Il Movimento autonomista toscano: referendum per l’autonomia della nostra terra

mat-toscanoIl MAT, Movimento autonomista toscano,  propone un referendum per l’autonomia della Toscana – Tra i tanti significati della vittoria del NO nel referendum costituzionale che ha visto la netta sconfitta di Renzi (anche se alle sue dimissioni non poteva che seguire la reazione delle oligarchie finanziarie che, con la complicità del “garante della costituzione” Mattarella, ci ha imposto l’ennesimo governo fantoccio del mondialismo), quello su cui a nostro avviso non si è posta la dovuta attenzione è la solenne bocciatura del ritorno al centralismo più spinto che sarebbe conseguito alla rivisitazione dei rapporti tra stato centrale ed autonomie locali secondo quanto previsto nel testo della riforma.

Il segnale quindi è chiaro: insieme alla Brexit e, in parte, all’elezione di Trump, assistiamo a un risveglio importante della lotta per la Sovranità dei Popoli contro il globalismo massificatore, come dimostrano anche le ultime imponenti, pur se tardive, rivolte contro l’invasione extracomunitaria e contro le pretese degli organismi sovranazionali di imporre le regole del comune vivere quotidiano.

Riteniamo quindi che sia arrivato il momento in cui la Toscana ottenga finalmente quell’Autonomia che le è dovuta per la propria Storia, la propria Tradizione e la propria Identità.

Proponiamo dunque a tutti coloro che ancora hanno a cuore la propria Terra e la propria Gente l’indizione di un referendum consultivo, come previsto dallo Statuto regionale e sulla falsariga dei referendum che si terranno prossimamente in Lombardia e in Veneto, affinché sia possibile pronunciarsi sull’attribuzione di ulteriori forme e condizioni di autonomia alla Toscana, con l’obiettivo minimo di renderla una regione a “Statuto Speciale” sul modello di quelle già presenti all’interno della regione geografica italiana.

 

Movimento Autonomista Toscano

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. Castagno 12 says:

    FINALMENTE, era ora.
    Un po’ di rispetto per Voi stessi e per Oriana Fallaci che ci ha avvertito tutti, PER TEMPO !
    Voi Toscani avete anche il VANTAGGIO, rispetto a noi del Nord, di avere meno presenze, provenienti da altre Regioni di bell’italia.
    CORAGGIO E AUGURI !

    • Castagno 12 says:

      Tenete presente che il solo referendum, difficilmente potrà bastare.
      Dovrà essere accompagnato, sostenuto da azioni concrete.
      Non vi rovinate SE RIPRENDETE a fare la spesa utilizzando i contanti.
      Dovreste avere dei vantaggi economici IGNORANDO gli asset finanziari emessi dallo Stato e dalle Banche, RINUNCIANDO all’acquisto dei giornali perchè tacciono i problemi fondamentali, NON UTILIZZANDO le attività commerciali degli invasori.
      Un po’ di buona volontà, per favore, PER NON RENDERE ORFANA UNA FIRMETTA, UN SEGNO SU UN PEZZO DI CARTA.

      • Castagno 12 says:

        Per degli individui che non rispettano la Costituzione, NON E’ UN PROBLEMA IGNORARE IL VERDETTO DI UN REFERENDUM DANNOSO PER IL SISTEMA CHE LORO RAPPRESENTANO E SOSTENGONO.
        Per questo motivo E’ FONDAMENTALE PROCURARE QUALCHE PROBLEMA.
        SAREBBE ASSURDO CONTINUARE AD AIUTARLI.

  2. Giancarlo says:

    Finalmente qualche toscano che capisce qualcosa…….
    Ma è chiaro che se ogni regione fosse autonoma o meglio indipendente, anche se federata all’italia, le cose andrebbero molto ma molto meglio.
    All’inizio sarebbe difficile per le regioni del sud ma poi gioco forza non potendo più, i loro politici, avere continuamento soldi facili da roma o dall’europa sarebbero costretti a fare una politica seria e meno ladrona.
    Avete notato che non si parla più di federalismo, l’unica via vera per tentare il salvataggio di questo disgraziato paese in mano alle caste, ai mafiosi, ai dipendenti pubblici ( non tutti per carità) che se ne fregano, basta che arrivi loro lo stipendio a fine mese, etc..etc..
    Ai toscani, fatti salvi gli autonomisti, non è bastato il disastro del MPS, volete ancora stare rossi ma versare il vostro sangue ai bastardi che hanno portato questa, come anche altre banche al disastro?!!!
    Eppure qualcosa si sta muovendo…il Popolo tenta di alzare la testa, ha voglia di cambiare radicalmente questo paese, ma per farlo bisogna mandare a casa i cialtroni che l’hanno portato a questo livello la bella italia nel suo complesso. Potremmo essere non solo il paese più bello e pieno di cultura al mondo ma anche il primo a livello mondiale per ingegno, cultura, fantasia, creatività, manualità, solidarietà, volontariato tra i più attivi al mondo, etc…etc…etc…
    Invece niente. Il Popolo Bue continua a votare quei partiti che sono diventati inutili al paese.
    Specie la Toscana e l’E.Romagna sono ancora attaccati al passato e non vedono che stiamo perdendo il futuro, forse lo abbiamo già perso. Bene che qualche toscano si sia svegliato e non pensi più con ideologie fallimentari ma con la propria testa e guardi in là per cambiare questo paese sull’orlo del DEFAULT !!!!
    Auguri e avanti che c’è sicuramente posto per gente come voi !!!!!!!!
    W SAN MARCO SEMPRE

Leave a Comment