Il dibattito del 1961 con Napolitano e Cossiga sulla Patria

di REDAZIONE

Giorgio Napolitano e Francesco Cossiga – assurti al ruolo di protagonisti come presidenti della Repubblica – sono sempre stati, svolgendo il loro ruolo, difensori estremi della patria, dell’unità d’Italia, del nazionalismo più retorico e improbabile.

Napolitano e Cossiga vengono da lontano, professionisti della politica ma su opposte sponde, soprattutto quando ancora esisteva il muro di Berlino.

Di seguito – visto che di questi tempi il patriottismo continua ad essere una fregola molto italica – ecco un dibattito in merito all’argomento trattato che risale a più di 50 anni fa. Una testimonianza su cui ogni indipendentista può trarre le sue conclusioni.

GUARDA IL VIDEO ORGINALE

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Salice triestino says:

    A 26:40 Cossiga dice “Non vi può esser patria la dove non vi è libertà”.

  2. Miki says:

    E’ un peccato che il destino cinico e baro non li abbia ancora riuniti, questi due civil servant..

  3. Lucky says:

    Grande Cossiga, era già un grande a trent’anni e il suo concetto di patria è profondissimo e reale, grazie Cossiga, grazie di cuore

  4. Lucky says:

    Mamma mia erano trentenni e sembravano gà vecchi, incredibile.

  5. Alberto Pento says:

    Dixemo ke le stà na rengaura o descusion o debateto, enteresante e ciaro par tute le poxision poledego-edeolojeghe ma soratuto asè pì çevile de coeli ke ne toca scoltar al dì de ancò par la tivixion.
    Almanco li parlava co ghe tocava e no li se sigava doso e drio.

Leave a Comment