Il delirio di onnipotenza di Monti, ora si sente il salvatore della Patria

di FABRIZIO DAL COL

Le dichiarazioni del professor Monti, ”, riprese da tutta la stampa nazionale italiana, rilasciate nell’ intervista concessa al quotidiano tedesco “ Der Spiegel, hanno dell’inverosimile. Monti ha dichiarato: “Se tutto va secondo i piani resterò in carica fino aprile 2013 e spero che per allora avrò potuto salvare l’Italia dalla rovina finanziaria”. Il che tradotto starebbe a significare che l’affermazione “la fine del tunnel” da lui annunciata solo due giorni orsono era una balla colossale. Proseguendo ha affermato che “nei mesi scorsi mi ha molto preoccupato, e l’ho raccontato alla cancelliera Merkel, il crescente risentimento del Parlamento italiano contro l’Europa, contro l’euro e contro i tedeschi”, aggiungendo i timori che l’euro diventi un fattore disgregante.

In questa affermazione evidenzia invece (solo ora) il risentimento del Parlamento italiano, denunciando così di non conoscere affatto quale sia in proposito l’opinione degli Italiani la cui unica colpa è aver subito la decisione dell’allora governo Prodi di adottare la moneta unica pagando una tassa di 50 Euro. L’intervista di Monti continua con queste frasi: “Se avessi dovuto tenere in considerazione le posizioni del Parlamento italiano”, dal quale “avevo avuto indicazioni di far passare gli eurobond” – ha detto Monti – “non avrei dovuto dare il consenso italiano nell’ultimo consiglio europeo” di fine giugno. Il premier ha spiegato che “ogni governo ha il dovere di guidare il proprio Parlamento”, anche perché se i governi seguissero “esclusivamente le decisioni dei parlamenti la rottura dell’Europa sarebbe più probabile della sua integrazione”. Da questa affermazione, letta nel contesto dell’intervista, si percepisce chiaramente il “delirio da onnipotenza” di cui egli è preda insieme al suo governo in quanto dire di non aver tenuto in considerazione il Parlamento italiano equivale a dire che solo Lui può decidere e che gli italiani non esistono. Si spinge poi addirittura oltre quando afferma che ogni governo ha il dovere di guidare il proprio Parlamento, dimenticando però che guidare è una cosa e decidere è tutt’altra cosa. Rafforza dopo la sua tesi con l’idea che seguire esclusivamente le decisioni dei parlamenti porterebbe alla rottura dell’Europa e non alla sua integrazione, il che equivale a ribadire che un Premier è in grado di decidere da solo con il suo governo.

Personalmente ho dedotto che i passaggi dell’intervista fossero rivolti alla Merkel in quanto Monti ha aggiunto che tassi di interesse pagati dall’Italia sui titoli di Stato secondo Monti «sovvenzionano i bassi tassi tedeschi». Su tale condizione pesa sicuramente «il rischio di una frantumazione dell’Eurozona» e il premier aggiunge: «Senza questo rischio i tassi d’interesse per i titoli di Stato tedeschi sarebbero anche un po’ più alti». Da qui egli ritiene forse la Merkel unica responsabile dell’attesa sulla pronuncia della corte costituzionale tedesca , perché non ha saputo decidere, senza il bisogno del consenso del suo parlamento, quando era il momento. Tuttavia Monti con queste dichiarazioni rende comunque evidente di non possedere quella dote di Statista che si conviene e di non saper nemmeno rispettare le istituzioni dello Stato, questo perché è già oggi consapevole che, il suo futuro è legato dalla decisione sopra citata che la Merkel non intende prendere.

Infine, cito un altro passaggio dell’intervista che a mio parere da solo la dice tutta: “Se la moneta unica diventa un fattore disgregante allora i fondamenti del progetto di Europa sono distrutti”, prosegue poi il premier mettendo in guardia sul fatto che “le tensioni che hanno accompagnato negli ultimi anni l’Eurozona recano già i tratti di una dissoluzione psicologica dell’Europa”. In questo caso, come ho già scritto in un precedente articolo, si può notare come il premier si preoccupi più dell’ Europa che dell’Italia e, visto il salto realizzato con il“ doppio carpiato coefficiente 6 “ nel prendere le distanze dalla Merkel quando fino a ieri era convinto di poterla convincere, fa capire quanto siano state forti le pressioni esercitate dagli USA sull’Italia, il fastidio che Monti ha patito per averle ricevute e per essersi visto considerare come un “discolo” che non ha saputo impegnarsi sui “compiti a casa”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

32 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Scrivevo: …ed il popolo non e’ mi stato sovrano.
    Monti lo conferma in toto..!

    Preghiamo che arrivi qualcuno a spianare i Monti. I Mari_ sono gia’ di per se spianati..!!

    Amen

  2. roby says:

    Certo,invece il grande statista banana….lui si che ci porterebbe in cima all’europa…ma per favore!

  3. lucia says:

    a me sembra che Monti sia sostanzialmente un uomo antico,
    Per lui le costituzioni sono ancora gentili omaggi elergiti dai sovrani e la democrazia un orpelllo da mantenere come testimonianza storica ma senza alcun reale ruolo se non quello di giustificare davanti alla pubblica opinione qualunque decisione ,da quella economica a quella militare,il governo prenda,E il governo attuale è un gruppo di persone che nessuno ha eletto,che pochi conoscono realmente ma che vengono glorificate dalla stampa e dai media nazionali.E qualunque critica venga fatta anche dalla stampa internazionale viene interpretata e presentata come un attacco feroce al popolo italiano.Delle critiche fatte dalla stampa nazionale ,(pochissime per la veritò e solo quella di opposizione)lui proprio non si preoccupa.Toglie i contributi per l’editoria e amen.
    E
    inoltre ritiene che seguire la volontà del Parlamento è sbagliato.Nel caso dell’Europa dice che la situazione è tale che il parlamento non sarebbe dell’idea di andare avanti e se lo dice lui,gli crediamo.
    E allora decide lui e non il parlamento.

    Secondo me non è delirio di onnipotenza.Si potrebbe parlare di delirio di onnipotenza se uno credesse di avere il potere senza averlo realmente,ma nel caso di Monti,lui il potere ce l’ha davvero
    .E infatti il parlamento non fa altro che chiacchierare a vuoto e non ci sono provvedimenti che passino senza che si debba mettere la fiducia,su qualcosa che decide il governo e basta,.Il Parlamenrto ha votato perfino di “non fare il Parlamento cedendo il potere di fare il bilancio dello stato”e infatti il presidente del consiglio dei ministri non si occupa dell’Italia ma della Europa.,che deve approvare il bilancio dello stato italiano..Almeno Mussolini,quando prese il potere,lo disse chiaramente e onestamente e poi provvide di conseguenza a sopprimere partiti politici e stampa libera e finì per far decadere perfino le opposizioni che non si presentavano per protesta in Parlamento.Monti invece usa il parlamento subdolamente come paravento.Come governo tecnico non ha bisogno di consenso popolare e la responsabilità delle sue scelte è dei partiti che lo sostengono se sono impopolari e i meriti di qualche miglioramento sono suoi…Non è democrazia,non è dittatura,è governo all’italiana.,un pasticcio eccezionale.
    Il fatto è che Monti pretende che la Merkel si comporti in Germania come fa lui in Italia,Ma in Germania,la Merkel,sia pur costretta dalla Corte Costituzionale tedesca,,ha ancora un Parlamento a cui dare retta e la stampa tedesca non è ancora del tutto serva,se fa notare all’ineffabile Monti che la sua non è esattamente una posizione democratica,E ce lo facciamo dire dai tesdeschi!
    La nostra stampa tenta di fare passare la posizione della Merkel e della stampa tedesca come antiitaliana!!!

  4. CARLO BUTTI says:

    Pessimo statista, pessimo trcnico e professore soporifero(così mi hanno detto).

  5. Giancarlo says:

    Sai che scoperta che Monti non è uno statista… La tenocrazia europea ha chiamato un suo simile nella speranza che salvi il circo Italia dall’abisso, ma più che altro perché non ci trascini dentro gli altri paesi impegolati nel suo debito sovrano. Le sue credenziali? Ottime capacità tecniche, appunto, non politiche, come dimostrato nella vertenza con la Microsoft, e magari anche il fatto di non sembrare un italiano, cose che del resto valgono anche per Draghi. Chi ha scritto l’articolo e i suoi commentatori forse dimenticano che prima del “Golpo di Shtado” dell’anno scorso c’era un governo “demogradigamende eletto con il conzenzo bobolare”, ovvero Berluska + Lega Merd + Responzabbili. Deve essere una maledizione tipicamente italiana la memoria corta, anche nel ’43 nell’arco di una notte erano tutti diventati antifascisti dopo venti anni di fascismo.

    • Fabrizio says:

      Mi sa che hai poche idee ma ben confuse. Berluska + Lega Merd + Responzabbili non sono la maggioranza uscita dalle urne o se si preferisce un altro termine, è un bel ribaltone costato poco o niente al cavaliere.

      • Giancarlo says:

        Oddio, sul costato poco o niente ci sarebbe parecchio da discutere. Magari per il cavaliere erano bruscolini, per i Responzabbili invece una bella sommetta. Tutto è relativo.

  6. Veritas says:

    Sono totalmente d’accordo con Dal Col: Monti non é, e non sarà mai, uno statista.

  7. gigi ragagnin says:

    Monti non fa quello che vorrebbe perchè tutte le consorterie gli sono contro, oppure fa quello che le consorterie gli impongono di fare ?

  8. Antonino Trunfio says:

    il ragionier Mariugo Montozzi in video…. col suo socio Napolitazzo :
    http://www.youtube.com/watch?v=KMJPlrbsGUg
    http://www.youtube.com/user/antoninotrunfio?feature=results_main

  9. lelia kita says:

    Salvatore della Patria? Mi viene da ridere!………Non riuscirà a salvare neppure se stesso……

  10. smoke says:

    Ma perche’, il Parlamento Italiano e’ invece espressione degli Italiani?Andare a votare con una legge chiamata “porcata” da chi l’ha scritta e vedere inerti un Parlamento di nominati fare i propri comodi finche’ il barile del bengodi non si e’ vuotato, e poi dire “la crisi non c’e’, i ristoranti sono pieni” secondo voi e’ esercizio di un popolo cosciente di se’ stesso?Forse non si e’ capito che se abbiamo un Monti alla guida dell’Italia e’ prima di tutto COLPA NOSTRA!Nostra,che abbiamo votato per 20 anni un miliardario interessato alla gnocca e ai processi,e non che da D’alema & Co. mi aspettassi di piu’ sia chiaro.Nostra,che quando si spendevano soldi in cose mai finite di costruire dicevamo “eh,ma tanto in Italia”.Nostra che vediamo tutti i giorni una societa’ dove piove sempre sul bagnato,dove chi e’ ricco sara’ sempre ricco e se ruba e lo beccano,tanto tra avvocati e amici,al massimo si becca i domiciliari in ville intestate a fratelli,zie,nipoti.Nostra che vediamo passare avanti sempre il “figlio di” e non ci incazziamo,ma speriamo di diventare “amico del figlio di”.Nostra che abbiamo visto un Paese andare allo scatafascio e zitti,che l’importante e’ la partita la domenica o il grande fratello in tv.E’solo COLPA NOSTRA se ci hanno dovuto dare “l’insegnante di sostegno” di fronte all’Europa.E ci aspettiamo pure che questo abbia la bacchetta magica,che ci risolva i problemi cosi’ il prox anno andiamo tutti belli a votare chi?Sempre i soliti,anzi no.Stavolta a “sinistra” abbiamo la coppia d’attacco Bersani e Casini.A destra abbiamo Highlander l’Immortale,e come new entry un ex comico che adesso fa il rivoluzionario e il pioniere del web,salvo scordarsi di quando faceva la pubblicita’ alla Danone e spaccava i computer nei suoi spettacoli.E voi pensate che la colpa e’ di Monti o della Merkel?Questo e’ semplicemente cio’ che ci meritiamo.

  11. giulio says:

    Al di la’ delle asserzioni fatte da blondet, onestamente troppo ripetitivo, mentre vi scrivo leggo e sento sui media di regime questo: MONTI: PREOCCUPATO PER TONI ANTITEDESCHI, e non e’ come pensate voi che si riferisca al popolo italiano ( perche’ e’ sfondare una porta aperta nel dire che abbiamo le palle piene della merkel del suo rigorismo e del autoritarismo della Confindustria tedesca…) lui si riferisce ai parlamentari italiani che sono stufi dell’ euro e della merkel ( noi per lui non contiamo niente…) Cosa sta facendo vigliaccamente monti ? 1) dopo aver liberato i peggiori e reazionari profeti del rigore a tutti i costi di stampo sabaudo come la Fornero che ha massacrato la vita di tutti i lavoratiori italiani, ovviamente senza risolvere un cazzo anzi peggiorando la crisi e la coesione sociale che e’ il primo elemento su cui contare per rilanciare una nazione, adesso il prof. Monti la butta in caciara perché ha capito da quale incapace e’ che la nave Italia ormai l’ Ha indirizzata verso gli scogli ( tanto anche se ammazza qualche milione di italiani ha visto oche ha schettino non hanno fatto un cazzo..anzi e’diventata una star !!!) e quindi adesso scarica la colpa alla merkel che fino a tre mesi fa difendeva a spada tratta prendendoci noi tutti come anti-europeisti… Capito ? Quando lo dicevamo noi che avevamo capito che i tedeschi si stavano facendo i cazzi loro noi eravamo i soliti italiani che non vogliono fare i sacrifici adesso che cerca di salvarsi il culo suo, la merkel e’ diventata una strega !!! 2) batte vigliaccamente in ritirata perché il panettone non lo mangia ( si andrà alla farsa delle elezioni a novembre ) lasciandoci macerie e macerie economiche e sociali e previdenziali che forse mai riusciremo a spalare….e cercherà di sparire come a fatto il suo amico prodi…. Pure lui ha comicnciato i danni e poi e’ scappato vigliaccamente… Dopo Mussolini e badoglio ( monti) ci resta la guerra civile quella guerra civile che non si e’ mai completata nel 1945 e che doveva epurare fascisti profittatori e opportunisti e galoppini che sono sopravvissuti e hanno continuato a farsi i cazzi loro a dispetto degli onesti….l’ epurazione sarà finalmente fatta con la disfatta ormai imminente di monti che sta’ cercando di scaricare tutte le sue responsabilità nel luogo comune e’ colpa dei tedeschi…come fece il duce quando cerco’ di salvarsi scaricando le colpe della guerra su hitler..Strana analogia vero ?

  12. Alec says:

    Eh già, quando le cose vanno male è sempre colpa di altri mentre quando vanno bene (ma quando?) i meriti sono del Grande Capo. Occhio a non perdere la “capa”….

  13. Vulka says:

    L’ho detto molto tempo prima che i media lo riportassero. E’ da subito stato evidente che 1) è in statoi delirante 2) il suo delirio serve alle banche che lo sfruttano a pieno regime 3) Monti NON SERVE, come non serve Napolitano viste le loro false pretese di mettere a posto distruggendo!

    Stann0 facendo più danni loro che la ripresa nel dopo guerra… bisogna arriva ad una guerra per poter risistemare ogni cosa in modo democratico?

    A settembre partiti e sindacati si daranno da fare per “ammansire” la situazione facendo sfogare la gente con dimostrazioni (per altro inutili…). Sarebbe logica e valida una risposta della gente, che scendesse in piazza (TUTTA) anche contro di loro. Tanto bisogna mandarli via se si vuole veramente uscire da tale condizione negativa!

  14. Luxuria says:

    Spero veramente che la fine del ciclo 2012 porti lo scontro con un asteroide e uccida tutta la massoneria presente sulla terra…
    Chi sopravviverà a questa catastrofe potrà rifarsi una vita in santa pace…fatta di semplicità, di tramonti e albe, di pioggia e sole, di caccia, pesca e coltivazione diretta….mettendo per sempre la parola fine a questo delirio massone mondiale.

  15. Loukianòs says:

    Mala tempora currunt! Con la pauperizzazione dei ceti medi e la precarizzazione dei lavoratori dipendenti i farabutti come Napolitano e Monti stanno affossando la democrazia.
    E non ci sono più argini: né a destra, dove regna la confusione, né a sinistra, dove le greggi cattoliche e le masse ex-comuniste unite si stanno lasciando asservire.

  16. Il Lucumone says:

    Monti spara ca…te, ma un terzo di quelle di Tremonti, che fino all’ultimo giorno del suo irresponsabile governo ha giurato che tutto procedeva per il meglio nella migliore delle Italie possibili !

    Tre Monti + un Monti = Quattro amici al bar che volevano salvare il mondo…

  17. Mauro Cella says:

    Monti mi ricorda sempre più Augusto Pinochet: l’unica persona che gli autori del colpo di Stato hanno trovato disposta a “metterci la faccia” per guidare il paese.
    Non conosciamo e non conosceremo mai i retroscena, ma la nomina a senatore a vita a pochi giorni dalla convocazione al Quirinale, fatto assolutamente senza precedenti, la dice molto lunga.
    Da un lato si è assecondata la vanità dell’uomo, ben dimostrata durante la sua permanenza alla UE, dall’altro gli si è dato un “paracadute” nel caso che un domani qualche magistrato “impiccione” decida di fare luce sull’intera vicenda (Napolitano ha già lo stesso posto assicurato): in Italia “toccare” un senatore è difficile, “toccare” un senatore a vita è un’impresa degna di Eracle.

    I problemi hanno iniziato ad arrivare dopo: non mi stancherò di ripetere che la profonda ignoranza dei burocrati che governano la UE per i meccanismi di monetari e di mercato li ha portati a sottovalutare l’entità dell’attuale crisi. Molti di loro (ad iniziare da Barroso) sono imbevuti fino al midollo di influenze staliniste e maoiste e quindi ritengono che l’economia possa essere pianificata a tavolino e comandandata a colpi di editti.
    Nonostante gli “sforzi” dei burocrati (ovvero sia dell’ennesimo sacrificio richiesto ai cittadini) il piano studiato a tavolino non funziona. In cosa consiste questo piano? Nel difendere tutto: il valore dell’euro per non causare problemi politici in Germania ed Olanda, la credibilità dei governi come debitori, la fede in un’economia fortemente regolamentata, i bassi tassi d’interesse per continuare a distorcere l’economia reale, gli stati sociali oramai insostenibili.
    Ma un antico adagio militare recita testualmente “colui che vuole difendere tutto finisce col difendere il nulla”.

    Ecco quindi che Monti, che ha cercato di difendere tutto come era nei patti, si trova in difficoltà. Ha sparato tutte le cartucce che aveva nella bandoliera e non ha ottenuto i risultati sperati, anzi. Per via della sua stretta sul fisco l’economia reale italiana è in ulteriore contrazione, una contrazione molto più forte di quanto i numeri addomesticati vogliono far credere. Certo, c’è sempre la carta della patrimoniale (già istituita per i conti di deposito all’estero, colla complicità degli altri paesi UE) ma a quel punto si correrebbe il rischio che la gente corra davvero in banca a svuotare i conti correnti. Già ora, nonostante le continue “strette” sul contante sempre più persone preferiscono il materasso o la cassaforte all’istituto di credito.

    Una persona onesta non avrebbe mai accettato l’incarico alle condizioni di Monti, un persona realista a questo punto penserebbe di ridare la parola agli elettori prima del tempo, se non altro per evitare che si sfaldi l’attuale sistema partitico che è di fatto un’assicurazione di sudditanza nei confronti della UE. Il M5S, fortemente critico della UE, potrebbe espandersi e generare emuli. Una coalizione di movimenti anti UE con al centro i “grillini” potrebbe tranquillamente puntare al 15-20% dei voti e divenire così di fatto l’arbitro della politica italiana.

    Ultima postilla riguardo ai “sentimenti antitedeschi”: Monti (e prima di lui Napolitano) dovrebbero leggere più spesso i giornali. Quei “sentimenti” li sta creando la grande stampa su cui entrambi, soprattutto il Presidente della Repubblica, sembrano avere notevole influenza. Non sarebbe il caso di chiedere di abbassare i toni? O forse fa parte anche questo del piano studiato a tavolino?

    • gianer says:

      penso che mettere le mani sulla germania sia l’obiettivo principale della lobby bancaria-finanziaria d’oltreoceano. La merkel, per oscuri motivi, rappresenta un importante interlocutore di queste lobby (così come lo è Monti o i liquidatori della grecia). Il comparto industriale tedesco è formidabile in tutti i settori ed è l’unica potenza ECONOMICA e finanziaria europea oltre a detenere la seconda riserva aurea al mondo. Il parlamento tedesco per ora risponde picche alla cancelliera per ovvi motivi. Le forti pressioni sulla germania che si esplicano attraverso tutti i media e opinion leaders finanziari, enfatizzano i rischi che la germania avrebbe nel caso del collasso dell’eurozona affinchè si convinca il parlamento ad accettare il rischio di accollarsi i debiti delle svariate nazioni corrotte dell’europa: se accettasse il gioco è fatto.

    • Dan says:

      ” in Italia “toccare” un senatore è difficile, “toccare” un senatore a vita è un’impresa degna di Eracle. ”

      Allora un disoccupato armato può trasformarsi in Eracle

  18. gian luigi lombardi-cerri says:

    Eppure, state tranquilli, si farà rieleggere anche (e sopratutto) con il 40% di astensione dal voto, perchè i parlamentari di tutti i partiti, hanno una paura blu di prendersi responsabilità e preferiscono poter dire “se avessi comandato io…..”
    Comunque la mia speranza della inesorabile spaccatura dell’Italia continua a crescre:

  19. Gian says:

    Voglio che anche monti ci dica che ….non c’e’ pane?….mangino brioches….poi inizieranno a rotolare le teste! Ecco…a quel punto vado in strada a giocarci a pallone!

  20. hughich says:

    Il bello delle affermazioni di Monti è che dice sempre che lui:

    -Salvo l’Italia
    -Proteggo i conti dell’Italia
    -Mantengo l’Italia nell’Euro

    Qualcuno potrebbe spiegare a questo buon’uomo che lo fa con i soldi nostri?
    C’è una frase che a Roma si usa parecchio….”è semplice fare i gay con il culo degli altri!”
    Monti davvero…almeno una volta lo dica che siamo noi a salvare l’Italia e non lei…una volta ci basterebbe.

  21. Brus says:

    Le dichiarazioni citate hanno una loro logica, in effetti gli eurobond non sono una soluzione, la soluzione e l eliminazione degli sprechi.
    L europa unita e una grande cosa un bel obiettivo di unione tra popoli, anziche l italietta o la Padania , l austria, o il veneto indipendente o la basilicata indipendente, trattasi di infantilismo, ogni piccola nazione o regione arroccata nel suo giardino per far belli i politici locali che si sentono baroni nella propria contea. Il medioevo e terminato.
    Il problema e uno solo, una societa giusta che agisce per il bene comune, senza frontiere, senza divisioni, perche cio che unisce e bene, cio che divide e male.

    • maurizio says:

      Purtroppo,noi abbiamo un parlamento di nominati:anzi piu’ che un parlamento un ricettacolo di inquisiti,condannati e pregiudicati, se io che sono stato in galera;provo schifo per questa situazione,cosa pensate che il resto d’europa,pensi di noi?

    • oppio 49 says:

      brus, se ti fanno beato di sicuro ti cambiano nome e diventerai il beato innocenzo… beato te che vivi chissà dove

  22. FrancescoPD says:

    ..coem tutti gli uomini inutili, si sentono indispensabili

  23. Dan says:

    Perchè non dovrebbe essere in pieno delirio d’onnipotenza ?
    Qualcuno sta facendo qualcosa di CONCRETO per farlo tornare nei ranghi ?
    Il parlamento non conta perchè i suoi farabutti hanno deciso di vendersi e la gente non ha le palle di andarlo a fare sloggiare con le brutte.
    Con queste premesse anche uno scarafaggio può sentirsi Dio.

  24. lory says:

    speriamo che questo individuo sia l’ultimo primo ministro di questo sgangherato paese. VENETO INDIPENDENTE .

Reply to Alec Cancel Reply