Il presidente della Repubblica delle Banane si dice “sconcertato” dalla Svizzera

di TONTOLO

Il presidente della Repubblica delle Banane, alias Italia, non perde occasione per farsi notare. Leggete questo lancio di agenzia:

Giorgio Napolitano ha espresso sconcerto per l’introduzione delle quote per gli immigrati (anche italiani) in Svizzera, dopo ll referendum del 9 febbraio. “Siamo troppo amici per nascondervi lo sconcerto nell’apprendere un risultato che si pone in controtendenza rispetto alla consolidata politica europea della Confederazione”, ha detto incontrando il Consiglio Federale Elvetico.

Re Giorgio si dice “sconcertato” per quello che fa la Svizzera al fine di tutelare la propria condizione. Io che son Tontolo ma non tontolon, penso che Napolitano dovrebbe sciacquarsi la bocca prima di parlare degli svizzeri. E dovrebbe invece esprimere sconcerto per lo schifo in cui è ridotta la Repubblica di cui è il degno presidente.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

20 Comments

  1. Robinhood says:

    Scalfaro, Ciampi, Napolitano: che circo!
    Questo è sconcertato?
    Ma come, viene da Napoli e si chiama Napolitano, come fa a rimanere sconcertato da qualcosa questo qui?
    Ero in Svizzera proprio ieri e mi sembrava di essere su un altro pianeta: come fa il presidente inetto di uno stato farsa e scannatore, a scandalizzarsi di chi lo sovrasta in tutti gli aspetti della civiltà vera?

  2. L’uomo é alquanto intelligente, pensava forse di rifilare oltre agli Italiani anche i clandestini.

    Gli Svizzeri sono sociali ma non fessi.

    Anthony Ceresa.

    • U.nione K.onfederale C.isalpina says:

      sei ingenuo … seh… te lo rakkomando il napoletano… kuello pensava ai klandestini … jajajajajajajajajaja

      fa di tutto xkè kuelli, kome gli immigrati klandestini e non, ce li kukkiamo noi x kontinuare a produrre e pagare tasse x sovvenzionare i suoi merdionali là, attakkati alla mammella della prostituta roma, ke ciucciano kon la libidine della korruzione, dei favori illeciti, dell’evasione fiskale e del pil in nero, dell’immondizia skandaklosa, del kolera degradante… k’è di fatto il loro regime e norma di vita…

      intanto noi siamo ridikoli… mazziati e kornuti kontenti …

      a me non stà affatto bene nè mi sogno di spendere parola alkuna in sua difesa, x non esserne komplice in alkun modo …

  3. CARLO BUTTI says:

    La Svizzera sarà la prima ad accorgersi che senza gli immigrati può chiudere bottega. Detto questo, è bene che Napolitano non s’impicci delle scelte altrui

  4. carla 40 says:

    Re Giorgio è “sconcertato” per quello che fa la Svizzera… Noi siamo sconcertati per quello che dice lui… Lory, ta ghè rason, a la so età al duvria ripusà e pensà a la salut… Grazie Tontolo, sempre puntuale ed efficace.

  5. U.nione K.onfederale C.isalpina says:

    kuello pensa ai suoi merdionali ke non li vuole nessuno…

  6. Albert1 says:

    Giorgio carissimo: è su quel “siamo troppo amici” che gli Svizzeri avrebbero, probabilmente, parecchio da ridire. Un più cauto “conoscenti” sarebbe più appropriato…

  7. lory says:

    quando una persona a la sua età o è al campo santo o in casa di riposo.

  8. pippogigi says:

    Chissà se gli svizzeri erano sconcertati per un Presidente della Repubblica che spende 5 volte la Regina d’Inghilterra, decide lui se acquistare i caccia F35 senza un referendum, governa un paese senza referendum propositivo, con tre governi di fila non votati e non eletti e che fa entrare cani e porci, anzi spende pure per andarli a prendere sulle coste libiche…

  9. Roberto Porcù says:

    Se ben ricordo, Primo Greganti fu trovato con quattro lirette al confine svizzero mentre andava a depositarli nel conto cifrato Gabbietta.
    Noi non dubitiamo che quel conto sia stato personale del “compagno G” per al quale la Confederazione apriva ben volentieri le porte e non del PCI del quale Giorgio Napolitano era un personaggio di primo piano, ma Re Giorgio non approfitti della nostra ingenuità.
    Oggi, come ieri, gli svizzeri sono padroni di aprire le porte di casa loro a chi a loro aggrada e le paternali da chi “non ci azzecca” sono fuori luogo.

  10. Mister Libertarian says:

    Napolitano non è neanche degno di pulirgli le scarpe, agli svizzeri.

  11. Andrea says:

    pensatevi alle risate che si fa la svizzera…quasi come quelle che si è fatto Putin quando la mogherini ha minacciato la Russia sul referendum della Crimea

  12. Mauro Gargaglione says:

    Cari amici Svizzeri, quel signore non parla a nome mio.

  13. daniele quaglia says:

    Ah, è sconcertato che il Popolo Svizzero abbia scelto l’introduzione delle quote.
    Questo è il concetto che il compagno napolitano ha della democrazia?
    Lui, fiero rappresentante del Paese che detiene la Costituzione più bella del mondo e che al primo articolo cita: La sovranità appartiene al Popolo ….. che la esercita …….
    Una Costituzione che già al primo articolo si contraddice e lui, Napoleon-itano è il degno rappresentante di questo paese con questa costituzione.
    Che miseria etica-morale, questo despota totalitario convinto di farla sempre franca

  14. Amilcare says:

    Credo che il presidentissimo illustrissimo Napolitano, essendo comunista fino al midollo, sia più che altro sconcertato dal fatto che in Svizzera si fanno le cose che chiede la maggioranza dei normali cittadini.

    Come una democrazia dovrebbe fare.

    SCONCERTANTE !!!

  15. Sto “omo” el se ga dexmentegà ke ente la Xvisara li çitadini li xe sorani e no sotani o suditi de la casta come ente la Talia; en Xvisara a ghè na vera demograsia e no na so parvensa e falbaria come ente la Talia regno del napolitan.

    Dio el ne lebari da la Talia e el diavolo el vegna a torse presto sto napolitan.

  16. alberto andretta says:

    tontolo,parole sante,e oltre che degno e’ sommo,alberto andretta cogollo

  17. fabrizioc says:

    Si dimentica che la Svizzera non é Europa…

    • Bacchus says:

      Purtroppo ci sono politici a Berna che hanno fatto passare messaggi a Bruxelles come se la Svizzera facesse parte dell’Ue… C’è una domanda di adesione lasciata ammuffire in qualche cassetto, senza che nessuno abbia il coraggio di ritirarla…

Leave a Comment