Il Pd ci manda ai lavori forzati. Da 2018 donne in pensione come uomini, età più alta Ue. Mandiamoli tutti a casa!

discriminazione

di ROBERTO BERNARDELLI- Orrore. Macelleria sociale. Tutti ai lavori forzati. A gennaio scatta infatti l’unificazione dell’età per la pensione di vecchiaia tra uomini e donne con l’aumento di un anno per le dipendenti private e il passaggio a 66 anni e sette mesi. L’età per l’accesso alla pensione di vecchiaia sarà la piu’ alta in Europa e il divario si accrescerà nei prossimi anni con l’adeguamento dell’età di vecchiaia all’aspettativa di vita e il passaggio atteso a 67 anni nel 2019. Si andrà in pensione a 70 anni.

In Germania è previsto il passaggio a 67 anni per l’uscita nel 2030, in Francia dopo il 2022 e nel Regno Unito nel 2028. Ma certo con pensioni diverse…

Il Nord non merita di pagare per tutti e di perdere anche la pensione che paga a chi non lavora e prende false invalidità. Subito una riforma della previdenza.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Antonio says:

    La pensione? Paga e taci. Se non paghi addio beni. Anzi resti nudo. Aspetta si può fare un mutuo? Non ci avevo pensato. Ma chi ci arriva. Adesso ci spremono. Arrivato ag risc. Più poteri anche di privarti dell’ultimo euro. Macelleria sociale e a dir poco. Amen

  2. Alessandro Guaschino says:

    Temo che qiando arriveranno alla pensione i nati durante il baby boom della metà degli anni sessanta non pagheranno proprio più le pensioni, probabilmente maschereranno la cosa mettendo il limite di età a 80 anni e divieto di reversibilità.

Leave a Comment