Il problema di Roma? Sono i romani… parola di Claudio Amendola

di TONTOLO

Onore a un romano doc che dice pane al pane e vino al vino. L’avessimo pronunciate noi queste parole, saremmo subito stati tacciati come i soliti razzisti padani. Sono curioso invece di sapere se qualcuno reagirà a questa intemerata. Eccola:

“Roma ha una grande pecca che era una volta il suo orgoglio, e sono i romani. Non è questione di Alemanno. Oggi i romani non devono essere più orgogliosi di se stessi  per colpa di una inciviltà dilagante. Sì, sono incivili, in città non c’è nessun rispetto per gli altri. Sporcizia, il modo in cui si guida e si lascia la macchina ovunque. Non c’è nessuna attenzione per la città. Anche in altre città è così, ma a Roma fa più male”. Parole di un romano doc, ma amaramente critico: così Claudio Amendola a “La Zanzara” su Radio 24. Evviva Amendola.

Print Friendly, PDF & Email

9 Comments

  1. ah dimenticavo ,come mai ci vengono tutti cosi’ volentieri se e’ tanto denigrata?e sicuramente puzza ed e’ sporco piu’ quello che fanno i nostri governanti.

  2. sara’ anche vero quello che dice claudio, anche se lui dice che e’ un problema di tutte le citta’,ma quanti romani ci sono a roma?, quindi la colpa e’ degli abitanti di roma ,e non solo romani,ma visto che facciamo le pulci ad una dichiarazione,voi delle vostre citta’ potete dire il contrario?

  3. è la gente come voi che rovina tutto il paese e i paesi. voi che passate il tempo a scrivere spettegolerie e cattiverie su dei cittadini o su altri quando voi stessi siete i primi che appartenete a quella categoria, a comportarvi come chi criticate e ha dare segni di inciviltà e di ignoranza cercando di dividere invece che di unire le forze contre questa massa di indegni schifosi che ci governano, dal primo all’ultimo.

  4. Senza volerne fare colpevolezza spicciola;ma a volerne chiarire i tempi.Oggi ad un giovane che ha frequentato quelli della curva allo stadio,vagli a dire che non ci si comporta male,non si sporca per strada,non si risponde con violenza,ma si deve fare il bravo cittadino,andare a messa e dire le preghiere almeno la sera:se poi ha anche frequentato certi gruppi politici,ed è tutto tattuato e magari non ha avuto la fortuna di un padre onesto con un buon lavoro in RAI e che grazie a lui ora puoi anche dire che è bello giocare a golf e non è per niente elitario, allora si che farà il bravo cittadino per non disturbare quelli che pontificano con la puzza sotto il naso,avendo ereditato anche un posticino benpagato,meritato solo perchè di appartenenza politica e frequentante una cerchia elittaria di” CESARONI “Ahhh Claudio…mavaff………!

  5. I romani non sono soltanto il problema di Roma.
    Ben so sapeva il grande Arminio che a Teutoburgo sterminò l’esercito romano di Varo e pose fine all’espansione dell’impero romano in Europa, confinandolo entro il Reno e del Danubio.
    Grazie Arminio!

    Anche gli ebrei hanno conosciuto i romani, specialmente l’ebreo Cristo li conobbe e ne morì.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

La guerra del Bitto: un tempo era del Duce, oggi c'è aria di regime

Default thumbnail
Articolo successivo

Burocrazia infame: storia di un immigrata regolare e di un locatore