Il prete sgozzato in Francia è un martire della Chiesa di Bergoglio che non condanna l’Islam

prete sgozzato

di ROBERTO BERNARDELLI – Non sappiamo se per far capire a chi ci governa e ci comanda in Europa, che l’islam vuole prevalere con la violenza, come ha sempre fatto, sul mondo cristiano, l’Isis debba sequestrare e sgozzare un loro familiare,

Mi sorprende la flebile replica di papa Bergoglio. Si dice addolorato. Al suo posto, altro pontefici difesero la cristianità con un altro piglio. Diciamo pure guerriero. Non posso che condividere il pensiero del governatore lombardo che commenta così l’ultimo attacco francese: un “Padre Jacques Hamel, parroco di 86 anni, è stato orribilmente sgozzato oggi, come un animale, da due terroristi islamisti nella sua chiesa in FRANCIA. Padre Jacques è un martire della fede. Una preghiera per lui, ma una richiesta a Papa Francesco: proclami subito santo padre Jacques”. Lo scriveva, a caldo, sul suo profilo Facebook, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, a proposito del sacerdote barbaramente ucciso, questa mattina, vicino a Rouen, in FRANCIA.

Ma certo! Sono le parole che avremmo voluto sentire pronunciare dal presidente della fondazione Migrantes, della Caritas, dalle gerarchie ecclesiastiche, dalla Cei….

Invece si sentono solo frasi come “siamo addolorati”, o “sono malati psichici”. Lo afferma anche  Foad Aodi, Focal Point in Italia per l’integrazione per l’Alleanza delle Civiltà (UNAoC) e Presidente delle Comunità del Mondo Arabo in Italia (Co-mai). Dai tragici attentati delle ultime settimane, sottolinea,”abbiamo visto come ad agire sono persone in gravi difficoltà economiche, sociali e psicologiche”.

Depressi pure questi? Islamici moderati pure questi? Che dicono Renzi, Merkel e Boldrini? ?#?stopislam”. Lo dichiarava così sul suo profilo Facebook Matteo Salvini.

Ma a dirla tutta, a  paventare che nella Chiesa al suo interno marci l’anticristo, c’ha pensato un umile curato di campagna.

“L’innominabile arriva”, ha dichiarato l’arcivescovo di Rouen, monsignor Dominique Lebrun, reagendo da Cracovia al barbaro omicidio del prete in una chiesa della sua diocesi in Francia a Saint-Etienne-du-Rouvray, nell’Alta Normandia. Lui, l’arcivescovo, ha capito che la Chiesa non è più governata. A ruota con tutto il resto.

 

Print Friendly

Articoli Recenti

3 Commenti

  1. caterina says:

    macchè “malati psichici” ! sono persone che imparano a memoria i dettami del loro Corano e ne sono ispirati perché così andranno dritti dritti in paradiso…
    I nostri ragazzi invece non sanno neanche il Padre nostro perché non si recita più né in famiglia né da nessun’altra parte, figuriamoci se poi hanno mai sentito leggere i Vangeli… il paradiso non esiste se non nelle favole o al luna park e nelle illusioni delle nonne.
    Abbiamo fatto di tutto per eliminare i principi della fede e quelli della religione, tutte non solo la cristiana… loro invece ne fanno una ragione di vita perciò sono invincibili e saremo noi a soccombere, beatamente illusi di essere superiori… Bergoglio in testa.

  2. Fil de fer says:

    E’ un argomento difficile perché è normale pensare che non esista l’anticristo dal momento che non lo vediamo, ma forse lo si può percepire.
    L’europa è succube di un’ideologia socialista-comunista dura a morire.
    I politici europei sembrano paralizzati, incapaci, imbarazzati, ma alla fine la verità è che sono loro la causa di tutto quello che accade. Lo erano prima e lo sono adesso.
    L’incapacità di vedere la realtà li ha resi ciechi e demagoghi come sempre. Il politico corretto prevale sulla sicurezza dei cittadini e quindi la parola d’ordine è : restiamo uniti ….????
    Cosa vuol dire restiamo uniti. Nulla di concreto ma solo parole. Siamo invasi e loro ci stanno a questo andazzo. Ci sono migliaia di morti nel mare e loro dicono solo parole di circostanza. Ci sono molte cose da fare e loro restano paralizzati. Ma signori miei ci siete o ci fate. Non è venuta l’ora di svegliarsi dal torpore che avete e fare concretamente qualcosa di utile per far cessare i massacri. !!?
    La Chiesa perché non chiede la reciprocità. La Chiesa perché continua col suo buonismo quando invece qui ormai dobbiamo difendere la nostra vita ? E’ caduto il primo prete e altri seguiranno possiamo esserne certi perché era questo dove volevano arrivare. Batterci ed ucciderci perché Cristiani.
    La Chiesa è in pericolo mortale e non vuole prenderne atto. Non fa nulla per difendere veramente il Cristianesimo con atti seri ma fermi verso coloro che professano l’Islam diventata la bestia nera del mondo intero. Dai loro frutti capirete chi sono i veri portatori di pace. Qui ci sono solo portatori di morte e quindi hanno abbracciato Satana direttamente e agiscono come agiscono.
    Cosa serve ancora per contrastarli veramente ?? I ministri degli interni ed esteri sono solo capaci di difendere la loro poltrona e questo in tutta Europa. Avete mai sentito qualcuno alzarsi e pronunciare parole di disprezzo e collera vera verso costoro e i paesi che li sostengono??? No. Ebbene sono tutti collusi in affari e quindi nella morte di coloro che ogni settimana muoiono per causa loro.
    Vergogna e siete colpevoli di tradimento verso i cittadini europei e delle morti relative.
    Non c’è altro da aggiungere.

  3. Castagno 12 says:

    Lo Stato del Vaticano è a fianco del Governo Mondiale. Lo ha pure dichiarato ufficialmente Papa Ratzinger pochi giorni prima di lasciare il suo mandato.
    Non è difficile capire quale destino è stato riservato alla Chiesa, dato che il Governo Mondiale non l’approva e la combatte.
    Il popolo, per difendersi, dovrebbe operare in proprio, ovviamente nel rispetto della Legge (ho già fornito indicazioni al riguardo).
    Ascoltare chi sta in alto è una perdita di tempo. Peggio ancora se si aspetta che Lorsignori, Pontefice compreso, si ravvedano, correggano il tiro, operino nell’interesse del popolo e dei fedeli.
    Io non voglio proprio sapere cosa hanno da dirci, La Boldrini, Silvio & Salvini, Renzi, Grillo, Gino Strada o Francesco, NON SONO CREDIBILI, lo dicono i fatti.
    Se il popolo non si muove per difendersi, E’ SPACCIATO.
    E il popolo italiano non ha alcuna intenzione di agire: aspetta quel politico, aspetta il Papa.
    E ancora non è arrivato a capire che, così facendo, NON PUO’ ASPETTARE CHE LA PROPRIA FINE, oltre ai continui arrivi degli invasori !

Lascia un Commento