Il democratico Rajoy nega la parola agli indipendentisti scozzesi. Come fa coi catalani

scozia“Il governo spagnolo è contrario ad ogni negoziato con chiunque non sia il governo britannico: la Gran Bretagna lascia e con lei tutti coloro che ne fanno parte”: lo ha dichiarato il premier spagnolo Mariano Rajoy, alludendo al fatto che la Scozia vuole partecipare per difendere la sua posizione pro-Ue alle future trattative tra Bruxelles e Londra sulla Brexit. Rajoy ha parlato poche ore prima del previsto colloquio fra il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, e la First minister scozzese, l’indipendentista Nicola Sturgeon.

Sturgeon si è detta disposta a difendere gli interessi scozzesi nell’Ue con ogni mezzo, compresa l’organizzazione di un nuovo referendum sull’indipendenza dopo quello bocciato di stretta misura nel 2014. Un referendum di questo genere è proprio il genere di precedente che Madrid intende evitare a tutti i costi a causa del possibile effetto sull’indipendentismo catalano; il predecessore di Sturgeon alla guida dello Scottish National Party, Alex Salmond, intervistato dal quotidiano di Barcellona El Periodico, ha sottolineato come i due casi siano però differenti: “La Spagna fa ancora parte dell’Ue, e non vedo come la Catalogna potrebbe trovarsi nella nostra situazione a meno che la Spagna non uscisse” dall’Unione.

Print Friendly

Recent Posts

Leave a Comment