Il Papa parla parla parla di immigrati…. , ma tace su chi sfrutta

VATICAN-POPE-AUDIENCEdi MARCELLO RICCI – “Noi andiamo a incontrare la più grande catastrofe umanitaria dalla seconda guerra mondiale”: hanno dichiarato  a Lesbo Papa Francesco, il Patriarca di Costantinopoli e l’arcivescovo di Atene. “I profughi non sono numeri, sono persone, volti, nomi e come tali vanno trattati”, aveva twittato all’arrivo Bergoglio  e lo ha  ribadito prima della  partenza.                                                                
Per affrontare situazioni di epocale gravità come l’attuale è indispensabile intervenire a monte sulle cause , ovviamente dopo aver soccorso, rifocillato e ricoverato i profughi. E’ un problema certamente complesso che vede intrecciarsi ragioni politiche, economiche e locali . Le guerre tribali che insistono sul continente africano   sono quasi esclusivamente alimentate da interessi economici, particolarmente   dove il suolo e sottosuolo offrono risorse economicamente strategiche. Parimenti e inspiegabilmente la mancanza di lavoro e la conseguente povertà inducono gli abitanti a fuggire verso l’Europa.
Lo sforzo di tutti i poteri, spirituale e temporale dovrebbe  essere rivolto a eliminare le cause della depauperazione   e non ad incentivare l’esodo delle popolazioni. E’ come evacuare l’acqua che entra, senza riparare la falla. In concreto , può essere come già in altre occasioni detto, imposto l’obbligo di lavorare i prodotti estratti in loco e il parallelo divieto d’importarli come materie prime. Certamente ciò lede gli interessi delle multinazionali che in nome del massimo profitto hanno riesumato politiche coloniali.  Ovviamente non è nel potere del Papa imporre politiche economiche, ma stigmatizzare comportamenti    non confacenti alla dignità e all’umanità, certamente sì .
Quel che duole, è che Bergoglio non faccia sentire la sua voce per stigmatizzare comportamenti speculativi lesivi degli interessi di popoli che hanno la proprietà delle materie prime.  Embargo è la formula magica per la soluzione dell’esodo: embargo per le materie prime grezze in uscita e embargo per le stesse in entrata. Certamente il Papa  è autorità spirituale e non economica, ma proprio in virtù di ciò la Sua voce potente e chiara può contribuire a cambiare il corso di questa pagina tetra della storia umana.
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment