Il Nord si è “svenduto” come la Scozia

di GIULIO ARRIGHINIKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Nel 1707 la patria di William Wallace, a causa dell’Atto di Unione dei parlamenti inglese e scozzese, cessava di essere una nazione libera e indipendente ma… la classe dirigente fece soldi a palate, a spese del popolo. Eppure, col sacrificio di Wallace, si guadagnò 700 anni fa la libertà. Tuttavia questo non bastò e la storia ci lascia una lezione che agli indipendentisti non può passare inosservata.

L’Atto di Unione, di fatto, sanciva la fine della libertà del popolo scozzese, Londra decideva su tutto. Il parlamento scozzese aveva abdicato alla propria sovranità, ma quel parlamento era composto da politici disposti a cedere la libertà della loro terra in cambio di prebende. Scesero a patti con Londra, la classe dirigente non ci smenò un centesimo. Tranne che Andrew Fletcher di Saltoun (1653-1716). Tutti gli altri, l’aristocrazia e l’oligarchia scozzese, cedetterò in cambio – capirai – del mantenimento degli usi civili e religiosi della Rivoluzione del XVII secolo e della riforma protestante. Ma Fletcher nel 1704 scrisse in un saggio sul “corretto ordinamento dei governi per il bene dell’umanità”, delle ballate. Erano la memoria di ciò che era la Scozia.

“La paura di restare indietro nella competizione globale è diventato il principio predominante della politica: Non solo le imprese, ma gli stati si considerano intrappolati in una situazione di competizione continua, dove ogni partecipante dipende dalle decisioni degli altri giocatori. Ciò che si perde di vista in questa corsa ansiosa è la possibilità di autodeterminazione” (William Greider, The global marketplace: a closet dictator in the case against free trade”).

“We are a people, and we have not spoken yet”: noi siamo un popolo, e non abbiamo ancora parlato (Gilbert Keith Chesterston).

La Lombardia, il Nord che viviamo, che cosa sono diventati? Cos’hanno barattato per aver cessato di combattere per la loro indipendenza?

 

Segretario Indipendenza Lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Paolo Gulisano says:

    Caro Arrighini, mi fa piacere che lei abbia letto il mio libro Il cardo e la croce, che in questo suo articolo ha citato praticamente alla lettera, ma correttezza vorrebbe che si citasse almeno la fonte. Bastava un “come scrive Paolo Gulisano nel suo libro sulla Scozia…”
    Grazie, buon lavoro e Alba gu Brath.
    Paolo

  2. caterina says:

    anche in Italia i Popoli continuano ad esistere e prima o poi riemergeranno a cominciare dall’ultimo annesso, il Veneto…
    Per ora tutti i media di regime o al regime asserviti ci rintronano con le diatribe fra caste, ultima quella pantomima dell’anno giudiziario… sono le caste che ballano il ballo della morte…i Popoli sono altro, vivono e ridono di loro, ma per ora è un riso tragico perchè la mascherata è sulla loro pelle…
    La Scozia ha ceduto allora, e ha barattato di recente… ma se guardiamo il sistema giudiziario inglese, non è subbissato da codici e controcodici perchè da loro sono le sentenze a fare giurisprudenza, perchè si uniformano a pochi principi basilari e alla situazioni oggettive diverse di caso in caso… è il pragmatismo inglese!
    Dopo lo spettacolo di ieri, pomposamente offerto per l’inizio dell’anno giudiziario, un caposaldo del vivere civile che è la giustizia abbiamo appreso che non ha soluzione in Italia perchè tutto si basa sui contrapposti palleggiamenti di responsabilità dei poteri e all’interno dell’apparato giudiziario i fatti oggettivi da giudicare passano in secondo anzi ultimo piano al punto di perderli di vista: sono esclusivamente l’occasione per il gioco di interessi fra giudici, avvocati, politici, assicurazioni, poteri economici, mercato di alleanze… purtroppo la giustizia è il paraigma della società di oggi e la nostra montagna di codici e di leggi la soffoca sempre più.
    Occorre ritornare indietro per recuperare i fondamenti di noi stessi.

  3. Dan says:

    Come dicevo, è un problema di materia prima. La gente.
    Non c’è, non reagisce, può essere massacrata in ogni modo ma continua a restare ferma: è logico che così facendo, le oligarchie preferiscano mettersi sul mercato.

  4. luigi bandiera says:

    Il nord e’ sotto dominio,
    MA NON LO SA E SE CERCHI DI DIRGLIELO si offende e risponde con insulti vari. Specie gli INTELLIGHENTIs sono attivi (collaborazionisti sono) perche’ tu/noi tenga giu’ la testa.! Bisogna accettare il loro CREDO..!
    Sono quelli che governano stando dietro le quinte spesso. Occupano posti dove possono seminare bene il loro VERBO. Si nota o no che ci stanno dando una certa educazione..? NON NELLE MOSCHEE… (anche la’) MA NEI MEDIA E NELLE KST (scuole).
    Il POPOLO VUOLE VIVERE IN UN CERTO MODO. LORO, invece, NE IMPONGONO UN ALTRO.
    L’arma usata e’ quella psicologica adoperata in abbondanza proprio da quelli la’ che ho menzionato prima..!
    Basti pensare che storia d’italia si sono INVENTATI. Come poi l’hanno elaborata per farla digerire e bene dal cosiddetto popolo italiano.
    In primis ci hanno educato a pensare che l’italia e’ da sempre esistita: c’era prima del BIG BANG.
    In secondis che l’impero romano era italiano… e noi eravamo parte di questo potere perche’ era repubblica (l’impero). E che il diritto romano e’ il massimo… (per le mafie…).
    E altre cose che si leggono nei libri… (questi si andrebbero bruciati) scritti durante l’unificazione (anche prima qualcosa si scriveva in tal senso). Ovviamente oggi CALCANO LA MANO perche’ hanno fretta di fare tutti fratelli d’italia i residenti nello stato e status medesimo, visti i movimenti indipendentisti..! Il pensiero o RELIGIONE komunista ha questo nel suo “KORANO” o “BIBBIA” o “VANGELO”: imporre il suo volere sulle masse…
    Credo davvero che sia una vera RELIGIONE il KOMUNISMO. Beh, basta sentir parlare o predicare i vari “IMAM” o kompagni in TV e in RADIO e in NERO SU BIANKO per percepirlo.
    E’ difficile CONVERTIRE LA MASSA QUANDO E’ IMBEVUTA DA UNA RELIGIONE..!
    Le tre religioni si sono unite, osservando i FATTI.
    Non lo sapete quali siano..?
    La KOMUNISTA, la ISLAMIKA e la KATTOLIKA.
    Questi premono per far un grande MINESTRONE qua in EX EUROPA. Cioe’, qua in URKA la nuova URSS.
    Li sentite o no che vogliono COSTI QUEL CHE COSTI piu’ URKA..? (EU).
    Dopo gli atti terroristici li senti ad ogni loro intervento: ci vuole piu’ europa per fermare sti manigoldi… che hanno FATTO ENTRARE LORO. Prima li hanno addestrati ed armati; adesso li vorrebbero combattere..?
    CI CREDETE..?
    Beh, se siete di una delle tre religioni ci credete di sicuro, ne sono CERTO..!
    Salamelek (meglio integrarsi a partire dal saluto)

  5. michele says:

    purtroppo,in maggioranza,un popolo di pavidi,che ai propi diritti ,antepone i circenses dei massmedia,e non prova nemmeno ad interessarsi di una cosa che invece si interessa di contiunuo a lui,come la politica,facendo spallucce,senza rendersi conto che ,cosi facendo,permette tutti gli sperperi e le ruberie ,cui,ormai,siam diventati troppo avvezzi

Reply to michele Cancel Reply