme per chi si vuole candidare e capite che anche nel caso lombardo è scattato il tentativo di difendere l’esistente a danno del nuovo, anche se piccolo. E va detto fuori dai denti che la battaglia per unire tutte le elezioni in un sol giorno l’ha condotta soprattutto il centro-destra a cominciare dalla Lega Nord.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

13 Comments

  1. giovanni says:

    Siamo tutti in attesa !Diamoci una-mossa o periremo in eterno.

  2. Riccardo says:

    SCIOPERO DEI SOSTITUTI D’IMPOSTA!!! E’ una delle possibili vie d’uscita allo stallo politico di questi anni. Sarebbe una rivoluzione inarrestabile. Basterebbe una adesione del 30% e lo Stato non sarebbe più in grado di riprendere le redini della società.

  3. Albert Nextein says:

    Tempi così stretti rendono impossibile anche la presenza del movimento libertario lista “forza evasori”.
    O sbaglio?
    60 mila firme raccolte su quale territorio?

    Io penso che le prossime elezioni non partoriranno una coalizione operativa.
    Non vincerà alcuno.
    Il mondo finanziario si regolerà di conseguenza , e metterà sotto pressione l’italia.

    Possibile che il monti rientri dalla finestra, ma non sicuro come la prima volta.
    Non sicuro a causa della litigiosità accresciuta tra politici affamati di potere i quali difficilmente sarebbero disposti a recedere lasciando campo libero al grande economista , Forza mario!!

    Penso quindi che sotto lo sconquasso creato dall’ingovernabilità,sconquasso finanziario con caos ovunque, al limite del default si tornerà ad elezioni in estate, con un monti a mezzo servizio.

    Quindi ,se i libertari decideranno di esserci al secondo tentativo, avranno più tempo.
    E questo consiglia di non rinunciare anche da ora a farsi sentire ed a proporre le idee ogni qualvolta possibile.
    Anche se non si riesce ad esserci per febbraio.
    Intanto ci si fa conoscere , ci si fa notare.

  4. xyzxyz44 says:

    Si, ok tutto condivisibile, ma non vedo il motivo di questo assist a un buffoncello come Grillo.

    Anche se loro (m5s) a differenza dei tanti insignificanti gruppuscoli indipendentisti si sono imposti mediaticamente ed elettoralmente.

  5. Dan says:

    Mi piacerebbe proprio che riuscissero a tenere fuori dalla porta il M5S così finalmente sta accozzaglia di sognatori si sveglia, si mobilita e, sia chiaro, non sarebbe solo: avrebbe mezza penisola di astensionisti che marcerebbe insieme a darebbe il giro a tutto quanto

  6. luigi bandiera says:

    Caro stimatissimo Gialuca Marchi,
    tutto da incorniciare. (Fai concorrenza agli altri della squadra..? Ma va bene cosi’).

    E siamo nell’olimpo del pensiero.

    Pero’, tornando in Terra, o i palpa davvero la nostra situazione o si fanno giri di parole o di giostre all’infinito ma solo per distrarci. Leggi trasmissioni varie televisive e radiofonike. Beh, il nero su bianco e’ da appena nato che lo fanno e che se ne accorsero a che kax serviva. (SPIACENTE MA E’ LA VERITA’. In percentuale ben s’intende).

    Prima cosa da tener conto o in conto:
    LA COSTITUZIONE ITALIANA E’ COMPLETAMENTE KOMUNISTA. Vale a dire che se non sei KOMUNISTA NON GOVERNERAI MAI E POI MAI..! (se lo sponsor e’ il benigni… lo comprende anke l’ultimo asino ke l’e’ komunista; come la divina, kosiddetta, kommedia. Sanno come diffondere la loro RELIGIONE ROSSA).

    Quindi..?

    La si deve CAMBIARE..!
    MA IN TOTO..!
    PERCHE’ DEVE ESSERE DEMOCRATICA… CIRCA NE’..?

    Non mi credete..?
    Pensate al POTERE ASSOLUTO CHE HA LA INGIUSTIZIA (quelli delle toghe rossonere e anche bianche) E CAPIRETE. Ovviamente se avrete un po’ di intuizione politica, e COME GIRA STA KAX DI GIOSTRA TRIRINKOGLIONITA..!!

    Il tutto detto alla Bonolis e cioe’ gridando..! (ecco del perche’ i miei punti esclamativi: grido anch’io come lui).

    Kax, non parla, ma grida e sempre e, il bello, nessuno (Ulisse non c’entra) si lamenta. Anzi..? APPLAUDE COME LA MASSA DEI PINGUINI AL POLO SUD… Brrr che freddura..! (Hanno un merito i pinguini: non APPLAUDONO AI LORO FUNERALI. L’HOMO SI, ECCOME… sto scemo della massa e non del villaggio).

    Come lamentarsi se NOI MASSA/POPOLO/GENTE/PEONS/PANTALONI/KOGLIONI (sebbene allorati) NE SIAMO LA CAUSA..??????????

    TUTTO AVVIENE PERCHE’ SIAMO NEL SYSTEMA KOMUNISTA..!!

    Per liberarci da LEI, religione komunista, o impariamo dai fatti precedenti che videro lo scioglimento dell’ex URSS o ne inventiamo un altro di systema per sciolglierci. I siculi usano l’acido… ma noi siamo polentoni e useremo il LETAME o la calce viva.

    Ma facendo i seri diciamo: noi e per esempio, ci basterebbe tornare al DOGATO.

    Il fatto prossimo, per la nostra liberazione, sara’ come quello dei ROBERSPIERRE..? O DEI LENIN/MARX..? O DEGLI STALIN..? O DEI TOGLIATTI_GRAD..?
    O QUELLO, un po’ vecchiotto ma attuale piu’ che mai, DI ULISSE..!???

    Scrivevo, ormai “secoli” fa: nell’ODISSEA VI E’ LA CHIAVE PER LA NOSTRA LIBERAZIONE. Lì c’e’ la PASSWORD (per dirla che tutti o quasi la comprendano) che ci aprira’ le porte della LIBERTA’..!

    Da “secoli” lo scrivo. Ma sono solo parole scritte nel biglietto messo dentro ad una bottiglia che e’ stata gettata nel MARE DELL’UNIVERSO.

    Spesso, le mie ragliate, sono nella bottiglia che galleggia nell’UNIVERSO..!

    Purtroppo il rischio e’ quello di non essere RACCOLTA.

    Lo scrivo perche’ mi hanno detto che sono solo tante parole. E che scrivo sotto effetto del I_VINO. Allora, seguendo il principio, i libri e tutto quel repertorio che poi si colloca nell’ESPERIENZA passata dei nostri AVI, che KAX e’ ..?????????? KOOLTURA..?? O SOLO PAROLE..??

    A parte gli immobili… che rendono anche.

    Repetita…:
    IO, LUIGI BANDIERA, HO VINTO CONTRO I POTENTI.
    HO PERSO CONTRO L’IGNORANZA..!!

    UN NEMIKO, KOME L’IGNORTANZA, PIU’ SUBDOLO NON ESISTE AL MONDO. KE DIKO: NELL’UNIVERSO..!!!!!!!!!!!!!!

    Tuttavia, lo avevo detto, scritto, che NON SERVE A NULLA IL VOTO e tutta quella prassi definita DEMOKRATIKA. OGGI POI..??

    Ma a non credermi sono inispecie proprio quelli ke dovrebbe kredere, nei fatti, e cioe’ gli ALLORATI..!

    Se quelli DORMONO o sono ASSENTI..?? Quando non sono COLLABORAZIONISTI..! KOME CI SALVEREMO..?

    KAX, non si fara’ nulla. Men che meno se quelli, gli allorati, sono al servizio del NOSTRO NEMICO per tutti gli appunti..!!

    STA SCRITTO:
    SCRIBA, FARISEI E DOTTORI… IL GIUSTO NON LI AMAVA PROPRIO..! PERCHEE’..?????????

    Il perche’ sta nel fatto CHE DA GIUSTO FINI’ IN KROCE..!! Come quelli di ERBA..??

    Oggi e’ lì, perennemente in KROCE.
    Kax, troppi scriba; troppi farisei e troppi dottori in circolazione ci sono..!

    SALAM

    Ah… forse mi sbaglio.

  7. Cantone Nordovest says:

    Sì , ero presente , e ho apprezzato il vs. collaboratore Daniele Comero .

    quello che mi pare manchi alla vostra iniziativa politico-editoriale , sono due cose : una presa di posizione e una guida

    La presa di posizione dovrebbe essere a favore del sistema elettorale basato sul collegio uninominale – che premia il migliore (come una sorte di primarie estese al corpo elettorale anzi che polarizzate su uno skieramento) – e presenta una indubbia (e intuitiva) valenza federalista : un Territorio = 1 delegato

    La guida , è una guida storico-culturale : volete (vogliamo ..) continuare ancora a parlare di Padania .. o non sarebbe forse meglio RIVISITARE I GLORIOSI STATI PR-UNITARI ? E da questa base sviluppare un discorso che potenzialmente potrebbe coinvolgere le manifestazione culturali che in estate rievocano fatti , episodi , con sfilate in costume organizzate da associazioni e pro-loco di folklore locale ?

    La parola Padania (mi dispiace x Oneto ) dovrebbe essere buttata a mare . E’ controproducente !

    Quanto agli storici , avete lo stesso Oneto e la Percivaldi

    La crisi del modello regionale (ruberie) avrebbe dovuto spingere a chiedere la riduzione delle regioni da 20 a 8 . Ed ecco riformate le macro aree o CANTONI degli Stati preunitari !

    facebook > Cantone Nordovest

  8. Rinaldo C. says:

    siamo proprio in un paese di m….a e noi siamo ancor più merdosi, stiamo lì immobili siamo schiavi dei politici corrotti
    e purtroppo siamo anche complici da ben 70 anni, abbiamo demandato e loro i politici ne hanno approfittato della nostra stupidità. Ora è il momento giusto di muoversi
    non soltanto commentando sul tuo giornale che è anche il nostro perchè lo leggiamo. Bisogna scendere in paizza a far chiasso e non stare in casa a ruminare cosa possiamo fare, l’astensione è la stupidità della gente qualunquista. le ele ction day per risparmiare possono anche essere giuste e come dici tu le politiche corpono
    le lezioni regionali, i max media giornali del potere e televisioni del potere top-show parleranno solo delle poltiiche e per niente delle regionali. Per cui ti chiedo
    sublinami con un tuo pensiero, io non credo più in niente
    mi sento offeso anche dal mio movimento, arrivo al punto
    di pensare che alle votazioni politiche l’unico movimento
    oggi ancora credibile e per dar forza contro la politica italiana sia il movimento 5 stelle che non fa parte del mio pensiero ma che può e potrà fare molto contro i politici inetti di tutti i partiti itaglioti. Forse per ora è l’unico che sul territorio può dare qualcosa di certo per eliminare i ladri, traditorim impostori, corrotti, perchè un popolo che li elegge non è vittima ma complice.

    Rinaldo

    • calimandin says:

      Certo è l’ordito 5S che conta. Presenza sul territorio. Quelli saranno eletti perchè conosciuti per l’onestà ancorchè intelettuale. Potranno anche fare la fine di Favia & co. ma permettere di modificare mentalità anche istituzionali grazie ai gruppi ed a buone amministrazioni. Purtroppo la strada è lunga, non ci sono più le condizioni del tempo di Itler.In 6 anni, seguendo pedissequamente le indicazioni sul libro del signore del”Bancor”ha fatto uscire la Germania dalla povertà.

  9. Mauro Cella says:

    Qualche settimana or sono il Presidente della Repubblica Ceca, Vaclav Klaus, è venuto in Italia per una visita ufficiale cui la stampa ha dato pochissima attenzione.
    Dopo il suo ritorno in patria ha rilasciato un intervista in cui si è detto “estremamente preoccupato” dalla situazione italiana.
    “La classe politica italiana, per non essere chiamata a rispondere delle proprie azioni, sta arrivando a sospendere il processo democratico” ha dichiarato il Presidente Klaus, che poi ha aggiunto come la UE stia chiudendo un occhio sull’intera vicenda in un classico caso di do ut des “La classe politica italiana è disposta a cedere la sovranità nazionale alla UE in cambio della propria impunità”.
    Peccato che Klaus non abbia aggiunto un commento finale sul suo ospite e maestro burattinaio, ovvero sia Giorgio Napolitano.

    Chiunque non abbia acqua da tirare al suo mulino o non sia un tontolone ha oramai capito come si svolgeranno le elezioni in Italia: Beppe Grillo ha anticipato il risultato sul suo blog mesi fa. Chiunque vinca non avrà la maggioranza per governare quindi si riformerà un governo di unità nazionale. Che ci sia Monti o chicchesia alla guida non importa. Sarà una continuazione dell’attuale: tanta propaganda, tante menzogne, richiesta di ulteriori sacrifici e nessuna volontà di cambiare.
    Probabilmente vedremo qualcosa di simile anche in Lombardia: un governo di unità il cui unico scopo sarà di evitare che l’elettorato presenti il conto. Se poi bisogna cedere sovranità alle banche, alla UE, ai burocrati senza volto e che rispondono solo a sè stessi, così sia.

  10. NaziGram says:

    “Sopperire” ?!?

  11. Lucafly says:

    Stimatissimo Marchi facciano come credono tanto il bel paese è destinato a sopperire,allora si saranno Cazzi amari e non vorrei trovarmi in mezzo.

Leave a Comment