Il premier Rajoy: non andate a votare, è illegale

catalogna2

“Se qualcuno ha intenzione di recarsi a un seggio, non lo faccia, perche’ non ci puo’ essere un referendum e sarebbe un atto assolutamente illegale”. Il premier spagnolo Mariano Rajoy si e’ rivolto direttamente ai catalani sottolineando ancora che il governo di Madrid fara’ di tutto per impedire il referendum sull’indipendenza della Catalogna, convocato per il primo ottobre, privando gli organizzatori di tutti i mezzi materiali e umani di cui hanno bisogno affinche’ sia svolta la consultazione.

Intanto  il ministero degli interni spagnolo da deciso di rinforzare il dispositivo di polizia dello stato in Catalogna in vista del referendum del 1 ottobre, dichiarato “illegale” da Madrid. Mille agenti di Guardia Civil e polizia nazionale sono stati inviati in rinforzo ai seimila gia’ dispiegati in Catalogna, riferisce El Periodico. Altri quattromila sono stati posti in riserva e possono essere trasferiti in 24 ore. La polizia catalana dei Mossos d’Esquadra dispone di 17mila agenti.

Il capo dei Mossos d’Esquadra, la polizia regionale catalana Josep Lluis Trapero, ha poi diffuso in una nota interna gli ordini ricevuti dalla procura dello stato spagnolo, che prevedono fra l’altro di impedire il referendum del 1 ottobre e sequestrare urne e materiale elettorale. La nota, rileva la Vanguardia, non da’ ordini specifici agli agenti su come applicare le direttive di Madrid. La polizia catalana dipende dal governo di Barcellona ma e’ anche agli ordini di Madrid quale polizia giudiziaria.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment