IL DEPUTATO DORMIVA? NO, RIFLETTEVA A OCCHI CHIUSI

di TONTOLO

I miei amichetti de “I segreti della casta” ne hanno fatta un’altra, sono proprio dei discoli. Leggete qui: sono andati a pescare questo intervento  dal resoconto stenografico dei lavori della Camera di qualche giorno fa.
ALDO DI BIAGIO (FLI). “Signor Presidente, voglio segnalare a quest’Aula un evento increscioso che si è verificato in questo palazzo nella giornata di ieri. Il collega Deodato Scanderebech, durante la pausa tra due sedute di Commissione, è stato fotografato di nascosto da un giornalista mentre era seduto sul divano in un momento di riflessione, con gli occhi chiusi. Com’è facile immaginare, in un momento in cui l’apparenza e la strumentalizzazione di immagini la fanno da padrone, la foto è stata pubblicata su diversi social network, provocando un’incredibile reazione da parte degli utenti, molti dei quali lo hanno ingiustamente ed impropriamente investito di minacce e insulti. A lui va la nostra vicinanza.

Sappiamo bene che, in questo dato momento sociale e politico, contaminato da una galoppante antipolitica e da un senso profondo di insoddisfazione, eventi come questi rischiano di alimentare riflessi drammatici. Il linciaggio mediatico portato avanti da un giornalista di discussa professionalità rappresenta un elemento da condannare, ma è opportuno veicolare alla società civile ciò che realmente rappresenta questa istituzione. Esistono certamente politici dalla dubbia etica morale, ma il fatto di ieri conferma che vi sono anche giornalisti – i cosiddetti uomini d’informazione – anch’essi privi di alcuna morale, forse, alimentati da chissà quale altra virtù.

A tutela dell’incolumità del collega, richiedo all’Ufficio di Presidenza che vengano presi i dovuti provvedimenti affinché non si continui ad alimentare anche in maniera divertita – e lo dico senza mezzi termini – lo spirito dell’antipolitica, che può essere solo deleterio per il futuro del Paese” (applausi dei deputati del gruppo Futuro e Libertà per il Terzo Polo).

Ormai sono così ridico e screditati che non hanno più nemmeno il senso della decenza (i limiti li hanno superati da tempo). Sarebbe stato meglio tacere…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. jimmie says:

    La gente non ne puo’ piu’ della corruzione, malversazione, contraffazione, decomposizione, depravazione, disonestà, dissolutezza, malcostume, marciume, perdizione e perversione della cosa pubblica.

    La terra trema con morti e distruzioni catastrofiche.

    La situazione del lavoro e’ quella che e’

    Ma, a leggere i resoconti, l’onorevolissimo aldo di biagio solleva un problema che, a dire lui, e’ di “straordinaria gravità”

    Vien da dire con Dante che di biagio ed accoliti “fatt’han del parlamento cloaca del sangue e della puzza.”

    http://www.yourdailyshakespeare.com

  2. lancillotto says:

    Acta est fabula.

    Il gioco è finito.

    Al posto Loro lascierei cadere la penna e penserei a remare. E di buona lena.

  3. Diego Tagliabue says:

    Qualsiasi dipendente verrebbe licenziato in tronco per molto meno.
    Questo ronfa e incassa un vaglia milionario.

    FUOCO ALZO ZERO!!!

  4. Albert1 says:

    Il soggetto in questione, poi, era sicuramente stremato: con tutti i salti della quaglia che ha fatto, dall’Udc al Pdl all’Udc al Fli… già tanto che si sia accontentato di quello scomodo divanetto! Un eroe moderno!

  5. Dan says:

    Con tutti i soldi che prendono dovrebbero essere svegli ed iperattivi come un cardiopatico che si fa di redbull, vitamine ed integratori di pappa reale allo stesso tempo, altro che momento di riflessione a “fanali abbassati”

Leave a Comment