“Il prefetto chiede case private per i profughi? I buonisti se li prendano”

di REDAZIONEprefetti

Case private ai profughi? “Tutti i buonisti del Veneto e d’Italia se vogliono possono portarsi a casa un profugo, ovviamente non utilizzando soldi pubblici perché credo che oggi non sia possibile continuare a sperperare denaro senza mantenere né sicurezza, né garanzie dell’identità, ne una gestione corretta.Ma se un buonista di turno vuole prendersi un profugo, se lo prenda a casa sua”. Lo ha detto l’assessore regionale al lavoro, Elena Donazzan commentando la proposta del prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia di dare la possibilità ai cittadini veneti di trovare delle soluzioni per i profughi anche nelle case private.

Print Friendly

Recent Posts

2 Comments

  1. Dan says:

    Evidentemente 70 anni di pace devono proprio fare schifo a certa gentaccia. Si riempiono tanto la bocca di frasi fatte, valori della liberazione, gli italiani “che volevano la libertà” e intanto sono tutti quanti impegnati a scavare la fossa di questa “libertà”.
    Se invece di perdere tempo con i vari studi di statistica e le loro idiote percentuali, questi “signori” andassero a farsi un giro in mezzo alla gente si accorgerebbero che sempre più persone sono disposte a tornare al nazi fascismo piuttosto che restare nell’impasse attuale, impasse che ci condanna un giorno dietro l’altro alla miseria e la fame, la fame vera.
    Deve esistere, deve circolare una brutta malattia mentale in giro per lo stivale. Una malattia di profondo masochismo, non di chi sogna e prega il ritorno del duce ma di coloro che stanno facendo di tutto per far saltare i nervi alla brava gente così che questi provvedano ad appenderli per i piedi.

  2. Sandrin says:

    mi son accorto oggi di non essere per nulla buonista, potrei diventarlo forse dopo aver visto il venduto tutto l oro del vaticano per sfamare i profughi, le chiese piene, e tutti i tesserati PD con uno/due profughi in casa. forse.
    nel frattempo datemi pure del insensibile/razzista. non son peggio di quelli sopra

Leave a Comment