IL LEGHISTA CHE PIANGE IL PO “INQUINATO CON SANGUE INDIANO”

di TONTOLO

“Si dimetta”: è’ l’invito del nuovo segretario Fvg della Lega Nord, Matteo Piasente, a Luca Dordolo (nella foto), capogruppo leghista al Comune di Udine, dopo che Dordolo ha scritto su Facebook commentando il gesto di un operaio indiano che ha ucciso la moglie incinta e l’ha gettata nel Po, che il “nostro sacro fiume” è stato inquinato. “Le sue dichiarazioni sono inqualificabili, danneggiano il movimento e i suoi militanti – ha detto Piasente -. Non è questa la Lega con cui e su cui voglio lavorare”. Il sindaco di Udine, Furio Honsell: “Il mio primo pensiero va alla donna vittima. Sono rimasto allibito dal consigliere Dordolo”, ”sono dichiarazioni che cercano solo visibilità”.

Io mi chiedo da dove li tirino fuori, in Lega, certi personaggi che dimostrano di avere un cervello come quello di una gallina. Qualche settimana fa il segretario di sezione del Bresciano che aveva sostanzialmente applaudito al terremoto in Emilia considerandolo come il distacco della Padania dal resto dell’Italia. Adesso quest’altro energumeno, nientemeno che capogruppo in un capoluogo di provincia, che dice cose del genere. Purtroppo questo è l’esito di troppi anni di frasi dette in libertà, senza considerare le conseguenze, da alcuni dirigenti leghisti, anche quelli molto in alto. C’è così da lavorare per disegnare la nuova Lega, ammesso che sia un’opera possibile…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

10 Comments

  1. Dan says:

    Dove tirano fuori certi personaggi in lega ? Fino a qualche tempo questi elementi erano merce pregiata, ricercata.
    Se non fosse per l’origine romana del termine, sarebbe stato giusto definirli “burini”.

    Adesso che sono con l’acqua alla gola sarebbero disposti ad accettare anche i voti dei clandestini sbarcati a lampedusa

  2. oppio 49 says:

    mi spiace ripetermi ma dalla lega ho visto eliminare, sistematicamente, tutti quelli con un minimo di cervello. sono rimasti i militonti, le pasionarie e quelli senza coglioni.
    amen

  3. luigi bandiera says:

    Beh, io ho frequentato le adunanze per i quadri e a dire il vero non ho imparato molto, causa mia.
    Pero’ ho capito che se vieni eletto DEVI GOVERNARE O AMMINISTRARE in base alle leggi italiane. Con quelle dell’occupante.

    Non credo sia da vantarsi per una probabile elezione.

    Glielo dissi piu’ volte in quel contesto: quando io per caso saro’ eletto, potro’ fare di testa mia, da lighista, oppure devo fare come vuole lo stato italia..??
    Candidamente mi e’ stato risposto: si come vuole la legge italiana.

    Allora capii che era tutto tempo perso..!!

    Da dentro o fai l’obbediente o sei messo ai ferri o ai piombi..!!

    Cappittommihai..??

    Preghiamo

  4. Fra says:

    Le ‘scuole quadri’ del movimento sono più che altro sqole cuadri in cui le relazioni sono tenute da dirigenti locali tipo Iezzi, Gibelli, Cavallotto che per l’occasione si inventano professori. Non mi meraviglierei che il tizio dell’articolo abbia insegnato in qualche scuola quadri della Lega. Fortuna che adesso c’è il Salvini che è di un altro livello e con le sue battute sugli zingari da derattizzare, i vagoni per soli milanesi, le canzoni da stadio contro i napoletani terremotati imparerà a tutti come si deve parlare fra persone civili.

  5. Sandi Stark says:

    Da qualche parte deve esistere una “Scuola Addestrameno Quadri” della Lega, è difficile trovare gente così nella vita quotidiana.

    Questo simpatico elemento ha anche lanciato una sottoscrizione per acquistare quote della Triestina Calcio in fallimento tra i tifosi dell’Udinese, per poter farne sparire il simbolo.

    Fa piacere che abbia scelto il Po come “Fiume Sacro”, il primo non era il Piave?

    Noi abbiamo un’altro fiume che ci è molto caro (la retorica italiana di sacralizzare la geografia ci è sconosciuta).

    Si tratta dell’Isonzo, dove i nostri nonni ed i loro commilitoni provenienti da tutto l’Impero si difesero strenuamente dall’invasione italiana.

    Con un po’ di fortuna ci saremmo risparmiati l’Italia, gli Alpini tanto amati nel Friuli Occidentale, le “loro” Freccie Tricolori, la Lega Nord e gente come Dordolo.

    Altro fiume molto caro è il Timavo, dove c’era il confine tra l’Italia ed il Territorio Libero di Trieste. Da noi non si pagavano tasse ed un dipendente del TLT guadagnava come un capitano dell’esercito italiano.

    Nel Friuli Occidentale sono ancora esposte le bandiere tricolori dal 17 marzo dell’anno scorso.

    Nel Friuli Orientale accadeva che una popolana di Gradisca, ad un assemblea pubblica organizzata dal neo prefetto italiano nel 1919 per ingraziarsi la popolazione, alla sua precisa richiesta di esprimere qualsiasi desiderio, così rispose:

    “Tre robis us hai di domandaus.

    La prima: tornait la che eris,

    la seconda: tornait la che eris,

    la tiarsa: tornait la che eris”.

  6. luigi bandiera says:

    Dordolo e Tontolo, siete un po’ in rima.
    Per caso siete parenti..??

    Beh, che qualche INVASORE meriti qualche randellata l’e’ vero. Come del resto anche dei nostrani super patriottici, pero’ le battute sono mooolto infelici.

    Sarebbe da capire come nasce sta presa di posizione in riferimento alla donna e alle battute.

    Giudicare cosi’ mi sembra un po’ troppo superficiale.

    Ma in questo stato amministrativo dedito al festeggiamento continuo(tanto paga sempre il MONA SOLITO) possiamo aspettarci di tutto, ma veramente di tutto.

    Buona domenica

  7. intoccabili says:

    Scandaloso consigliere leghista di Udine: Donna indiana uccisa, leghista su Facebook: «Ha inquinato il Po»
    E a la Zanzara ha rincarato la dose: http://intoccabili.wordpress.com/2012/06/02/dordolo-non-si-pente-non-mi-vergogno-mestolate-sul-grugno-ai-musulmani/
    La Lega Nord o come si definisce ora lega2.o ne chiede le dimissioni: http://intoccabili.wordpress.com/2012/06/02/dordolo-la-lega-chiede-le-dimissioni-ma-lui-non-sembra-intenzionato-a-dimettersi/
    ma lui pare non avercene neanche per la mente…
    Inoltre oltre alla sparata sulla donna uccisa, se l’è presa anche con una donna di religione islamica che ha “rifiutato” il cibo nelle zone terremotate perchè il mestolo è impuro: http://intoccabili.wordpress.com/2012/06/02/donna-indiana-uccisa-leghista-su-facebook-ha-inquinato-il-po/ con la frase massacriamoli a mestolate sul muso

Leave a Comment