Il giudice annulla il concorso dei presidi asini? La Camera approva la legge ammazzasentenze

Grazie alla COMMISSIONE CULTURA DELLA CAMERA con l’articolo 7-BIS tutte le sentenze della giustizia amministrativa sono annullate.

E la Buona Scuola si inventa l’articolo ammazzasentenze…scuola finita

Di che cosa stiamo parlando? La storia è chiara. Metti che un giorno la Pubblica Amministrazione italiana organizzi un concorso pubblico con irregolarità talmente gravi che la giustizia, in primo e in secondo grado, decida la stessa cosa, cioè annulli il concorso. Supponiamo, per esempio, che non sia garantito l’anonimato dei candidati oppure i commissari del concorso non abbiamo i titoli adeguati. Insomma, supponiamo che succeda un tale “bordello” che il TAR e il Consiglio di Stato decidano la stessa cosa: “Tutto è annullato”.
Che cosa accadrebbe in Germania? Beh, l’amministrazione risarcirebbe i malcapitati con un po’ di soldoni, offrirebbe le sue scuse e costringerebbe i funzionari in errore a rispondere di danno erariale, dinanzi alla Corte dei Conti.
Che cosa succede oggi in Italia? Se passerà l’articolo 7-BIS del Disegno di Legge sulla “Buona Scuola”, già approvato alla Commissione Cultura della Camera, tutto finirà a tarallucci e vino. Il giudizio dei giudici sarà aggirato e la sentenza sarà ammazzata, uccisa.
Ma procediamo con ordine. Alcuni candidati fanno un concorso e lo superano. Ma, prima che venga pubblicata la graduatoria, il concorso viene annullato dal TAR. Giustamente i candidati si rivolgono al Consiglio di Stato, che riordina di rifare il concorso. Purtroppo stavolta quei candidati sono bocciati.
Cosa dice il famigerato art. 7-BIS del Disegno di Legge sulla Buona Scuola? Dice che occorre ammazzare la sentenza. Non è uno scherzo. Dice l’articolo AmmazzaSentenze: i soggetti “che abbiano superato positivamente tutte le fasi di procedure concorsuali successivamente annullate in sede giurisdizionale” divengono Dirigenti Scolastici. Alla faccia della sentenza e di chi l’ha emessa.
E aggiunge: esistono soggetti “utilmente collocati nelle graduatorie” che erano state annullate dalla magistratura? E magari in due differenti gradi di giudizio? Ma chi se ne frega: diverranno anch’essi Dirigenti. Come se niente fosse. Come se la sentenza non fosse mai esistita. Il perché di questo omicidio delle sentenze, è specificato al primo comma dell’articolo AmmazzaSentenze. Al fine “di prevenire le ripercussioni sul sistema scolastico dei possibili esiti del contenzioso pendente”. Insomma, i deputati della Commissione  Cultura, sopprimono la sentenza perché potrebbe incidere, potrebbe rappresentare un ulteriore problema.
Ma il drastico articolo AmmazzaSentenze non finisce qui. Ci sono alcuni signori che hanno fatto ricorsi e purtroppo le sentenze non ci sono ancora a causa delle gravi irregolarità dell’amministrazione? Allora in questo caso l’articolo AmmazzaSentenze decide con bizzarria: alcuni ricorsi si sanino e altri no! Ad esempio i ricorrenti della Sicilia diverranno Dirigenti Scolastici (quasi a risarcimento della cattiva amministrazione), mentre quelli della Campania e della Lombardia no. I ricorsi sono identici. La situazione dei candidati siciliani è la stessa dei lombardi, però alcuni sono ammessi al “corso intensivo” di formazione e altri esclusi. Sembrano pensare in Commissione Cultura che la sanatoria debba esserci. Però, debba essere discriminatoria con ricorrenti di serie A e ricorrenti di serie B.
Riuscirà l’articolo AmmazzaSentenze a reggere il vaglio della Corte Costituzionale? Anche a uno studente delle superiori verrebbe da dire di no. Ma l’Italia, si sa, è l’Italia.

(http://giustiziainlombardia.altervista.org/)

Print Friendly

Articoli Recenti

2 Commenti

  1. luigi bandiera says:

    Ma perche’ mi volete far fare il RIPETENTE in continuazione..??

    Scrivevo, ormai fino alla nausea, che la banda dei quattro governa.
    Anche che: un renon si fara’ mai leggi contro.
    Pero’ si sa che il diritto romano ha un principio che in ispecie qua in italia vale cosi’: la legge si applica contro il nemico e mai e poi mai contro l’amico.
    Forse ho dimenticato qualcosa, sara’ oper un’altra volta.
    Salam e, aspettiamo che il numero sia moltiplicato per 10, 100 e 1000 e ne vedremo di belle, da sogno veramente, per gli invasori. Altro che concorsi…

  2. renato says:

    Chi ha presentato l’art. 7-BIS del Disegno di Legge Sulla Buona Scuola ? Come si chiama ?
    A quale gruppo parlamentare appartiene ?

Lascia un Commento