“Il Nord è sull’orlo del baratro”. Anche Squinzi si è svegliato

di TONTOLO

“Il Nord e’ sull’orlo di un baratro economico che trascinerebbe tutto il nostro Paese indietro di mezzo secolo, escludendolo dal contesto europeo che conta”. Lo ha detto il presidente degli industriali Giorgio Squinzi, nel corso dell’assemblea pubblica di Confindustria. Gli strumenti per la risalita “ci sono, serve volonta’ e concretezza che sono certo troveremo nel governo. Per tornare al nord trainante – dice- le vie sono quelle che abbiamo detto: credito, fisco, giustizia, semplificazione, infrastrutture, uno stato amico”.

Finally, anche il lombardo presidente degli industriali italiani è arrivato a dire una cosa sacrosanta. Il problema è che lui e i suoi sodali ancora corrono appresso al “governo romano” per sperare di continuare a succhiare le prebende con cui hanno gozzovigliato per molti anni. Cosa che invece le Pmi non hanno potuto fare e ora si sono sull’orlo del baratro. E poi lo Stato amico del Nord non lo sarà mai. Ieri il presidente ha detto che lui fa i collanti di professione e dunque è abituato a tenere insieme le cose: ma qui non c’è più collante che tenga.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

17 Comments

  1. Riccardo says:

    Si prepara un autunno di depressione economica feroce. I residui fiscali del nord sono in caduta libera, gli acconti di giugno e novembre manderanno in allarme le menti di Roma poco avvezze ai grafici e molto agli aggettivi, la crisi morderà il denaro che serve per pubblico impiego e pensioni. E allora vedremo se il Nord produttivo, con la sua palla al piede che lo ha trascinato nel baratro, avrà la forza politica e il coraggio morale di compiere lo strappo e andarsene. Per me si attiverebbero tutte le caserme e le prefetture, non a caso presidiate per il 90% da personale non propriamente padano, a far capire che l’Italia affonda unita e non permetterà salvataggi parziali. Vedremo se il nord ha le palle o solo la vocazione di raccontarle.

  2. Coro Cosimo says:

    …e si tratta di produrre in malora, ma si muore anche per la stupidità di un comandante, com’è accaduto a Costa Concordia. E che dire della strage della torre di Genova?.. ma chi è quel genio che ha deciso che doveva per forza sorgere in quel punto? ma non potevano farla più dentro di qualche metro e non come una palafitta? eppure era prevedibile che su migliaia di manovre qualche nave per effetto di un’avaria, un rimorchiatore che resta senza nafta, una cima che si strappa o un banale errore umano, potesse cozzarci contro, la Jolly Nero non volava a bassa quota, è semplicemente arrivata contro restando nel suo elemento naturale, l’acqua. Per l’okay alla costruzione della torre è immischiata una schiera di dirigenti imbecilli di vari comparti amministrativi.. classico esempio di “stupidità collegiale”.
    La dilagante stupidità dei capi non può essere più accettata.. la sindrome dello schettino, così la chiamo io, è ormai diventata una piaga nazionale e sta cancrenizzando tutto il settore produttivo, politico e amministrativo.. è devastante.. ci sta affondando tutti…
    Leggi tutto: http://www.montemesolaonline.it/Lettera_Aperta_direttori-stupidi.htm

  3. michela verdi says:

    Il disastro è iniziato più di vent’anni fa. Siamo andati sempre più in discesa. Anche grazie all’intervento pubblico a favore di imprese decotte. Ma dov’erano allora questi tromboni? Adesso è tardi. Verremo travolti tutti.

    • luigi bandiera says:

      michela,

      non ci sono perche’ si sono integrati con gli INVASORI sia italllici che il resto dl mundo..!!

      Pero’ pensano tanto allloo sballottelli….

      E’ UN VERO DISASTRO SOCIALE..!

      SCAPPIAMO FIN CHE SIAMO IN TEMPO…

      Beh, io sto andando verso il campo ma santo… spero che il treno sia italiano IN RITARDO.

  4. giuseppe battista says:

    Che Squinzi parli di Nord nella merda ci sta pure, ma che anche quel coglione di Maroni lo chiami nord e non Padania denota lo sfacelo leghista e quelli che ancora li sostengono….. è un momento storico incredibile per andarcene, un treno che non passerà più e quest’imbecille ci regredisce a livello di Nord geografico …. Lega dove sei, indipendentisti, autonomisti e compagnia bella ma dove cazzo siete.

  5. luigi bandiera says:

    Si DAN,

    e’ tutto tranquillo.

    Hai visto..??

    Sono ARMATI di COLTELLI DA CUCINA…

    Tranwuillissimi li in mezzo alla strada, sanno di essere a casa loro: nell’orrore musulmano.
    Ma ci sono i cattivi (pochissimi, uno due) e i buoni (tutti i rimanenti).
    Chissa’ cosa direbbe Oliver Cromwell…
    Che vanno rispettati..??

    Qua non capiamo una cosa:

    SIAMO IN GUERRA..!

    Il nemico e’ invisibile e colpisce come e quando vuole.

    Le armi sono da cascina… quelli che un tempo servivano a noi autoctoni per ammazzare il maiale e per fare i canali di irrigazione.

    In veneto: cortea e cortel. E piko.

    Tre armi adoperare dagli INVASORI per TENERCI BUONI.

    Allora e’ ora che spunti un kapo intelligente e non fotokopiatore.

    Qua l’arma adoperata non sono quelle che abbiamo visto: piccone e coltelli da cucina.
    Qua stanno adoperando l’ARMA DELLA PSICOLOGIA..!

    Vi ricordate che scrissi che e’ l’arma piu’ potente esistente al mondo..??
    AMMAZZA MA NON FA MORTI..!

    E i fotocopiatori a dirmi mona, a me.

    Per causa di questi fotokopiatori, che ci diriggono, nel baratro purtroppo, che non saranno mai condannati ne alla ghigliottina e ne ai piombi, finiremo tutti nelle FOIBE che le istituzioni, fate nascere dai garibaldini, ci stanno preparando..!!

    E’ inutile discorrere, scrivere e far vedere che si ha l’idea piu’ bella di tutti: BISOGNA AGIRE FIN CHE SIAMO IN TEMPO..!!!

    Non posso mettermi a capo io ANALFABETA (va ben Carlo Magno lo era per dire a cosa serve non esserlo. Ma oggi vale el toko de karta peta’ in tel cueo).

    Non vedete che basta che un papa metta le mani sulla testa a un uomo per sollevare tutta la sabbia del Sahara.

    E si professano intellighenti. Ed io: l’intellighenzia talibana ma non solo e’ MALATA..!!!

    Lo si PALPA DI’ PER DI’..!!

    Se il NORD VERSA e il SUD FIGURA IL VERSAMENTO: DOVE ANDREMO A FINIRE A BREVE SE IL NORD NON VERSA PIU’..??

    Leonardo B. se non si produce col solo stato non si campa. ANZI.

    Va ben che se parliamo di industrie e PMI si parla di cosa buona e giusta… se quelle lì non producono non vendono e quindi tutto si ferma.
    Se si fermano loro lo stato DEVE fermarsi per non mangiare le briciole rimaste.

    Che poi chi ha denaro se lo semina (investendolo in qua e in la’) dove guadagna di piu’ e’ un altro fatto: DOVE HA FATTO QUEL DENARO..?
    Per opera di chi..?
    E quando gioca con quel denaro, in borsa e non solo, se PERDE: CHI PAGA..??
    E SE VINCE CHI INTASCA..!!

    Non servono formule magiche, ma solo vedere il PRODOTTO, IL RISULTATO DI QUELLA FORMULA.

    Le formule possono essere di vario grado, ingarbugliate al massimo (a me bastava quella della legge di Kirchhoff) ma il RISULTATO DEVE ESSERE SEMPRE POSITIVO. REALE per lo meno.

    Quindi..??

    SIAMO IN GUERRA E I FRONTI NON SONO CHIARI..!

    NON SAPPIAMO PIU’ A CHI SPARARE. DA CHI DIFENDERCI..!

    Se e’ il nostro governo il nemico che cosa facciamo..??

    Se e’ un ministro il nermico cosa facciamo..?

    Se e’ l’ITALIA IL NEMICO che famo..??

    Se e’ l’EUROPA (L’sempre piu’ URKA) che facciamo..?

    SE SIAMO NOI IL NOSTRO NEMICO CHE KAX DOBBIAMO FARE..???

    Finale:
    io so che il GIUSTO ce l’aveva su con tre specifiche categorie: gli scriba (non sono io di certo), i farisei e i dottori.

    Ho chiesto da circa piu’ di trent’anni il perche’ ce l’avesse con quelli la’. Invano, perche’ NESSUNO (Ulisse non c’entra) MI HA DATO RISPOSTA.
    Ah, si, UNO ma solo per rompere le palle come capita spesso… purtroppo.

    Non so, ma chi frequentava il forum di RPL sa, ma sono anni che dico anche questo:

    SOCCOMBEREMO.

    Visti gli andazzi siamo ancora fortunati ma ARRIVERA il TSUNAMI SENZA MARE E PARE.

    Preghiamo…

  6. Gian says:

    come è strano il mondo: il tg com in prima pagina titolava fino a poco fa che è l’Italia sul bordo del baratro non il nord/padania come ha detto invece squinzi e poi aggiungeva nell’articolo che l’industria fa acqua da nord a sud… già l’industria al sud…

    forse Squinzi l’ha capito oggi che il problema è se si ferma la locomotiva padana, quelli del tgcom credono ancora che l’italia sia un paese omogeneo e industrializzato da nord a sud.

  7. Albert Nextein says:

    Squinzi non conta un tubo, perché non fa un tubo oltre a dire banalità con grave ritardo.
    Un mister nessuno messo lì da branchi di opportunisti filogovernativi da sempre e per definizione, gli industriali.
    Un branco di cacasotto senza palle attaccati alla greppia pubblica ed in attesa continua di favori ben pagati da parte della classe di potere delinquenziale.

    Un’associazione industriale che si rispetti avrebbe iniziato una protesta fiscale già da anni.
    Così non facendo, e continuando in sterili lamentele miserabili, hanno dimostrato di essere tutti babbei.
    Naturalmente vittime e responsabili della loro difficoltà.

    • kondivido …Un’associazione industriale che si rispetti avrebbe iniziato una protesta fiscale già da anni…. ma anke i nostri amministratori ke non fanno sinergia kon essi …

      roma li divide ed impedisce loro di parlare direttamente ..

      separatamente, .entrambi, devono rivolgersi al padrone ed impositore mafioso centralista …

      la struttura istituzionale e di governo è funzionale al potere delle koske e lobby …

  8. Luciano L. C. says:

    Chi di spada ferisce di spada perisce……
    voi Lumbard legaioli che avete governato negli ultimi 12 anni al servizio dell’altro Lumbard mafioso di arcore avete volutamente impoverito tutto il Centro Sud.

    Squinzi andasse a vedere come vive la gente normale nel sud…non i suoi amici mafiosi industriali e politici del sud, ma la gente normale i comuni cittadini.
    Si informasse di come vivono i ragazzi tra i 20 e 30anni che trovano lavori miseri con stipendi da fame da 5-6000 Euro all’Anno…..all’anno non al mese…

    Voi Lombardi nordici corrotti e mafiosi siete la causa di questa crisi.
    Quelli che da Ministri della Repubblica andavano in Svizzera a bruciare la bandiera Italiana e a far cori contro la Nazione.
    Quelli che mentre erano al governo con il mafioso di arcore facevano affari con le mafie, e che in tutti i Comuni da loro amministrati sottoscrivevano contratti derivati con le banche straniere, come la regione piemonte, dove la giunta leghista ha persino sottoscritto derivati con la Banca Barclays i quali prevedevano proprio il defoult dell’Italia entro il 2015….per non parlare poi dei loro “investimenti” all’estero in proprietà, in pietre preziose e anche in natanti faraonici…..

    Quindi ripeto….chi di spada ferisce di spada perisce, e questa cosa i Lombardi l’hanno capita tutti solo che non frega un tubo a nessuno di loro.
    Basta vedere le ultime elezioni Regionali in lombardia, dove il 54% ha votato compatto nuovamente per il mafioso di arcore e per maroni, nonostante gli enormi scandali mafiosi usciti nell’ultimo anno e mezzo.
    Voi Lumbard sapete benissimo che l’avete fatta sporca, anzi sporchissima, e ora avete solo due possibilità:
    1) continuare a votare per il mafioso di arcore sperando che rimanga in vita per altri 20anni in modo che la pacchia vi duri il più all’ungo possibile;
    2) continuare a far finta di niente riempendovi la bocca delle solite parole trite e ritrite come “Roma Ladrona” o come “Governo Romano”…..come se in Parlamento a Roma ci fossero stati gli alieni.

    Poveri i fessi nordici che ancora si bevono le vostre caxxate. Roba da ridere considerando che negli ultimi 20 anni hanno governato principalmente Lombardi Piemontesi e Veneti sotto i Governni Berlusconi/Bossi, ma anche soprattutto Toscani e Romagnoli con i governi Prodi/D’alema…..poi il problema per questi esseri infami come squinzi sono la povera gente del sud oppressa dalle mafie che loro stessi hanno spalleggiato per decenni dal dopoguerra…..ma fottiti squinzi, tu e i tuoi padroni mafiosi massonici.

    • Luca says:

      “voi Lumbard legaioli che avete governato negli ultimi 12 anni al servizio dell’altro Lumbard mafioso di arcore avete volutamente impoverito tutto il Centro Sud.”

      Scusa ma questa mi ha fatto ridere. Perchè invece prima dell’arrivo di Berlusconi il sud era ricco?

      Tra l’altro gran parte del sud ha sempre regalato milionate di voti a Berlusconi.
      Però per cairtà, continua pure a dare la colpa al nodde.

    • elio says:

      ti consiglio di ripassare la grammatica, ne hai un bisogno cane!

  9. <b<tanto x far kapire:"… a napule, laurentisse, dice ke il nuovo allenatore, se non sente e vive la napoletaità, non lo vuole e lo konsidera un intruso inutile…
    se lo facesse Moratti, x l’inter ed i lombardi, pretendendo un padanista konvinto, strombazzerebbero :”RAZZISTA !” a karatteri kubitali, tutti i media, monitorati e kontrollati, kome lo ono, dai pelasgici…

    x noi cisalpini indipendentisti e padanisti, purtroppo, anke ‘sto Skuinzi è un korpo estraneo…

    ben altre kose dovrebbe fare e dire … è l’italiota di turno… diffidiamo di kuesti personsaggi, bravi industriali ma avulsi dal sentimento komunitario d’appartenenza ed insensibili al klamore e silente sofferenza interiore della nostra gente vessata, derisa, depredata e sottomessa …

  10. lory says:

    siamo sul baratro ? ma non tutti! esempio gli eredi del Gobbo hanno chiesto al Senato la liquidazione spettante del loro congiunto di ben 1.000.000 di euro che ovviamente pagheremo noi. la Lega che è stata al governo per tanti anni insieme allo Sporcaccione di Arcore non è riuscita a tirare via nemmeno quella porcheria che sono i senatori a vita.

  11. Dan says:

    Oh ma sto baratro, ci voliamo dentro si o no ?

    A squinzi sono mesi che ce la meni che c’è l’acqua alla gola eppure continua a stare tutto asciutto.

    Ti piacciono tanto le allegorie ma intanto tutto continua a girare a cominciare dal fatto che non ho ancora sentito di un’impresa che ha avviato uno sciopero fiscale

Leave a Comment